fbpx

WCG Bridgestone Invitational: Francesco Molinari ancora con i migliori del mondo

  31 Luglio 2012 News
Condividi su:

Francesco Molinari (nella foto) affronta il primo dei due consecutivi impegni negli Stati Uniti che lo vedranno in campo nel prestigioso WGC Bridgestone Invitational (2-5 agosto), terzo dei quattro tornei del World Golf Championship il mini circuito mondiale, e nel PGA Championship (9-12 agosto, Kiawah Island), quarto e ultimo major stagionale. Sul percorso del Firestone CC, ad Akron nell’Ohio, il Bridgestone Invitational sarà una sorta di anteprima del major, poiché vi prendono parte 78 tra i migliori giocatori del mondo che poi si trasferiranno in South Carolina dove la rosa sarà più ampia.

 

Molinari si è concesso una settimana di riposo dopo l’Open Championship, dedicandola a migliorare il gioco con il putter, che gli aveva dato qualche problema in Inghilterra. Nell’occasione aveva dichiarato: "Il Firestone CC è un campo che mi piace molto e che si addice alle mie caratteristiche, pertanto ho molta fiducia. Invece non conosco quello di Kiawah Island". Il torinese non è stato brillante nel major britannico, ma veniva da due splendidi secondi posti nell’Open de France e nello Scottish Open e, come lui stesso ha asserito, ha accusato un po’ di stanchezza. E’ la terza volta che Molinari partecipa a questa gara dove ha ottenuto un 39° posto (2010) e un 15° lo scorso anno, ma in questi particolari tornei nel suo palmares figurano un titolo (WGC-HSBC Champions, 2010) e un terzo posto (WGC-CA Championship, 2011). In sostanza ha le carte in regola per una prestazione da alta classifica. La lista dei favoriti parte ancora da Tiger Woods, che vanta sette vittorie ad Akron. Pur non essendo stato convincente nell’Open Championship ne è uscito con un terzo posto e, soprattutto con il secondo nel World Ranking, con un distacco inferiore al punto rispetto al leader, l’inglese Luke Donald. Questi, a digiuno di major, ha invece rotto il ghiaccio nel WGC lo scorso anno, ma non si giocava con formula medal (Accenture Match Play). Prevedibile tra i due una gara nella gara, perché se è vero che Woods, dovendo scegliere, preferirebbe andare a segno nel PGA Championship per avvicinarsi con il 15° successo in un major ai 18 di Jack Nicklaus, è certo che ora non lascerà nulla di intentato per riprendersi la leadership mondiale. Difende il titolo l’australiano Adam Scott e sarà interessante seguire le sue reazioni dopo l’incredibile modo in cui ha gettato al vento un Open Championship che a quattro buche dal termine era saldamente nelle sue mani. A beneficiare dei suoi errori è stato il sudafricano Ernie Els,  43anni e una carriera che sembrava nella parabola discendente dopo un 2011 senza successi e ora clamorosamente rilanciata. Quasi tutti i partecipanti sono in grado di imporsi, ma va concesso credito in particolare ai soliti noti, sempre capaci di fare la differenza anche quando magari non sono al top, come ad esempio Phil Mickelson e Jim Furyk, il nordirlandese Rory McIlroy, il tedesco Martin Kaymer e gli inglesi Lee Westwood e Justin Rose, quest’ultimo in vetta alla money list europea. Sembrano più tonici Zach Johnson e il nordirlandese Graeme McDowell, mentre ci si può aspettare sempre il guizzo da Hunter Mahan, da Bubba Watson, da Dustin Johnson, dallo spagnolo Sergio Garcia e dai sudafricani Charl Schwartzel e Louis Oosthuizen, tutti elementi che non hanno nella continuità il loro credo. Il montepremi è di 8.500.000 dollari dei quali 1.400.000 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – Il WGC Bridgestone Invitational sarà teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con i seguenti orari: giovedì 2 agosto e venerdì 3, dalle ore 20 alle ore 24 (canali Sky Sport Extra e Sky Sport Extra HD); sabato 4, dalle ore 18 alle ore 19,30 e dalle ore 20 alle ore 24 (canali Sky Sport Extra e Sky Sport Extra HD);  domenica 5, dalle ore 18 alle ore 19,30 e dalle ore 20 alle ore 24 (canali Sky Sport 1 e Sky Sport 1 HD). Repliche sui canali Sky Sport 1 e Sky Sport 1 HD: prima giornata, venerdì 3 agosto dalle ore 14; seconda giornata, sabato 4 dalle ore 14; terza giornata, domenica 5 dalle ore 14,35; quarta giornata, lunedì 6 dalle ore 9. Commento di Silvio Grappasonni, e Nicola Pomponi