PGA Tour: titolo a Cantlay, doppia beffa per Rahm

Cantlay Patrick
  26 Ottobre 2020 News
Condividi su:

Vittoria a sorpresa di Patrick Cantlay, delusione doppia per lo spagnolo Jon Rahm e Tiger Woods, campione uscente, quasi in coda alla classifica nello ZOZO Championship @ Sherwood (PGA Tour) sul percorso dello Sherwood Country Club (par 72), a Thousand Oaks in California.

Patrick Cantlay, 28enne di Long Beach (California), ha firmato il terzo titolo sul circuito rinvenendo dalla quarta piazza con un 65 (-7, nove birdie, due bogey), per un totale di 265 (67 65 68 65, -23) sorpassando Justin Thomas e Jon Rahm, secondi con 266 (-22). Per l’iberico è stata una vera beffa. Infatti, dopo un’ottima rimonta nel terzo giro, con cui si era portato alle spalle di Thomas, leader, sperava di conquistare il sesto successo sul circuito (ne vanta anche sei sull’European Tour) e di tornare numero uno mondiale. Per salire sul tetto del mondo golfistico e superare Dustin Johnson, assente per la positività al Covid-19, gli sarebbe bastato la seconda posizione in solitudine. che aveva alla 17ª buca, ma Thomas lo ha agganciato con un birdie alla 18ª e per soli 8 centesimi di punto Johnson ha potuto portare a 100, non consecutive, le sue settimane da numero uno del World Ranking.

Quanto a Tiger Woods, che puntava a confermare il titolo e ad arrivare all’83° sul tour per divenire recordman assoluto di vittorie, primato che attualmente condivide a 82 con Sam Snead, è rimasto costantemente nelle retrovie terminando 72° con 287 (-1), dopo un 74 (+2) finale. E ha lasciato l’amaro in bocca anche la 76ª posizione (su 78 concorrenti ammessi al torneo) di Phil Mickelson (291, +3).

Buon quarto posto con 269 (-19) per Russell Henley, Bubba Watson, Ryan Palmer e per l’australiano Cameron Smith, quindi undicesimo con 271 (-17) per Tony Finau, che rientrava dopo la quarantena per il Covid-19, e 14° con 272 (-16), per Patrick Reed. E’ continuata la rimonta tardiva (64° dopo un turno) del nordirlandese Rory McIlroy, 17° con 273 (-15), alla pari con Webb Simpson e con l’inglese Justin Rose, e prove deludenti di Jordan Spieth, 41° con 277 (-11), e di Collin Morikawa e di Matthew Wolff, 50.i con 279 (-9).

Patrick Cantlay, 101 gare sul tour, è salito dal 14° al nono posto nel World Ranking, rilevando l’inglese Tyrrell Hatton ora decimo, mentre Woods è scivolato al 29° e Francesco Moalinari è rimasto all’81°. Per il successo Cantlay è stato gratificato con un assegno di 1.440.000 dollari su un montepremi di 8.000.000 di dollari.

La gara, trasferita quest’anno dal Giappone agli Stati Uniti per la pandemia, si è disputata a porte chiuse rispettando le rigide norme sanitarie del PGA Tour.

I RISULTATI