fbpx

PGA Tour: nel Texas Open Rory McIlroy secondo fallisce l’attacco a Woods

  08 Aprile 2013 News
Condividi su:

Il nordirlandese Rory McIlroy si è classificato al secondo posto con 276 colpi (72 67 71 66, -12) nel Valero Texas Open e in tal modo non è riuscito ad operare il controsorpasso su Tiger Woods, che lo aveva fatto scendere dal trono mondiale due settimane addietro. Nel torneo del PGA Tour, disputato sul percorso del JW Marriott (par 72) a San Antonio in Texas, McIlroy per raggiungere l’obiettivo avrebbe dovuto vincere, ma è stato beffato dallo scozzese Martin Laird che ha vanificato i suoi sforzi con un giro monstre in 63 (-9) colpi e si è imposto con lo score di 274 (70 71 70 63, -14) lasciandolo a due lunghezze. Al terzo posto con 277 (-11) Jim Furyk, Charley Hoffman e Billy Horschel, leader dopo tre turni, al sesto con 279 (-9) il coreano K.J. Choi, al settimo con 280 (-8) Daniel Summerhays, Jeff Overton e Bob Estes, al 10° con 281 (-7) l’irlandese Padraig Harrington insieme a Martin Flores e al tedesco Marcel Siem. Solo un rodaggio con alti e bassi in vista del Masters, primo major stagionale in programma ad Augusta da giovedì 11 aprile a domenica 14, per Matt Kuchar, per il sudafricano Charl Schwartzel, 22.i con 285 (-3), e per l’inglese Ian Poulter, 37° con 288 (par). A Laird, trentenne scozzese di Glasgow, il terzo titolo in carriera ha fruttato 1.116.000 dollari su un montepremi di 6.200.000 dollari e un salto al 56° posto del world ranking dove, come detto, conduce Tiger Woods con 11,62 punti contro i 10,99 di McIlroy.

Terzo giro – Il nordirlandese Rory McIlroy (nella foto), quarto con 210 (72 67 71, -6) alla pari con Ryan Palmer e con Bob Estes, ha guadagnato una posizione nel Valero Texas Open, ma ha perso un colpo nei riguardi di Billy Horschel, che ha mantenuto il comando con 206 (68 68 70, -10).

Sul percorso del JW Marriott (par 72) a San Antonio in Texas, McIlroy, che ha alternato momenti brillanti ad altri opachi (quattro birdie e tre bogey per il 71, -1), ha la possibilità comunque di vincere e di tornare leader mondiale, ma gli faranno concorrenza parecchi giocatori, oltre al leader. Infatti hanno chances Jim Furyk e Charley Hoffman, secondi con 208 (-8), Jeff Overton Daniel Summerhays, l’irlandese Padraig Harrington, lo scozzese Martin Laird e il coreano K.J, Choi, settimi con 211 (-5). Poco probabile un recupero di D.J, Trahan e del tedesco Marcel Siem, 12.i con 212 (-4). Solo un buon allenamento in vista del Masters, primo major stagionale in programma all’Augusta National nella prossima settimana (11-14 aprile), per Matt Kuchar e per il sudafricano Charl Schwartzel, 19.i con 215 (-1) dopo una buona risalita nel terzo giro, mentre ha qualche problema l’inglese Ian Poulter, 60° con 219 (+3). Il montepremi è di 6.200.000 dollari dei quali 1.116.000 andranno al vincitore. Secondo giro – Rory McIlroy ha improvvisamente cambiato marcia nel Valero Texas Open (PGA Tour) e con un 67 (-5) e lo score di 139 (72 67, -5) si è portato dal 45° al quinto posto dove ha la compagnia di Jim Furyk, Ben Kohles, Lee Janzen, del sudafricano Retief Goosen, del coreano K.J. Choi e di Brendon de Jonge dello Zimbabwe. McIlroy, che con un successo ritornerebbe leader mondiale sopravanzando Tiger Woods che lo ha recentemente detronizzato, ha segnato sette birdie e due bogey. Sul percorso del JW Marriott (par 72), a San Antonio in Texas, il nuovo leader è Bill Horschel con 136 (68 68. -8), il quale ha due colpi di vantaggio su Daniel Summerhays, Charley Hoffman e sull’australiano Steven Bowditch. Ha perso posizioni l’irlandese Padraig Harrington, da terzo a 15° con 141 (-3), mentre non traggono buoni auspici per il Masters, primo major stagionale in programma la prossima settimana ad Augusta (11-14 aprile), Matt Kuchar, 48° con 144 (par), l’inglese Ian Poulter e il sudafricano Charl Schwartzel, 63.i con 145 (+1). Il montepremi è di 6.200.000 dollari dei quali 1.116.000 andranno al vincitore. Primo giro – Non migliorano le prestazioni del nordirlandese Rory McIlroy che ha concluso al 45° posto con 72 (par) colpi il primo giro del Valero Texas Open (PGA Tour) in svolgimento sul tracciato del  JW Marriott (par 72), a San Antonio in Texas. Nella gara che anticipa il Masters (11-14 aprile, Augusta National), primo major dell’anno, McIlroy, numero due mondiale e teso a operare quanto prima il controsorpasso sul numero uno Tiger Woods, rende cinque colpi ai due leader, Peter Tomasulo e Matt Bettencourt, autori di un 67 (-5). Al terzo posto con 68 (-4) Billy Horschel, Bryce Molder, Harris English e l’irlandese Padraig Harrington, al settimo con 69 (-3) Jim Furyk e l’inglese Brian Davis insieme ad altri otto concorrenti, al 17° con 70 (-2) l’inglese Ian Poulter. Quanto a McIlroy, che ha segnato quattro birdie e altrettanti bogey, ha la compagnia del sudafricano Charl Schwartzel, mentre è più attardato Matt Kucher, 74° con 74 (+2) e a un passo dal taglio. Il montepremi è di 6.200.000 dollari dei quali 1.116.000 andranno al vincitore. Prologo – Rory McIlroy ha deciso di non seguire la linea generalizzata dei bigs, che hanno scelto di riposare nella settimana precedente il Master (11-14 aprile, Augusta National), e parteciperà al Valero Texas Open (4-7 aprile) che si disputa al  JW Marriott, a San Antonio in Texas. Con il nordirlandese saranno sul tee di partenza anche i sudafricani Charl Schwartzel, vincitore del primo major stagionale nel 2011, e Retief Goosen, Jim Furyk, Matt Kuchar, l’inglese Ian Poulter, l’irlandese Padraig Harrington e lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño. Difende il titolo Ben Curtis che difficilmente potrà ripetersi. Quanto a McIlroy con un successo tornerebbe numero uno mondiale superando nel world ranking Tiger Woods, che lo ha detronizzato due settimane addietro, tuttavia la scarsa condizione di forma palesata nello Shell Houston Open, dove è terminato 45°, gli concede poche chance. Come sempre, però, nel golf niente è scontato. Il montepremi è di 6.200.000 dollari dei quali 1.116.000 andranno al vincitore.   I risultati