fbpx

Pilsner Urquell Pro Tour: via al DoubleTree Acaya Open

  17 Luglio 2012 News
Condividi su:

Il DoubleTree by Hilton Acaya Open (18-21 luglio), torneo in calendario nel Challenge Tour e nel Pilsner Urquell Pro Tour, il circuito delle gare nazionali, scatta sul percorso del DoubleTree by Hilton Acaya Golf Club, a Vernole (LE). Al via 156 concorrenti, di cui sei dilettanti, provenienti da 27 nazioni, tra i quali vi saranno tutti gli elementi migliori del circuito. Ampia la lista dei favoriti che inizia con i vincitori stagionali: Marco Crespi (suo il Telenet Trophy), lo scozzese Raymond Russell, il tedesco Maximilian Kieffer, il francese Gary Stal, lo spagnolo Eduardo de la Riva, e gli inglesi Eddie Pepperell, Phillip Archer e Seve Benson. Tra gli altri candidati al titolo ricordiamo due elementi che hanno militato a lungo nell’European Tour, l’argentino Daniel Wancsik, vincitore di due tornei tra i quali l’Open d’Italia (2009), e  l’inglese Ross McGowan, a segno nel Madrid Masters (2009), quindi i francesi Anthony Snobeck Charles-Edoyard Russo, l’olandese Wil Besseling, il cileno Mark Tullo, il sudafricano Michel Bothma, gli australiani Daniel Gaunt e Andrew Tampion, il portoghese José-Filipe Lima e il tedesco Nicolas Meitnger.

 

Tra i 24 giocatori italiani, oltre a Crespi, possono puntare al titolo Alessandro Tadini (tre titoli nel Challenge Tour) e Andrea Perrino, reduce dall’ottimo terzo posto di domenica scorsa in Svizzera, ma hanno le carte in regola per ben figurare anche Matteo Delpodio, Gregory Molteni, Andrea Maestroni, Alessio Bruschi, Nino Bertasio e il giovanissimo Domenico Geminiani, alle prime gare da pro. Sei, come detto, gli amateur: Filippo Bergamaschi, Andrea Bolognesi, Corrado De Stefani, Lorenzo Scotto, Filippo Zucchetti e il pugliese Francesco Laporta, portacolori del San Domenico Golf. L’evento è sponsorizzato da Puglia Promozione, in una regione che crede molto nel golf come veicolo di peso per l’incremento del turismo, dalla Camera di Commercio di Lecce, dalla Provincia di Lecce, da Confindustria, da Ecomet e da Cevitel. Sponsor tecnici: Wicity, Semar Viaggi, Magistra Vini, Eurospin, S&G, Interfutta Fatano e Vision Ottica di Cillo Claudio. Uno dei giocatori più attesi è il 32enne inglese Oliver Wilson, che dopo due ottime stagioni nell’European Tour, ha avuto qualche difficoltà ed ora si alterna tra circuito maggiore e Challenge. Elemento di belle qualità, è uno dei migliori amici di Francesco Molinari: "E’ una persona con cui lego molto – ha detto qualche tempo addietro il torinese – e abbiamo tra l’altro abbiamo disputato insieme nel 2004 la Qualifying School". Il DoubleTree by Hilton Acaya Open avrà luogo sulla distanza di 72 buche. Dopo 36 il taglio lascerà in gara i primi 60 classificati e i pari merito al 60° posto che si contenderanno il montepremi di 160.000 euro dei quali 25.600 andranno al vincitore.

 

E’ la quinta tappa del Pilsner Urquell Pro Tour, il circuito di dieci gare nazionali allestito dal Comitato Organizzatore Tornei dei Professionisti della FIG. Oltre che dal brand che fa capo al gruppo Birra Peroni, il Pro Tour è sponsorizzato dal Major sponsor CartaSi, dal Fornitore ufficiale Under Armour, dai Partner ufficiali Surgal Clinic e Webgolf. Media partner: Sky Sport HD; Commercial advisor: RCS Sport. Osservato speciale Domenico Geminiani (nella foto) per i suoi sedici anni e per le potenzialità che gli accreditano: "Mi limiterò – ha detto – fa fare il mio gioco, cercando di disputare un buon torneo e, se non succederà, mi applicherò ulteriormente in campo pratica. La vita del professionista è davvero bella. Sta guadagnando esperienza vicino a tanti bravi giocatori. La scorsa settimana qualcuno ha girato in nove colpi sotto par e mi son chiesto se era sullo stesso percorso in cui ero io. Naturalmente, quando ho preso la decisione di cambiare categoria, sapevo che avrei incontrato delle difficoltà e in effetti ci sono, ma sto imparando e tutto questo mi diverte. Sto utilizzando bene il mio tempo sul Challenge Tour e vedo che i miei score migliorano. La scorsa settimana in Svizzera potevo fare meglio, ma la palla non voleva proprio entrare in buca e più di una volta ha sbordato. Io credo di avere il gioco adatto per arrivare al successo, ma occorre anche trovare la settimana in cui tutto fila per il verso giusto. Sarebbe fantastico se capitasse qui in Puglia. Non ho mai giocato ad Acaya, ma mi hanno detto che lo scorso anno il campo è stato un severissimo test con score alti: sarà in ogni caso un’ulteriore esperienza molto importante".

 

Il percorso del DoubleTree by Hilton Acaya Golf Club si snoda in un contesto naturale di rara bellezza, nel verde della macchia mediterranea. Opera del noto studio americano Hurdzan-Fry, in ogni buca offre differenti difficoltà sollecitando continuamente il giocatore a esprimere le sue doti migliori. Alcune delle 18 buche sono costeggiate da incantevoli laghetti e  ruscelli sistemati strategicamente. Spettacolare la cascata che taglia in due le buche 10 e 18. Il campo fa parte del DoubleTree by Hilton Acaya Golf Resort. Situato nel cuore del Salento, il Resort si trova al centro di uno scenario suggestivo e unico al mondo, immerso nel verde della macchia mediterranea, affiancato dall’Oasi Naturale WWF delle Cesine da una parte e dal mare Adriatico dall’altra. Dispone di 97 camere di cui 9 suite dotate di ogni comfort. Tutte le notizie relative ai tornei del Pilsner Urquell Pro Tour, agli sponsor e ai circoli ospitanti vengono pubblicate sul sito ufficiale del circuito all’indirizzo: www.italianprotour.com Il sito stesso è integrato con il Social Network Facebook dove è presente una pagina ufficiale (http://www.facebook.com/golfitalianprotour)