Ad Andrea Pavan il premio “Lillo Angelini”

  22 dicembre 2011 News
Condividi su:

E’ stato assegnato ad Andrea Pavan il "Premio Lillo Angelini 2011". La decisione è stata presa dal Consiglio Federale FIG in seguito alle prestazioni stagionali del 22enne romano che lo hanno portato alla conquista della ‘carta’ per l’European Tour grazie al secondo posto nell’ordine di merito del Challenge Tour. Il premio, intitolato al grande campione nel cui curriculum figurano tra l’altro ben undici titoli nel Campionato Omnium (attuale Campionato Open), un record che probabilmente rimarrà imbattuto, intende gratificare un giovane professionista italiano che si sia particolarmente distinto nel corso della stagione. Andrea Pavan è nato a Roma il 27 aprile 1989. Ha iniziato a giocare all’età di sei anni sotto la spinta di papà Tiziano e di mamma Barbara, ed è cresciuto golfisticamente al GC Olgiata per poi passare al GC Parco di Roma. Ha vinto i titoli tricolori pulcini (2003), cadetti (2005) e dilettanti medal (2005-2007). Ha frequentato la scuola francese San Dominique sino al diploma che ha conseguito nel 2006. Il suo nome è balzato prepotentemente alla ribalta nello stesso anno quando si è imposto nel Campionato Nazionale Omnium battendo i professionisti sul percorso del Golf Club Margara a Fubine (Al). Chiamato l’anno dopo a difendere il titolo è terminato nono. Pavan si è trasferito negli Stati Uniti a gennaio del 2007, avendo ottenuto una borsa di studio completa all’Università Texas A&M per la facoltà di Economia e vi è rimasto fino al 2010, quando si è laureato. Ha disputato molte gare di college con ottimi risultati e a febbraio 2010 si è imposto nell’individuale del John Burns Intercollegiate al Leilehua GC nelle Isole Hawaii. In maglia azzurra ha conseguito l’argento ai Campionati Europei individuali. Nella stagione universitaria 2008/2009 (da ottobre ad aprile) ha partecipato a undici tornei con quattro piazzamenti tra i top ten e altri tre entro i primi venti classificati. Nel 2009 ha disputato la Palmer Cup con la selezione studentesca europea (opposta a quella USA) e a fine stagione ha portato l’Italia al successo, in coppia con Matteo Manassero, nel campionato maschile del The Spirit International Amateur Golf Championship. E’ passato professionista alla fine del 2010 e ha iniziato la stagione 2011 nella nuova categoria classificandosi settimo nel Cimar Open Samanah (EPD Tour) a febbraio. Ha poi giocato con ottimi responsi nel Challenge Tour dove ha vinto due tornei (Norwegian Challenge e Apulia San Domenico Grand Final) e si è classificato secondo nel Karnten Golf Open in Austria e settimo nel Roma Golf Open. Terminando secondo nell’ordine di merito del Challenge Tour, ha conquistato l’ammissione all’European Tour 2012. Ha debuttato nel circuito maggiore a novembre con bel settimo posto nell’Alfred Dunhill Championship in Sudafrica.

 

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Luca Memeo - saranno famosi