fbpx

WGC HSBC Champions in Cina: dominio di Dustin Johnson F. Molinari e Manassero 21.i

  02 Novembre 2013 News
Condividi su:

Lo statunitense Dustin Johnson (nella foto) ha vinto con 264 colpi (69 63 66 66, -24) l’HSBC Champions – quarto torneo stagionale del WGC (World Golf Championships) e secondo delle Final Series nel ciclo di quattro che concludono la stagione dell’European Tour – disputato sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai in Cina, e dove sono classificati al 21° posto con 281 (-7) Matteo Manassero (72 70 70 69) e Francesco Molinari (72 69 70 70). Johnson, 29enne di Columbia (South Carolina), ha ottenuto l’ottavo titolo nel PGA Tour (le gare del WGC sono in tutti i calendari dei circuiti maggiori) superando di tre colpi l’inglese Ian Poulter (267, -21), campione uscente, e di quattro il nordirlandese Graeme McDowell (268, -20). Nelle prime posizioni della graduatoria quasi tutti gli altri big presenti: al quarto posto con 270 (-18) lo spagnolo Sergio Garcia, al quinto con 272 (-16) l’inglese Justin Rose, al sesto con 273 (-15) il nordirlandese Rory McIlroy e il canadese Graham DeLaet, all’ottavo con 274 (-14) il tedesco Martin Kaymer, l’americano Bubba Watson e il gallese Jamie Donaldson, all’11° con 275 (-13) il sudafricano Ernie Els e gli statunitensi Keegan Bradley e Boo Weekley e al 14° con 276 (-1) l’altro americano Phil Mickelson, mai in evidenza, così come l’inglese Paul Casey, 20° con 280 (-8). Sotto tono lo svedese Henrik Stenson e l’inglese Luke Donald, 31.i con 282 (-6), lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, 39° con 284 (-4), e il thailandese Thongchai Jaidee, 46° con 285 (-5), e decisamente deludenti l’inglese Lee Westwood e lo statunitense Brandt Snedeker, 55.i con 287 (-1), e l’iberico Miguel Angel Jimenez, 72° con 295 (+7). Johnson ha preso il comando nel secondo turno dopo aver eguagliato con un 63 (-9) il record del campo, poi portato a 62 (-10) nel terzo da Martin Kaymer. Forte di un margine di cinque colpi il leader ha continuato comunque su alti ritmi con due 66 (-6) e questo gli ha permesso di respingere gli attacchi di Poulter e di McDowell. Nella quarta frazione questi ultimi si sono portati alla buca 15 a un solo colpo da Johnson, che però ha risposto alla grande realizzando un eagle alla 16, imbucando il secondo colpo dalla distanza, e un birdie alla 17 con cui ha chiuso il conto. In totale un eagle, cinque birdie e un bogey accusato in avvio. Stesso score anche per Poulter, sette birdie  un bogey, e per McDowell, sei birdie. Nel turno conclusivo ottima la partenza di Manassero con quattro birdie nelle prime otto buche, poi il cammino è divenuto più accidentato con tre bogey compensati in parte da due birdie per il parziale di 69 (-3). Per Molinari, che ha vinto questo torneo nel 2010, un birdie e un bogey nella prima parte, poi un cambio di marcia con tre birdie, a fronte di un altro bogey, per il 70 (-2). Al vincitore è andato un premio di 1.012.145 euro su un montepremi di 6.165.000 euro. Terzo giro – Francesco Molinari, 22° con 211 colpi (72 69 70, -5), e Matteo Manassero, 28° con 212 (72 70 70, -4), hanno girato entrambi in 70 (-2) colpi e sono rimasti sostanzialmente nella stessa posizione dopo il terzo giro dell’HSBC Champions – quarto torneo stagionale del WGC (World Golf Championships) e secondo delle Final Series nel ciclo di quattro che concludono la stagione dell’European Tour – in svolgimento sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), di Shanghai in Cina. Lo statunitense Dustin Johnson, 29enne di Columbia (South Carolina) con sette titoli nel PGA Tour, dopo aver eguagliato il record del campo nel secondo turno (63, -3), ha mantenuto un ritmo alto e con un parziale di 66 (-6)  e lo score di 198 (69 63 66, -18) ha contenuto il deciso attacco dell’inglese Ian Poulter, campione uscente, rinvenuto a sua volta con un 63 per un totale di 201 (71 67 63, -15). Johnson ha visto scendere il suo vantaggio da cinque a tre colpi, ma sono diminuiti anche i suoi avversari diretti, perché a contendergli il titolo sembrano rimasti soltanto lo stesso Poulter e il nordirlandese Graeme McDowell, salito al terzo posto con 202 (-14), grazie a un 64 (-8). Sono, infatti, lontani l’altro nordirlandese Rory McIlroy, l’inglese Justin Rose e il canadese Graham DeLaet, quarti con sei colpi di ritardo (204, -12). In buona posizione, ma con obiettivi limitati a migliorarla, il tedesco Martin Kaymer e gli americani Bubba Watson e Boo Weekley, settimi con 206 (-10), gli spagnoli Sergio Garcia, 10° con 207 (-9), e Gonzalo Fernandez Castaño, 14° con 208 (-8), e il sudafricano Ernie Els, 15° con 209 (-7). E’ in buona compagnia Francesco Molinari, affiancato dagli inglesi Luke Donald e Paul Casey e dallo statunitense Phil Mickelson, mentre Manassero è alla pari con l’inglese Lee Westwood e con il thailandese Thongchai Jaidee. Deludenti lo svedese Henrik Stenson e l’americano Brandt Snedeker, 58.i con 217 (+1), e l’iberico Miguel Angel Jimenez, 70° con 221 (+5). Molto aggressivo, come aveva promesso alla vigilia, Johnson, che ha infilato sei birdie, di cui cinque consecutivi, sulle prime nove buche, ma nel rientro ha pagato la foga eccessiva con due doppi bogey, il secondo sull’ultima buca con cui ha ridato speranze a Poulter, comunque attuditida altri quattro birdie di fila. Stesso inizio anche per l’inglese con sei birdie di cui cinque in sequenza per un parziale di 30 (-6), poi ha preso altri tre colpi al campo con un eagle, due birdie e un bogey nel rientro. Falsa partenza di Molinari con un doppio bogey alla buca 3, poi il recupero con tre birdie tra la 4ª e la 11ª. Dopo un bogey alla 13ª altri due birdie a chiudere. Inizio in altalena per Manassero con due bogey alternati a due birdie, poi dopo un terzo errore alla 10ª ha trovato un buon passo e tre birdie tra la 13ª e la 16ª. I due azzurri hanno giocato insieme nella stessa terna. Il montepremi è di 6.165.000  euro dei quali 1.012.145 euro saranno appannaggio del vincitore. Il torneo su Sky – La giornata finale del WGC HSBC Champions sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e 2HD, con collegamento dalle ore 4 alle ore 9. Replica dalle ore 19,45 ((Sky Sport 2 e 2HD). Secondo giro – Francesco Molinari, 23° con 141 colpi (72 69, -3), e Matteo Manassero, 27° con 142 (72 70, -2), hanno recuperato posizioni, dopo il 39° posto occupato da entrambi al termine del primo turno, nell’HSBC Champions – quarto torneo stagionale del WGC (World Golf Championships) e secondo delle Final Series nel ciclo di quattro che concludono la stagione dell’European Tour – in svolgimento sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), di Shanghai in Cina. Con un gran giro in 63 (-9) colpi lo statunitense Dustin Johnson, (132 – 69 63, -12), 29enne di Columbia (South Carolina) con sette titoli nel PGA Tour, ha stabilito il nuovo record del campo e ha preso il largo con cinque lunghezze di margine sui connazionali Bubba Watson e Boo Weekley e sul nordirlandese Rory McIlroy (137, -7), che era stato leader dopo 18 buche. Seguono al quinto posto con 138 (-6) gli spagnoli Gonzalo Fernandez Castaño e Sergio Garcia, gli inglesi Tommy Fleetwood e Ian Poulter, campione uscente, il sudafricano Ernie Els e il nordirlandese Graeme McDowell, all’11° con 139 (-5) l’americano Phil Mickelson e l’inglese Justin Rose e al 18° con 140 (-4) il sudafricano Louis Oosthuizen. L’inglese Luke Donald ha lo stesso score di Molinari e l’altro inglese Paul Casey affianca Manassero. Distacchi pesanti per il thailandese Thongchai Jaidee, per il tedesco Martin Kaymer e per l’inglese Lee Westwood, 38.i con 144 (par), e bassa classifica per lo svedese Henrik Stenson, 70° con 150 (+6), e per l’iberico Miguel Angel Jimenez, 71° con 151 (+7). “Sono molto contento – ha detto Johnson, che ha realizzato dieci birdie contro un solo bogey – del mio gioco di questi due giorni. Ho avuto sempre il controllo della palla, ho effettuato tanti buoni colpi con i ferri e ho messo molte volte la pallina a tre/cinque metri dalla bandiera, cosa che con questi green non è certo facile. Si, ho un buon vantaggio, ma non giocherò sulla difensiva nel fine settimana: non è nella mia indole. Io sono abbastanza aggressivo e non cambierò tattica”. Molinari ha effettuato una bella partenza con tre birdie in sette buche, poi ha attraversato un momento difficile tra la 11ª e la 14ª con due bogey, ma nel finale si è ripreso e con due birdie ha fissato il parziale di 69 (-3).  Ancora un avvio complicato, invece, per Manassero transitato alla buca 11 con un parziale di “+2” dopo due bogey, un birdie, un doppio bogey, due birdie e un altro bogey. A quel punto, però, ha cambiato passo e con quattro birdie di fila a chiudere ha siglato il 70 (-2). Il montepremi è di 6.165.000  euro dei quali 1.012.145 euro saranno appannaggio del vincitore. Il torneo su Sky – Il WGC HSBC Champions viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e 2HD, con collegamenti sabato 2 novembre a domenica 3 dalle ore 4 alle ore 9. Repliche: sabato 2, dalle ore 10 e dalle ore 18,30  (Sky Sport 3 e 3HD); domenica 3, dalle ore 19,45 ((Sky Sport 2 e 2HD). Primo giro – Francesco Molinari e Matteo Manassero  sono al 39° posto con 72 colpi (par) dopo il giro iniziale dell’HSBC Champions – quarto torneo stagionale del WGC (World Golf Championships) e secondo delle Final Series nel ciclo di quattro che concludono la stagione dell’European Tour – in svolgimento sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), di Shanghai in Cina. Con un’ottima prestazione, sottolineata da un 65 (-7), ha preso il comando il nordirlandese Rory McIlroy, che precede di due colpi lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño e il gallese Jamie Donaldson (67, -5) e di tre gli statunitensi Jordan Spieth e Bubba Watson e gli inglesi Tommy Fleetwood e Justin Rose (68, -4). Buon responso anche per l’inglese Paul Casey, per il sudafricano Ernie Els e per il nordirlandese Graeme McDowell, ottavi con 69 (-3) insieme all’americano Dustin Johnson, all’australiano Scott Hend, al thailandese Kiradech Aphibarnrat, e all’indiano Gaganjeet Bhullar. Seguono al 15° posto con 70 (-2) il tedesco Martin Kaymer, il sudafricano Louis Oosthuizen, lo spagnolo Sergio Garcia e l’inglese Luke Donald e al 28° con 71 (-1) lo statunitense Phil Mickelson, il giapponese Hideki Matsuyama e gli inglesi Lee Westwood e Ian Poulter, quest’ultimo campione uscente. Distacchi consistenti per lo svedese Henrik Stenson, 57° con 74 (+2), per l’iberico Miguel Angel Jimenez, 64° con 75 (+3), e per il thailandese Thongchai Jaidee, 70° con 76 (+4). McIlroy, che prima del torneo ha avuto la meglio in una gara-esibizione contro Tiger Woods, ha segnato otto birdie e un bogey. “Questo percorso mi piace perché si addice alle mie caratteristiche. Ho avuto pieno controllo della palla e mi sono procurato tante occasioni da birdie. Ho sbagliato solo un paio di putt, ma sono riuscito a rimediare con quelli di ritorno. E’ un ottimo inizio, proprio come speravo alla vigilia della gara. Punto alla prima vittoria stagionale, ma in realtà voglio arrivare a Dubai in condizioni di giocarmi tutte le mie chances per il primato nella money list. E’ stato frustrante affrontare una stagione come l’attuale dopo le precedenti due in cui ho avuto tante soddisfazioni, però mi sono armato di pazienza: lavorando, come sto facendo, nella direzione giusta  le cose, prima o poi, torneranno al loro posto”. I due azzurri hanno cominciato dalla buca 10. Molinari è inciampato in un bogey, poi ha rimediato con tre birdie per un due sotto par al giro di boa. Nel rientro ha perso il vantaggio sul campo con due bogey in chiusura. Pessimo l’avvio di Manassero con un bogey e un triplo bogey in sequenza. Il veronese, però, non si è disunito e nelle successive nove buche ha realizzato ben sei birdie, ma nel finale ha lasciato altri due colpi. Il montepremi è di 6.165.000  euro dei quali 1.012.145 euro saranno appannaggio del vincitore. Il torneo su Sky – Il WGC HSBC Champions viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e 2HD, con collegamenti da venerdì 1 novembre a domenica 3 dalle ore 4 alle ore 9. Repliche: venerdì 1 novembre, dalle ore 10 e dalle ore 0,30 ((Sky Sport 3 e 3HD); sabato 2, dalle ore 10 e dalle ore 18,30  (Sky Sport 3 e 3HD); domenica 3, dalle ore 19,45 ((Sky Sport 2 e 2HD). Prologo – Francesco Molinari, reduce dall’ottima prova con secondo posto nel BMW Masters, e Matteo Manassero proveranno a ritagliarsi un ruolo da protagonisti nell’HSBC Champions, quarto torneo stagionale del WGC (World Golf Championships) e secondo delle Final Series nel ciclo di quattro che concludono la stagione dell’European Tour. Allo Sheshan International GC, di Shanghai in Cina, sarà ancora in campo l’élite mondiale, Tiger Woods escluso. Nel field gli statunitensi Phil Mickelson, Bubba Watson, Brandt Snedeker e Dustin Johnson, i nordirlandesi Rory McIlroy e Graeme McDowell, gli spagnoli Sergio Garcia, Miguel Angel Jimenez e Gonzalo Fernandez Castaño. gli inglesi Lee Westwood, Justin Rose, Luke Donald, Paul Casey e Ian Poulter, campione uscente, i sudafricani Ernie Els e Louis Oosthuizen, il tedesco Martin Kaymer, il giapponese Hideki Matsuyama e il thailandese Thongchai Jaidee. Francesco Molinari torna sul percorso dove vince questa gara nel 2010, e che si addice alle sue caratteristiche, e pertanto appare particolarmente motivato. La scorsa settimana ha rimesso le cose a posto nel World Ranking, portandosi dal 49° al 37° posto e quindi riconquistando una posizione più sicura tra i “top 50”, ma vuole anche approfittare del momento favorevole per salire ancora. La settimana di riposo è costata invece tre passi indietro a Matteo Manassero (34°), che in questo finale di stagione ha l’obiettivo di ritrovare il suo gioco migliore. Il montepremi è di 6.165.000  euro dei quali 1.012.145 euro saranno appannaggio del vincitore. Il torneo su Sky – Il WGC HSBC Champions sarà teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e 2HD, con collegamenti da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre dalle ore 4 alle ore 9. Repliche: giovedì 31, alle ore 19 (Sky Sport 3 e 3HD); venerdì 1 novembre, dalle ore 10 e dalle ore 0,30 ((Sky Sport 3 e 3HD); sabato 2, dalle ore 10 e dalle ore 18,30  (Sky Sport 3 e 3HD); domenica 3, dalle ore 19,45 ((Sky Sport 2 e 2HD). I risultati