fbpx

Qualifying School: Delpodio entra nell’European Tour

  28 Novembre 2012 News
Condividi su:

Matteo Delpodio, classificandosi al 14° posto con 420 colpi (67 69 65 79 69 71, -8), ha conquistato una delle 28 “carte” per l’European Tour assegnate al termine della Qualifying School che si è tenuta con la partecipazione di 156 concorrenti sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70) al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna. Il 27enne torinese, passato di categoria nel 2007 e che vanta quattro titoli nell’Alps Tour e un successo nell’ordine di merito dello stesso circuito (2010) che gli ha permesso di salire nel Challenge Tour, ha ottenuto, come tutti i promossi, la categoria 11. Gli altri riceveranno la categoria 14 (con poche chances di giocare), sempre per il circuito maggiore, e la 7 per il Challenge Tour e tra costoro c’è Nicolò Ravano che ha concluso al 60° posto con 432 (74 70 69 72 71 76, +4).

 

Dunque nel 2013 saranno sei i giocatori con ‘carta’ piena nel circuito continentale: Edoardo e Francesco Molinari, Matteo Manassero, Lorenzo Gagli, Alessandro Tadini (che l’ha ottenuta nel Challenge Tour) e Delpodio. Potrà comunque disputare qualche torneo anche Ravano, che in quelle occasioni, con buoni risultati, potrà migliorare la sua posizione. La gara è stata vinta, dopo una maratona di 108 buche, dall’inglese John Parry con 409 colpi (71 71 64 67 66 70, -19) che ha preceduto lo svedese Mikael Lundberg (413, -15) e l’inglese Andy Sullivan (415, -13). Al quarto posto con 417 (-11) l’argentino Estanislao Goya, il finlandese Peter Erofejeff e il dilettante tedesco Moritz Lampert, al settimo con 418 (-10) l’australiano Daniel Gaunt e l’inglese Matthew Southgate. Non hanno superato il taglio dopo 72 buche Marco Crespi, 80° con 288 (72 68 71 77, +4), l’amateur azzurro Filippo Bergamaschi, 99° con 290 (76 68 70 76, +6) e Andrea Rota, 132° con 294 (74 69 73 78, +10) che avranno la categoria 12 per il Challenge Tour (ma Crespi ha comunque categoria superiore).

 

Quinto giro – Matteo Delpodio (nella foto), 17° con 349 colpi (67 69 65 79 69, -7), ha recuperato sette posizioni nel quinto dei sei giri in cui si articola la finale della Qualifying School dell’European Tour alla quale hanno preso parte 156 concorrenti e che si svolge sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70) al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna. Dopo il taglio effettuato al termine delle prime 72 buche, sono rimasti in gara 72 giocatori dei quali i migliori 25 classificati al termine delle 108 buche avranno  la categoria 11 per l’European Tour 2013 e gli altri riceveranno la categoria 14 (con poche chances di giocare), sempre per il circuito maggiore, e la 7 per il Challenge Tour. Gli ultimi due giri si disputano allo Stadium Course. E’ in corsa per la ‘carta’ anche Nicolò Ravano, 45° con 356 colpi (74 70 69 72 71, par), sebbene il suo compito sia diventato arduo, poiché è a cinque colpi dall’ultima posizione utile per la ‘carta’. Nuovo leader è l’inglese John Parry (339 – 71 71 64 67 66, -17) che ha staccato nettamente il trio al secondo posto formato dal connazionale Matthew Southgate, dal finlandese Mikko Korhonen e dal dilettante tedesco Moritz Lampert (343, -13). Al quinto posto con 344 (-12) lo svedese Mikael Lundberg e l’inglese Andy Sullivan e al settimo con 345 (-11) lo svedese Bjorn Akesson, il francese Anthony Snobeck e l’inglese Matthew Nixon. Delpodio, dopo il devastante 79 (+7 allo Stadium Course) del quarto turno, ha avuto il merito di non disunirsi e di recuperare con un parziale di 69 (-3) dovuto a quattro birdie e a un bogey. Per Ravano 71 (-1) colpi con sei birdie, tre bogey e un doppio bogey. Non hanno superato il taglio Marco Crespi, 80° con 288 (72 68 71 77, +4), il dilettante Filippo Bergamaschi, 99° con 290 (76 68 70 76, +6) e Andrea Rota, 132° con 294 (74 69 73 78, +10) che avranno la categoria 12 per il Challenge Tour (ma Crespi ha comunque categoria superiore). Quarto giro – Matteo Delpodio (nella foto), 24° con 280 (67 69 65 79, -4), e Nicolò Ravano, 56° con 285 (74 70 69 72, +1), hanno superato il taglio dopo 72 buche e sono stati ammessi ai due giri finali nella Qualifying School dell’European Tour che si svolge, con la partecipazione di 156 concorrenti, sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70) al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna. Sono usciti Marco Crespi, 80° con 288 (72 68 71 77, +4), il dilettante Filippo Bergamaschi, 99° con 290 (76 68 70 76, +6) e Andrea Rota, 132° con 294 (74 69 73 78, +10). In vetta alla classifica l’argentino Estanislao Goya (272 – 64 71 64 73, -12) è stato raggiunto dall’inglese Andy Sullivan (71 67 65 69), mentre sono al terzo posto con 273 (-11) il finlandese Mikko Korhonen, gli inglesi John Parry e Richard McEvoy, il francese Anthony Snobeck e l’amateur tedesco Moritz Lampert. Nei primi quattro giri i partecipanti si sono alternati sui due tracciati e ora i 72 rimasti in gara competeranno gli ultimi due allo Stadium Course. I giocatori eliminati avranno la categoria 12 per il Challenge Tour (ma Crespi ha comunque categoria superiore), mentre al termine del torneo i migliori 25 avranno la categoria 11 per l’European Tour 2013 e gli altri riceveranno la categoria 14 (con poche chances di giocare), sempre per il circuito maggiore, e la 7 per il Challenge Tour. Terzo giro – Matteo Delpodio è rimasto al secondo posto con “meno 11” dopo il terzo giro della finale della Qualifying School dell’European Tour che si svolge, con la partecipazione di 156 concorrenti, sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70) al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna. La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei due percorsi. Delpodio (201 – 67 sul Tour Course, 69 sullo Stadium Course, 65 sul Tour Course) è affiancato dallo svedese Mikael Lundberg e la coppia ha due colpi di ritardo dall’argentino Estanislao Goya che ha un “meno 13” (199 – 64 TC, 71 SC, 64 TC) e che è in vetta sin dal turno iniziale. Al quarto posto con “meno 10” il dilettante tedesco Moritz Lampert e il finlandese Mikko Korhonen e al sesto con “meno 9” gli inglesi Andy Sullivan e Richard McEvoy.   Gli altri quattro azzurri sono a cavallo della linea del taglio che, dopo il quarto dei sei giri in programma (per 108 buche), lascerà in gara i primi 70 classificati e i pari merito al 70° posto: Marco Crespi è 54° con “meno 1” (211 – 72 SC, 68 TC, 71 TC), Nicolò Ravano 65° con “+ 1” (213 – 74 TC, 70 SC, 69 TC), l’amateur Filippo Bergamaschi 73° con “+2” (214 – 76 SC, 68 TC, 70 TC) e Andrea Rota 84° con “+4” (216 – 74 TC, 69 SC, 73 TC). Nei primi quattro giri i partecipanti si alternano sui due tracciati, poi gli ultimi due li effettueranno allo Stadiun Course: al termine i migliori 25, tra coloro che avranno superato il taglio, avranno la categoria 11 per l’European Tour 2013 e gli altri riceveranno la categoria 14 (con poche chances di giocare), sempre per il circuito maggiore, e la 7 per il Challenge Tour. I giocatori out dopo 72 buche avranno la categoria 12 per il Challenge Tour. Secondo giro – Matteo Delpodio è salito dal quarto al secondo posto con 136 colpi (67 69, -6) nella finale della Qualifying School dell’European Tour che si svolge, con la partecipazione di 156 concorrenti, sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70) al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna. E’ rimasto al comando con 135 (64 71, -7) l’argentino Estanislao Goya, mentre Delpodio ha la compagnia del finlandese Mikko Korhonen, dello scozzese Gary Orr, del francese Anthony Snobeck e dello svedese Mikael Lundberg. Hanno recuperato posizioni anche gli altri quattro italiani in gara: Marco Crespi è passato dal 27° al 20° posto con 140 (72 68, -2), e hanno lasciato il 97° Andrea Rota, ora 52° con 143 (74 69, +1), Nicolò Ravano (74 70) e il dilettante Filippo Bergamaschi (76 68), 66.i con 144 (+2). Si compete sulla distanza di 108 buche (primi quattro giri a percorsi alternati, poi gli ultimi due allo Stadiun Course) con taglio dopo 72 che lascerà in gara i primi 70 classificati e i pari merito al 70° posto: al termine i migliori 25 avranno la categoria 11 per l’European Tour 2013 e gli altri riceveranno la categoria 14 (con poche chances di giocare), sempre per il circuito maggiore, e la 7 per il Challenge Tour. Coloro che usciranno al taglio avranno la categoria 12 per il Challenge Tour. Primo giro – Bell’inizio di Matteo Delpodio, quarto con “meno 3”, nella finale della Qualifying School dell’European Tour che si svolge, con la partecipazione di 156 concorrenti, sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70) al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna. La classifica fa riferimento al par essendo diversi quelli dei due percorsi in cui si gioca. Delpodio, che ha girato in 67 colpi (cinque birdie, due bogey) al Tour Course, ne ha tre di ritardo dall’argentino Estanislao Goya, leader con “meno 6” (64 al TC). Buona prestazione anche di Marco Crespi, 27° con il par (72 allo Stadium Course), e difficoltà per gli altri tre italiani presenti, tutti al 97° posto con “+4”: Nicolò Ravano, Andrea Rota (entrambi 74 TC) e il dilettante Filippo Bergamaschi (76 SC). Goya è seguito con “meno 4” dallo svedese Mikael Lundberg (68 SC) e dallo scozzese George Murray (66 TC), mentre Delpodio è affiancato dagli inglesi David Griffiths e Richard McEvoy, dallo scozzese Gary Orr e dall’australiano Scott Arnold, tutti come lui in campo al Tour Course dove si sono esibiti ben 12 dei primi 14 giocatori in graduatoria. Si compete sulla distanza di 108 buche (primi quattro giri a percorsi alternati, poi gli ultimi due allo Stadiun Course) con taglio dopo 72 che lascerà in gara i primi 70 classificati e i pari merito al 70° posto: al termine i migliori 25 avranno la categoria 11 per l’European Tour 2013 e gli altri riceveranno la categoria 14 (con poche chances di giocare), sempre per il circuito maggiore, e la 7 per il Challenge Tour. Coloro che usciranno al taglio avranno la categoria 12 per il Challenge Tour. Prologo – Marco Crespi, Matteo Delpodio, Nicolò Ravano, Andrea Rota e il dilettante Filippo Bergamaschi provano a conquistare la ‘carta’ per l’European Tour 2013 nella finale della Qualifying School che si svolge, con la partecipazione di 156 concorrenti, sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70) al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna. Si compete sulla distanza di 108 buche (primi quattro giri a percorsi alternati, poi gli ultimi due allo Stadiun Course) con taglio dopo 72 che lascerà in gara i primi 70 classificati e i pari merito al 70° posto: al termine i migliori 25 avranno la categoria 11 per l’European Tour 2013 e gli altri riceveranno la categoria 14 (con poche chances di giocare), sempre per il circuito maggiore, e la 7 per il Challenge Tour. Coloro che usciranno al taglio avranno la categoria 12 per il Challenge Tour. Nel field vi sono numerosi giocatori già nel circuito e ora in un momento di difficoltà  quali lo spagnolo Pablo Martin, gli inglesi Paul Broadhurts, Nick Dougherty e Oliver Wilson, l’argentino Daniel Vancsik, vincitore dell’Open d’Italia nel 2009, il portoghese José Filipe Lima, lo svedese Jarmo Sandelin e i gallesi Bradley Dredge e Stephen Dodd, vincitori nel 2005 della World Cup.I risultati