fbpx

SYMETRA: Molinaro 12ª vince una cinese LET ACCESS: a segno Isi Gabsa, 30ª Rossi

  24 Maggio 2015 News
Condividi su:

SYMETRA TOUR: VINCE UNA CINESE, GIULIA MOLINARO 12ª – Giulia Molinaro ha offerto una nuova bella prestazione nel Symetra Tour, il secondo circuito femminile statunitense, classificandosi 12ª con 211 colpi (72 70 69, -5) nel Symetra Classic, disputato al Raintree Country Club (par 72) di Charlotte nel North Carolina.   Si è imposta con 204 colpi (66 71 67, -12) la cinese Haruka Morita-Wanyaolu che ha superato con un birdie alla seconda buca di spareggio la canadese Augusta James (204 – 66 71 67), con la quale aveva terminato alla pari la gara. In terza posizione con 205 (-11) Rachel Rohanna, in quarta con 207 (-9) Lindy Duncan, in quinta con 208 (-8) Victoria Elizabeth e Katie Kempter e in settima con 209 (-7)  Daniela Iacobelli, Ani Gulugian, Marina Choi e Haley Italia, in vetta dopo due giri. Solo 19ª con 212 (-4) la messicana Alejandra Llaneza, leader dell’ordine di merito.   La Morita-Wanyaolu e la James, seconde dopo 36 buche, hanno realizzato lo stesso 67 (-5) entrambe con sei birdie e un bogey. La Molinaro, che ha effettuato una decisa rimonta dopo il 36° posto del primo giro, ha concluso con un parziale di 69 (-3) frutto di un eagle, quattro birdie e tre bogey. L’azzurra nelle quattro gare a cui ha preso parte in precedenza ha ottenuto tre piazzamenti tra le top ten. Alla vincitrice è andato un assegno di 16.500 euro su un montepremi di 110.000 euro.

 

Secondo giro – Giulia Molinaro, con un parziale di 70 (-2) colpi e lo score di 142 (72 70, -2), si è portata da 36° al 21° posto nel Symetra Classic, torneo del Symetra Tour – il secondo circuito femminile statunitense – che si conclude sul percorso del Raintree Country Club (par 72) a Charlotte nel North Carolina.

  La nuova leader con 136 (68 68, -8) è Haley Italia che per conquistare il primo titolo in carriera dovrà difendersi da una agguerrita concorrenza, braccata da alcune delle giocatrici più forti del tour: Katie Kempter, la canadese Augusta James, tutte e due già a segno quest’anno, e la cinese Haruka Morita-Wanyaolu, seconde con 137 (-7), e Rachel Rohanna, altra vincitrice stagionale, quarta con 138 (-6). Sono in corsa anche Ani Gulugian, Lindy Duncan, Marina Choi, Victoria Elizabeth, Laura Kueny e la giapponese Chie Arimura, seste con 139 (-5). Sembra fuori gioco la messicana Alejandra Llaneza, leader della money list, 15ª con 141 (-3).   La Haley, lanciata da Bubba Watson che due anni addietro pagò di persona la sua iscrizione a una gara e poi la seguì come caddie per farle fare esperienza (sono entrambi cresciuti golfisticamente allo Stonebrook Golf Club di Pace, in Florida), ha realizzato il secondo 68 (-4) di fila con cinque birdie e un bogey. Due colpi in più per la Molinaro, quest’anno tre volte terminata tra le top ten in quattro gare disputate, che ha segnato quattro birdie e due bogey. Il montepremi è di 110.000 euro.   Primo giro  – Inizio soft di Giulia Molinaro che con il 72 del par è al 36° posto nel Symetra Classic (Symetra Tour) sul percorso del Raintree Country Club (par 72) a Charlotte nel North Carolina. Guidano la graduatoria con 66 (-6) la canadese Augusta James e la cinese Haruka Morita-Wanyaolu, che precedono di misura Katie Kempter e la filippina Dottie Ardina (67, -5). Al quinto posto con 68 (-4) Cindy Lacrosse, Haley Italia, Laura Kueny, Victoria Elizabeth, Marina Choi, Carleigh Silvers, Casey Grice e Nicole Jeray. In 26ª posizione con 71 (-1) la messicana Alejandra Llaneza, leader dell’ordine di merito.   La James ha segnato un eagle, cinque birdie e un bogey, la Morita-Wanyaolu otto birde e due bogey, la Molinaro, tre volte tra le top ten in quattro gare disputate, quattro birdie, due bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 110.000 euro.   Prologo – Dopo il sesto posto nel Mission Health Wellness Classic, Giulia Molinaro sarà nuovamente impegnata nel Symetra Tour, il secondo circuito femminile statunitense, che propone il Symetra Classic (21-23 maggio, 54 buche) sul percorso del Raintree Country Club a Charlotte nel North Carolina.   Oltre all’azzurra, che si è classificata per tre volte tra le top ten in quattro gare a cui ha preso parte, saranno tra le favorite la messicana Alejandra Llaneza, leader della money list, Brianna Do, Lee Lopez, Daniela Iacobelli, Brittany Benvenuto e le canadesi Augusta James e  Maude Aimee Leblanc. Il montepremi è di 110.000 euro. I risultati   LET ACCESS: TITOLO ALLA TEDESCA ISI GABSA, 30ª ANNA ROSSI – La tedesca Isi Gabsa (211 – 70 71 70, -5) ha prevalso nel PGA Halmstad Ladies Open, quarto evento stagionale del LET Access Series, il tour minore continentale femminile, svoltosi sul tracciato dell’ Haverdals Golfklubb (par 72), ad Halmstad in Svezia.   Deluse le giocatrici di casa che erano in cinque tra le prime sei dopo 36 buche e che si sono dovute accontentare del secondo posto con Jessica Ljungberg (214 – 72 70 72, -2. In terza posizione con 216 (par) l’inglese Kym Larratt e la dilettante spagnola Natalia Escuriola e in quinta con 217 (+1) le svedesi Isabella Ramsay, Josephine Janson, in vetta dopo due giri, e l’amateur Beatrice Wallin.   Anna Rossi, 30ª con 226 (78 75 73, +10), è stata la migliore tra le italiane, e hanno concluso poco più indietro Elisabetta Bertini (72 78 77) e Stefania Avanzo (75 72 80), 35.e con 227 (+11), Vittoria Valvassori (76 76 76) e Laura Sedda (74 75 79), 39.e con 228 (+12). Sono uscite al taglio, caduto a 153 (+9), Alessandra Averna (160 – 80 80, +16) e Alessandra Braida (166 – 84 82, +22).   Secondo giro – Svedesi all’attacco nel secondo giro del PGA Halmstad Ladies Open, quarto evento stagionale del LET Access Series, il tour minore continentale femminile, in svolgimento sul tracciato dell’Haverdals Golfklubb (par 72), ad Halmstad in Svezia.   E’ salita in vetta con 140 colpi (72 68, -4) Josephine Janson, seguita dalla dilettante Beatrice Wallin, seconda con 141 (-3) alla pari con la tedesca Isi Gabsa, quindi nell’ordine Jessica Ljungberg (142, -2), Louise Friberg (143, -1) e Isabella Ramsay (144, par).   Sono rimaste in gara cinque delle sette italiane in campo: Stefania Avanzo, 12ª con 147 (75 72, +3), Laura Sedda, 18ª con 149 (74 75, +5), Elisabetta Bertini, 33ª con 150 (72 78, +6), Vittoria Valvassori, 34ª con 152 (76 76, +8), e Anna Rossi, 41ª con 153 (78 75, +9). Sono uscite al taglio, caduto a 153, Alessandra Averna (160 – 80 80, +16) e Alessandra Braida (166 – 84 82, +22). Il montepremi è di 35.000 euro.   Primo giro – Elisabetta Bertini è all’ottavo posto con 72 (par) colpi nel PGA Halmstad Ladies Open, quarto evento stagionale del LET Access Series, il tour minore continentale femminile, in svolgimento sul tracciato dell’Haverdals Golfklubb (par 72), ad Halmstad in Svezia. Guidano la graduatoria con 70 (-2) la tedesca Isi Gabsa e la dilettante svedese Beatrice Wallin davanti alla finlandese Leena Makkonen, alle scozzesi Michele Thomson e Jane Turner, all’inglese Kym Larratt e all’irlandese Tara Delaney, terze con 71 (-1).   Sono in buona posizione Laura Sedda, 19ª con 74 (+2), e Stefania Avanzo, 28ª con 75 (+3), e sono più attardate Vittoria Valvassori, 36ª con 76 (+4), Anna Rossi, 64ª con 78 (+6), Alessandra Averna, 83ª con 80 (+8), e Alessandra Braida, 104ª con 84 (+12). Il montepremi è di 35.000 euro.   Prologo  – Quarto appuntamento stagionale per il LET Access Series, il tour minore continentale femminile in continua crescita per tornei e per partecipazione. Si disputa il PGA Halmstad Ladies Open (22-24 maggio, 54 buche) sul tracciato dell’Haverdals Golfklubb, ad Halmstad in Svezia, dove saranno di scena Elisabetta Bertini, Laura Sedda, Vittoria Valvassori, Anna Rossi, Alessandra Braida, Alessandra Averna e Stefania Avanzo.   Sono in preponderanza le giocatrici di casa con Emma Westin, Isabella Ramsay, Emma Nillson e Lina Boqvist candidate al titolo insieme  alla norvegese Cecilie Lundgreen, alle spagnole Maria Palacios e Maria Beautell, alla scozzese Michele Thomson, alla finlandese Sanna Nuutinen e alla francese Manon De Roey. Ci riprova anche la dilettante tedesca Olivia Cowan, che ha vinto due settimane addietro l’ASGI Ladies Open in Svizzera. Il montepremi è di 35.000 euro. I risultati