fbpx

PGA Tour: nell’Honda Classic primo titolo per Thompson 29° Manassero, 37° Woods

  03 Marzo 2013 News
Condividi su:

Matteo Manassero si è classificato 29° con 283 colpi (73 67 71 72, +3) – dopo una lunga rimonta iniziata dal 117° posto del primo giro – nell’Honda Classic, torneo del PGA Tour disputato al PGA National Champion Course (par 70) di Palm Beach Gardens, in Florida. Inatteso vincitore Michael Thompson (271 – 67 65 70 69, -9), 28enne di Tucson in Arizona, che ha centrato il primo successo al terzo anno di circuito dopo i primi due trascorsi praticamente nell’anonimato. Ha preceduto di due colpi l’australiano Geoff Ogilvy (273, -7), uscito da un lungo periodo piuttosto grigio, e di quattro Luke Guthrie (275, -5) che in vetta nei primi due turni aveva iniziato da leader anche il terzo alla pari con Thompson. Sono mancati alle attese nella fase conclusiva Keegan Bradley e l’inglese Justin Rose, quarti con 277 (-3), insieme a Lucas Glover, a Erik Compton e all’inglese David Lynn, e soprattutto l’altro inglese Lee Westwood, terzo con due colpi di ritardo dai leader dopo 54 buche e nono al traguardo con 278 (-2) affiancato dal sudafricano Charl Schwartzel, dal nordirlandese Graeme McDowell e dal canadese Graham DeLaet. Molto alterno Tiger Woods, 37° con 284 (70 70 70 74, +4), che ha commesso numerosi errori lungo tutta la gara. Mai in corsa il sudafricano Ernie Els, 46° con 286 (+6), e il tedesco Martin Kaymer, 51° con 287 (+7). Nell’ultimo turno Thompson ha iniziato con un eagle, poi è andato in altalena fino alla buca 9 con due birdie e tre bogey, ma è rimasto al comando. Alla 16 però ha riaperto i giochi con un bogey e ha provato ad approfittarne Ogilvy che alla 18 ha messo a segno l’approccio per il birdie. Thompson al quale bastava un par per vincere, ha voluto chiudere in bellezza con un birdie. Manassero in difficoltà nel primo turno con un 73 (+3) ha avuto una bella reazione nel secondo e con un 67 (-3) ha evitato il taglio con il 65° posto e l’ultimo punteggio utile (140, par). Da quel momento ha risalito la graduatoria di 36 gradini e ha concluso con un 72 (+2) dovuto a due birdie, due bogey e un doppio bogey. Per Woods 74 (+4) colpi con un eagle, due birdie, quattro bogey e due doppi bogey. Nel secondo giro si è ritirato il nordirlandese Rory McIlroy, numero uno mondiale, per dolori al dente del giudizio. Al vincitore sono andati 1.080.000 dollari su un montepremi di sei milioni di dollari.Terzo giro – Matteo Manassero, 39° con 211 colpi (73 67 71, +1), ha recuperato altre 26 posizioni nell’Honda Classic (PGA Tour) che si conclude al PGA National Champion Course (par 70) di Palm Beach Gardens, in Florida. In risalita anche Tiger Woods, da 65° a 32° con 210 (70 70 70, par), che potrebbe provare nel giro finale a conquistare un piazzamento tra i “top ten” o a ridosso. In vetta alla classifica Luke Guthrie (202 – 68 63 71, -8), 23enne dell’Illinois appena promosso dal Web.com Tour dove ha ottenuto due titoli, è stato raggiunto da Michael Thompson (202 – 67 65 70), 28enne di Tucson in Arizona a caccia della prima vittoria. Non sarà facile per la coppia di testa contenere l’attacco di giocatori esperti quali l’inglese Lee Westwood e il redivivo australiano Geoff Ogilvy, terzi con 204 (-6), e anche di Rickie Fowler e di Charles Howell III, quinti con 205 (-5), di Keegan Bradley, dell’inglese Justin Rose e del coreano Y.E. Yang, settimi con 206 (-4) insieme allo svedese Peter Hanson e al canadese Graham DeLaet. Hanno poco da chiedere al torneo, se non una posizione migliore in graduatoria, il nordirlandese Graeme McDowell, 19° con 208 (-2), il sudafricano Charl Schwartzel, 26° con 209 (-1), il tedesco Martin Kaymer, 59° con 213 (+3), e il sudafricano Ernie Els, 62° con 214 (+4). Guthrie ha girato per la prima volta sopra par (71, +1), con due birdie e tre bogey, e anche Thompson ha rallentato con un 70 (par), dovuto a quattro bridie e ad altrettanti bogey. Woods ha realizzato tre birdie in otto buche, poi ha perso ritmo e concentrazione e con un bogey e un doppio bogey ha inanellato il terzo 70 consecutivo. Manassero è partito con un bogey, ha recuperato prima del giro di boa con un birdie, poi ha chiuso in 71 (+1) con la sequenza bogey-bogey-birdie a iniziare dalla buca 15. Il montepremi è di sei milioni di dollari dei quali 1.080.000 dollari andranno al vincitore Il torneo su Sky – La giornata finale dell’Honda Classic sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con collegamento dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 e 2 HD). Replica lunedì 4 marzo dalle ore 7,30 (Sky Sport 2 e 2 HD) e dalle ore 10 (Sky Sport 3 e 3 HD). Sempre lunedì 4, dalle ore 21 alle ore 23 “Speciale Honda Classic” (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Alessandra Caramico. Secondo giro – Matteo Manassero, grazie a un bel secondo giro in 67 (-3), è risalito dal 117° al 65° posto con 140 (73 67, par) colpi, stesso score di Tiger Woods, ed è rimasto in gara nell’Honda Classic (PGA Tour) che si sta disputando al PGA National Champion Course (par 70) di Palm Beach Gardens, in Florida. Guida la graduatoria con 131 (68 63, -9) Luke Guthrie – 23enne dell’Illinois appena promosso dal Web.com Tour dove ha ottenuto due titoli – con un colpo di vantaggio su Michael Thompson (132, -8). Al terzo posto con 133 (-7) Boo Weekley e il canadese Graham DeLaet, al quinto con 134 (-6) Doug LaBelle II, Charles Howell III, Sean O’Hair, gli inglesi Lee Westwood e Justin Rose e il redivivo australiano Geoff Ogilvy e all’11° con 135 (-5) il nordirlandese Graeme McDowell. Ritardo forse ancora colmabile per Dustin Johnson e per il tedesco Martin Kaymer, 24.i con 137 (-3), meno chances per il sudafricano Charl Schwartzel, 31° con 138 (-2), mentre per Woods, così come per Manassero, è ipotizzabile solo una buona risalita di classifica. Il veronese ha deciso il suo destino nelle prime sette buche. Dopo il 73 (+3) di partenza doveva ottenere uno score sotto par abbastanza consistente e in sette buche, con quattro birdie e un bogey, ha recuperato tre colpi al campo. Poi ha proseguito in stretto par e sul filo del rasoio, raggiungendo comunque l’obiettivo. Tiger Woods è partito bene con due birdie, poi ha regalato un po’ di tutto, comprese un paio di flappe alla buca 13 con relativo doppio bogey che in quel momento lo avevano messo fuori dal torneo. Subito dopo un birdie lo ha riportato dentro (in totale quattro birdie, due bogey, un doppio bogeyper il 70), ma certo non è la graduatoria che si aspettava. Con un risultato di vertice avrebbe potuto recuperare qualcosa nel world ranking, dove è secondo, nei riguardi del leader, il nordirlandese Rory McIlroy, costretto al ritiro dopo otto buche nel secondo turno per dolori al dente del giudizio. Non ha superato incredibilmente il taglio il colombiano Camilo Villegas, in vetta dopo un giro e uscito per un colpo (76° con 141, +1) dopo un 77 (+7).. Il montepremi è di sei milioni di dollari dei quali 1.080.000 dollari andranno al vincitore Il torneo su Sky – L’Honda Classic viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con i seguenti orari: sabato marzo 2 e domenica 3, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 e 2 HD). Repliche: seconda giornata: sabato 2 marzo, dalle ore 7,35 (Sky Sport 2 e 2 HD) e dalle ore 10 (Sky Sport 3 e 3 HD); terza giornata: domenica 3, dalle ore 7,30 e dalle ore 14,45 (Sky Sport 2 e 2 HD); quarta giornata: lunedì 4 dalle ore 7,30 (Sky Sport 2 e 2 HD) e dalle ore 10 (Sky Sport 3 e 3 HD). Sempre lunedì 4, dalle ore 21 alle ore 23 “Speciale Honda Classic” (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Alessandra Caramico. Primo giro – Matteo Manassero ha condotto in 73 (+3) colpi il primo giro e occupa il 117° posto nell’Honda Classic (PGA Tour) che si sta svolgendo al PGA National Champion Course (par 70) di Palm Beach Gardens, in Florida. Dopo molto tempo è tornato alla ribalta Camilo Villegas, trentenne colombiano di Medellin con tre titoli nel circuito, leader con 64 (-6) e un colpo di margine su Rickie Fowler, Robert Streb, sul sudafricano Branden Grace e sul canadese Graham DeLaet (65, -5). In una classifica molto corta sono nel numeroso gruppo al sesto posto con 66 (-4) Dustin Johnson, l’inglese Lee Westwood e il coreano Seung-Yul Noh e si trovano poco più indietro il nordirlandese Graeme McDowell, 16° con 67 (-3), l’inglese Justin Rose, 30° con 68 (-2), il belga Nicolas Colsaerts e i sudafricani Ernie Els e Louis Oosthuizen, 40.i con 69 (-1). Non è stata una giornata favorevole ai due grandi favoriti, il nordirlandese Rory McIlroy, numero uno mondiale, e Tiger Woods, numero due, che hanno concluso nel 70 del par (due birdie e due bogey per entrambi) e che, comunque, dalla 61ª posizione hanno tutto il tempo per recuperare. Stesso score per il sudafricano Charl Schwartzel, mentre difficilmente potrà evitare il taglio l’inglese Paul Casey, 140° con 78 (+8). Villegas si è espresso con un eagle e sei birdie, Manassero con un birdie e quattro bogey. Il veronese, nel secondo giro, dovrà realizzare uno score piuttosto basso per evitare brutte sorprese. Il montepremi è di sei milioni di dollari dei quali 1.080.000 dollari andranno al vincitore Il torneo su Sky – L’Honda Classic viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con i seguenti orari: venerdì 1 marzo, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 3 e 3 HD); sabato 2 e domenica 3, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 e 2 HD). Repliche: seconda giornata: sabato 2 marzo, dalle ore 7,35 (Sky Sport 2 e 2 HD) e dalle ore 10 (Sky Sport 3 e 3 HD); terza giornata: domenica 3, dalle ore 7,30 e dalle ore 14,45 (Sky Sport 2 e 2 HD); quarta giornata: lunedì 4 dalle ore 7,30 (Sky Sport 2 e 2 HD) e dalle ore 10 (Sky Sport 3 e 3 HD). Sempre lunedì 4, dalle ore 21 alle ore 23 “Speciale Honda Classic” (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Alessandra Caramico. Prologo – Matteo Manassero, dopo la partecipazione al WGC Accenture Match Play, è rimasto negli Stati Uniti e sarà in campo nell’Honda Classic (28 febbraio-3 marzo), torneo del PGA Tour che si svolgerà al PGA National Champion Course di Palm Beach Gardens, in Florida. Calamitano l’attenzione Tiger Woods e il nordirlandese Rory McIlroy, numero due e numero uno mondiale, entrambi in cerca di riscatto dopo la repentina uscita di scena nel primo turno nel WGC a Marana, come accaduto anche a Manassero, e che sono comunque attesi a un duello personale per la leadership nel world ranking. McIlroy al momento ha un buon vantaggio, ma Woods ha chiarito le sue intenzioni di puntare al sorpasso in tempi relativamente brevi vincendo a gennaio il Farmers Insurance Open. Tra i possibili protagonisti Keegan Bradley, Rickie Fowler e Dustin Johnson, i sudafricani Ernie Els, Louis Oosthuizen e Charl Schwartzel, il nordirlandese Graeme McDowell, il belga Nicolas Colsaerts e gli inglesi Lee Westwood, Paul Casey e Justin Rose. Quanto a Manassero, indipendentemente dall’esito del match play che comunque spesso non è in linea con la condizione, è sicuramente atteso ad una buona prova dopo le prime uscite nell’European Tour in cui ha navigato tra il nono e il 23° posto. Il montepremi è di sei milioni di dollari con prima moneta di 1.080.000 dollari. Il torneo su Sky – L’Honda Classic verrà teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con i seguenti orari: giovedì 28 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24 (canali Sky Sport 2 e 2 HD); venerdì 1 marzo, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 3 e 3 HD); sabato 2 e domenica 3, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 e 2 HD). Repliche: prima giornata, venerdì 1 marzo dalle ore 10 (Sky Sport 3 e 3 HD); seconda giornata: sabato 2 marzo, dalle ore 7,35 (Sky Sport 2 e 2 HD) e dalle ore 10 (Sky Sport 3 e 3 HD); terza giornata: domenica 3, dalle ore 7,30 e dalle ore 14,45 (Sky Sport 2 e 2 HD); quarta giornata, lunedì 4 dalle ore 7,30 (Sky Sport 2 e 2 HD) e dalle ore 10 (Sky Sport 3 e 3 HD). Sempre lunedì 4, dalle ore 21 alle ore 23 “Speciale Honda Classic” (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Alessandra Caramico.  I risultati