fbpx

Womens British: Ariya Jutanugarn sorpassa Mirim Lee

Jutanugarn Ariya
  30 Luglio 2016 News
Condividi su:

La thailandese Ariya Jutanugarn (200 – 65 69 66, -16) ha superato la coreana Mirim Lee (202 – 62 71 69, -14) e ha messo una seria ipoteca sul titolo nel RICOH Womens British Open, quarto major femminile, che termina al Woburn G&CC (par 72) di Milton Keynes in Inghilterra.

Nel giro finale sarà probabile corsa a due, essendo notevole il distacco delle prime inseguitrici: Mo Martin terza con 205 colpi (-11), la scozzese Catriona Matthew, quarta con 206 (-10) e Stacy Lewis, quinta con 207 (-9). Sebbene siano seste con 208 colpi (-8), il recupero appare impossibile per Lexi Thompson, numero quattro mondiale, per la cinese Shanshan Feng, per l’australiana Karrie Webb e per  la coreana Ha Na Jang, molto quotate alla vigilia come la Lewis.

Deludenti le due proettes più attese, la neozelandese Lydia Ko, numero uno del Rolex ranking, 27ª con 213 (-3) e in tardiva rimonta dalla 56ª piazza con un parziale di 69 (-3), e la canadese Brooke M. Henderson, numero due, 46ª con 215 (-1).

Ariya Jutanugarn (nella foto), 21 anni da compiere, nativa di Bangkok e sorella minore di Moriya, anche lei nel LPGA Tour, è venuta prepotentemente alla ribalta in questa stagione conquistando tre titoli consecutivi, prima thailandese a vincere nel circuito, e ora ha la possibilità di divenire la prima della sua nazione ad imporsi in un major. Ha operato il sorpasso con un 66 (-6) dovuto a sei birdie e nelle 54 buche ha segnato un solo bogey, nel secondo turno. Mirim Lee ha provato a opporsi senza successo con uno score di 69 (quattro birdie e un bogey). Al major non partecipano giocatrici italiane. Il montepremi è di tre milioni di dollari.

 

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Instagram

[instagram-feed]

 Youtube