fbpx

WGC: prodezze di Jim Furyk F. Molinari, avvio in salita

  03 Agosto 2012 News
Condividi su:

  Inizio molto difficile per Francesco Molinari nel WGC Bridgestone Invitational, terzo dei quattro tornei del World Golf Championship il mini circuito mondiale, che si sta svolgendo sul percorso del Firestone CC (par 70), ad Akron nell’Ohio: il torinese, infatti, è al 71° posto dopo un score di 74 (+4) colpi. E’ stata la grande giornata di Jim Furyk (nella foto), 42enne di Westchester in Pennsylvania con 16 successi nel tour tra i quali uno in un major (US Open, 2003), che ha messo in mostra un ottimo gioco sottolineato da un 63 (-7). A sorpresa si è portato al secondo posto con 65 (-5) l’inglese Lee Slattery, uno dei giocatori meno attesi in alta classifica, che precede un gruppo di sei concorrenti con 66 (-4) composto da Bubba Watson, Ben Crane, dagli inglesi Luke Donald, numero uno mondiale, e Simon Dyson, dallo spagnolo Rafael Cabrera Bello e dall’australiano John Senden. Un colpo in più per l’iberico Sergio Garcia e per i sudafricani Retief Goosen e Louis Oosthuizen, noni con 67 (-3). Sono al 18° posto con 68 (-2) Zach Johnson, il tedesco Martin Kaymer e l’inglese Lee Westwood, al 25° con 69 (-1) il sudafricano Charl Schwartzel, e si trova solamente dal 31° con 70 (par) Tiger Woods, in compagnia dei nordirlandesi Rory McIlroy e Graeme McDowell e dell’inglese Justin Rose, leader della money list europea. Giro sopra par per Phil Mickelson e per l’australiano Adam Scott, campione uscente, 41.i con 71 (+1). Furyk è partito con un eagle al quale ha poi aggiunto sette birdie e due bogey e Slattery ha risposto con sei birdie e un bogey. "Ho giocato molto bene – ha detto Furyk –  ho preso quasi tutti i fairway, ho indovinato alcune scorciatoie e ho avuto sempre buoni angoli di tiro sui green. Ho effettuato ottimi colpi con i ferri ponendo almeno quattro palline in bandiera. Mi è sempre piaciuto questo campo: so che c’è stata siccità di recente, ma in realtà l’ho trovato in buone condizioni e abbastanza morbido. Per quanto mi riguarda, prediligo i campi veloci". Woods dopo tre birdie in undici buche si è smarrito nel finale con tre bogey. Per la verità ha giocato molto bene, cogliendo quasi tutti i fairway, ma il putter è stato suo nemico giurato. Ha mancato parecchie occasioni da birdie e sull’ultima buca ha fallito persino un putt di mezzo metro per il par. Alla fine ha spiegato: "Il gioco lungo ha funzionato, ma sui green è stata un’altra storia. Ho sbagliato troppo e questo ha influito sul risultato. Il ‘meno 3’ non era così male, poi le cose sono precipitate sulle ultime sette buche. No, la condizione dei green non c’entra: ho proprio sbagliato io. Ho apportato alcuni cambiamenti al mio gioco, ho colpito bene con driver e ferri, mentre per il resto dovrò fare una lunga sessione in campo pratica". Francesco Molinari, partito dalla buca 10, ha perso quattro colpi in uscita (due bogey e un doppio bogey). Ha recuperato due colpi con due birdie in tre buche nel rientro, ma poi li ha nuovamente lasciati al campo con altri due bogey. Il montepremi è di 8.500.000 dollari dei quali 1.400.000 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – Il WGC Bridgestone Invitational viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con i seguenti orari: venerdì 3 agosto, dalle ore 20 alle ore 24 (canali Sky Sport Extra e Sky Sport Extra HD); sabato 4, dalle ore 18 alle ore 19,30 e dalle ore 20 alle ore 24 (canali Sky Sport Extra e Sky Sport Extra HD);  domenica 5, dalle ore 18 alle ore 19,30 e dalle ore 20 alle ore 24 (canali Sky Sport 1 e Sky Sport 1 HD). Repliche sui canali Sky Sport 1 e Sky Sport 1 HD: seconda giornata, sabato 4 agosto dalle ore 14; terza giornata, domenica 5 dalle ore 14,35; quarta giornata, lunedì 6 dalle ore 9. Commento di Silvio Grappasonni, e Nicola Pomponi

 

  I risultati