fbpx

QS Asian Tour: niente ‘carta’ per Nino Bertasio

  21 Gennaio 2012 News
Condividi su:

Nino Bertasio (nella foto) ha ceduto nel giro finale, scendendo dal 51° all’84° posto con 293 colpi (70 74 71 78, +5) dopo un 78 (+6), e non è riuscito ad assicurarsi una delle 42 ‘carte’ assegnate per l’Asian Tour 2012 nella finale della Qualifying School che si è svolta sui due percorsi dello Springfield Royal CC (par 72) e del Lakeview GC (par 72), a Hua Hin in Thailandia. La gara è stata vinta con 274 (72 65 69 68, -14) dallo statunitense David Lipsky che ha preceduto di due colpi il connazionale Dodge Kemmer, l’indiano Rahil Gangjee, l’australiano Adam Groom e il thailandese Arnold Vongvanij (276, -12). Al sesto posto con 277 (-11) l’inglese Stephen Letwon e il giapponese Sushi Ishagaki, all’ottavo con 278 (-10) l’altro nipponico Yosuke Tsukada. Molte difficoltà e gioco piuttosto altalenante per Bertasio, come dimostra anche lo score con un eagle, quattro birdie, cinque bogey, due doppi bogey e un triplo bogey.

 

Alla finale hanno preso parte 249 concorrenti su 250 aventi diritto che, nei primi due giri, si sono alternati sui due tracciati, poi i 109 che hanno superato il taglio hanno concluso sullo Springfield Royal CC.

 

Bertasio ha avuto accesso alla finale superando lo Stage 1 al quale hanno partecipato senza fortuna anche Alessio Bruschi e Marco Cidonio. Complessivamente nelle due fasi della Qualifying School sono scesi in campo 580 concorrenti, nuovo record di presenze che supera ampiamente il precedente di 507 (2009).     I risultati