fbpx

US Open: parte bene F. Molinari in vetta Thompson, 2° Woods

  15 Giugno 2012 News
Condividi su:

  Francesco Molinari (nella foto), autore di un bel primo giro con 71 (+1) colpi, è al 15° posto nel 112° US Open, il secondo major stagionale iniziato all’Olympic Club (par 70) di San Francisco in California, dove Matteo Manassero è al 93° con 76 (+6). Autentico exploit di Michael Thompson, 27enne di Tucson al secondo anno di circuito, che si è portato al comando con un gran 66 (-4) in una giornata in cui solo altri cinque concorrenti hanno chiuso sotto par sull’ostico tracciato del Lake Course, tutti al secondo posto con 69 (-1). Tra costoro c’è Tiger Woods, apparso molto tonico, che condivide la posizione con David Toms, Nick Watney, con l’inglese Justin Rose e con il nordirlandese Graeme McDowell, vincitore della gara nel 2010. Sono all’ottavo posto con il 70 del par Matt Kuchar, Jim Furyk e l’inglese Ian Poulter, affiancati da cinque giocatori, poi per trovare altri partecipanti sui quasi si fondavano le previsioni della vigilia bisogna scendere al 40° occupato dal sudafricano Charl Schwartzel, dall’inglese Lee Westwood e dallo spagnolo Sergio Garcia. Al 74° con 75 (+5) Dustin Johnson, i sudafricani Ernie Els e Retief Goosen e il fijano Vijay Singh, mentre hanno lo stesso score di Manassero anche Phil Mickelson Steve Stricker e l’australiano Adam Scott. Sono ancora più attardati il nordirlandese Rory McIlroy, campione uscente, e il sudafricano Louis Oosthuizen, 109.i con 77 (+7), Bubba Watson, 125° con 78 (+8), e l’inglese Luke Donald, numero uno mondiale, 140° con 79 (+9). Medesima posizione per il 14enne cinese Andy Zhang, entrato nel field all’ultimo momento per la defezione dell’inglese Paul Casey e divenuto il più giovane partecipante all’US Open della storia. Molinari si è trovato subito in difficoltà con un doppio bogey in apertura, ma ha avuto la forza di rimettersi rapidamente in carreggiata con tre birdie tra la quarta e la nona buca. I guai sono però ricominciati con una coppia di bogey (11ª e 12ª) e con un terzo alla 16ª, poi il torinese ha ridotto a un colpo lo svantaggio sul par con il quarto birdie alla buca 17. Manassero ha segnato quattro bogey nelle prime sei buche, seguiti da un birdie per un “+3” al giro di boa. Stesso andamento nel rientro con altri quattro bogey e un birdie nelle ultime sei buche. Michael Thompson, leader a sorpresa che nei due anni di tour ha collezionato solo tre piazzamenti tra i top ten, si è espresso con sette birdie e tre bogey; Tiger Woods (partito dalla buca 9) con un birdie e un bogey in uscita e con due birdie e un bogey quasi in chiusura. “Ho avuto il controllo del gioco per l’intero giro – ha detto – e mi sono trovato a mio agio. Ho dovuto modificare qualcosa perché il vento era cambiato rispetto ai giorni di prova. Tutto è andato come lo avevo programmato e lo score è sicuramente soddisfacente. No, non credo che avrei potuto far meglio: sono stato molto paziente nel seguire il mio piano di gioco. Domani probabilmente sarà diverso: qui le cose variano in continuazione e quindi occorre essere pronti ad adeguarsi”. Rischiano il taglio Rory McIlroy e Luke Donald, rispettivamente numero due e numero uno mondiale. Se ci si poteva anche aspettare una prestazione sotto tono del nordirlandese, che da qualche tempo è in una scarsa condizione messa in rilievo sul campo da otto birdie contro un solo bogey, invece è stato quasi un fulmine a ciel sereno il 79 di Donald (nove bogey), tre settimane addietro dominatore nel BMW PGA Championship. Nel secondo giro terne invariate, ma orari e buche diversi. Matteo Manassero inizierà dalla 9 alle ore 8,39 locali con l’australiano Aaron Baddeley e con lo spagnolo Miguel Angel Jimenez; Francesco Molinari sarà sullo stesso tee alle ore 14,09 insieme a Bo Van Pelt e allo svedese Peter Hanson. Al via dalla buca 1, alle ore 13,18. Tiger Woods, Phil Mickelson e Bubba Watson. Il montepremi è di 8.000.000 di dollari dei quali 1.440.000 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – L’US Open viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva della TV satellitare Sky sui canali Sky Sport 2 e Sky Sport 2 HD con collegamento nei giorni di gara dalle ore 22 alle ore 4. Le dirette sono anticipate alle 21,30 da Studio Golf. Repliche: seconda giornata, sabato 16, e terza giornata, domenica 17, dalle ore 9,30 e dalle ore 15 (Sky Sport 3 e HD); quarta giornata lunedì 18, dalle ore 20,30 (Sky Sport Extra e HD). Commento di Silvio Grappasonni, Alessandra Caramico, Nicola Pomponi., Massimo Scarpa e di Roberto Zappa.   I risultati