fbpx

PGA Tour: nel Phoenix Open Hideki Matsuyama batte Rickie Fowler nel playoff

  08 Febbraio 2016 News
Condividi su:

Hideki Matsuyama si è imposto con 270 colpi (65 70 68 67, -14) nel Waste Management Phoenix Open (PGA Tour) al TPC Scottsdale Golf (par 71), nella città dell’Arizona da cui il club prende il nome. Il giapponese ha concluso le 72 buche del torneo alla pari con Rickie Fowler (270 – 65 68 70 67) e poi lo ha superato con un par alla quarta buca di spareggio.
Al terzo posto si è classificato con 272 (-12) Harris English e al quarto con 273 (-11) il neozelandese Danny Lee, leader con tre colpi di vantaggio sui due protagonisti dopo tre turni e messo fuori gioco da un 73 (+2). Al quinto con 274 (-10) Boo Weekley e all’undicesimo con 276 (-8) Phil Mickelson, autore di un inizio di stagione piuttosto altalenante.
Hanno offerto sprazzi di buon gioco, ma sempre rimanendo defilati dalla zona calda, Bubba Watson, Zach Johnson e Webb Simpson, 14.i con 277 (-7), Keegan Bradley, 24° con 279 (-5), e Brandt Snedeker, 33° con 280 (-4), mentre ci si attendeva qualcosa di più da Brooks Koepka, campione uscente, 41° con 282 (-2), e dal sudafricano Retief Goosen, 51° con 284 (par).
A Fowler è stata fatale la buca 17, un par 4 di 332 yards. Nell’ultimo giro (67, -4 con cinque birdie e un bogey) sul tee aveva un vantaggio di due colpi sul giapponese e ha optato per utilizzare il drive, dopo essersi consultato con il caddie. La palla ha attraversato tutto il green ed è terminata in acqua. Matsuyama (anche per lui 67 con quattro birdie) ha invece eseguito un colpo più corto e con altri due per il birdie ha agganciato il rivale che non è riuscito a evitare il bogey, poi sulla 18ª ha contrato il birdie di Fowler e si è andati allo spareggio.
Dopo due passaggi alla 18ª con par-birdie di entrambi e uno alla 10ª con par-par, i due contendenti sono andati alla 17ª. Fowler, questa volta, è ricorso al legno 3, come richiedeva la logica, ma il risultato è stato lo stesso, perché la palla ha virato un po’ a sinistra ed è entrata in acqua all’inizio del green. Matsuyama ha praticamente ripetuto la stessa tattica messa in pratica precedentemente e si è portato a poco più di un metro dalla buca con il secondo colpo. Fowler ha provato a segnare il par senza riuscirsi e il giapponese ha vinto con due putt.

Un salto nel world rankingMatsuyama, nativo di Ehime, compirà 24 anni il prossimo 25 febbraio. Ha centrato il secondo titolo nel circuito, dopo quello ottenuto nel Memorial Tournament del 2014 (ne vanta cinque anche nel Japan Tour), all’85ª gara disputata e ha messo in banca 1.170.000 dollari su un montepremi di 6.500.000 dollari. E’ inoltre balzato da 19° al 12° posto nel world ranking (p. 4,63), mentre Fowler è rimasto al quarto (p. 8,23). Sempre in vetta Jordan Spieth (p. 11,94) davanti al nordirlandese Rory McIlroy (p. 10,07) e all’australiano Jason

TERZO GIRO – Ancora un cambio della guardia in vetta al Waste Management Phoenix Open (PGA Tour) dove è salito il neozelandese Danny Lee con 200 colpi (67 66 67, -13).
Al TPC Scottsdale Golf (par 71), nella città dell’Arizona da cui il club prende il nome, il leader si è concesso una possibilità di vincere dall’alto dei tre colpi di vantaggio acquisiti su due avversari peraltro piuttosto agguerriti quali Rickie Fowler e il giapponese Hideki Matsuyama (203, -10). Al quarto posto con 204 (-9) Bryce Molder e Boo Weekley e al sesto con 205 (-8) Phil Mickelson, rinvenuto con un 65 (-6) dal 37°.
Questo terzetto ha chances di inserirsi nella corsa al titolo, anche se abbastanza ridotte, mentre non ne hanno più Webb Simpson, decimo con 207 (-6), e Zach Johnson, 17° con 208 (-5). Possono solo provare a migliorare la propria posizione Keegan Bradley, 31° con 210 (-3), Bubba Watson, 39° con 211 (-2), Brandt Snedeker, 50° con 212 (-1), Brooks Koepka, campione uscente, 53° con 213 (par), e il sudafricano Retief Goosen, 62° con 216 (+3).
Danny Lee, 25 anni, nato a Incheon in Corea e con un titolo nel circuito (Greenbrier Classic, 2015) e uno nell’European Tour (Johnnie Walker Classic) ottenuto nel 2009 quando era ancora dilettante, ha preso il largo realizzando un parziale di 67 (-4) colpi con sei birdie e due bogey.
Il montepremi è di 6.500.000 dollari con prima moneta di 1.170.000 dollari.
Il torneo su Sky – La giornata finale del Waste Management Phoenix Open andrà in onda, in diretta, in esclusiva e in alta definizione su Sky con collegamento sul canale Sky Sport 3 HD dalle ore 21 alle ore 0,30. Commento di Andrea Sillitti e di Massimo Scarpa.
SECONDO GIRO – James Hahn è il nuovo leader con 132 colpi (67 65, -10) del Waste Management Phoenix Open (PGA Tour), che si sta svolgendo al TPC Scottsdale Golf (par 71), nella città dell’Arizona da cui il club prende il nome.
Hahn, 35enne nato a Seoul in Corea, ma cittadino americano, ha ottenuto un solo titolo nel circuito lo scorso anno (Northern Open) e ha preso la vetta grazie a un 65 (-6) con sei birdie, senza bogey. Ha lasciato a un colpo il neozelandese Danny Lee e Rickie Fowler (133, -9), che guidava la graduatoria insieme all’irlandese Shane Lowry e al giapponese Hideki Matsuyama, ora quarti con 135 (-7) alla pari con Harris English.
Al nono posto con 137 (-5) Keegan Bradley, al 13° con 138 (-4) Bubba Watson e Brandt Snedeker, al 21° con 139 (-3) Brooks Koepka, campione uscente, Webb Simpson e Zach Johnson, al 37° con 140 (-2) Phil Mickelson e al 48° con 141 (-1) il sudafricano Retief Goosen. Hanno mancato il taglio, caduto a 142 (par), Jason Dufner, 91° con 145 (+3), l’irlandese Padraig Harrington e l’inglese Ian Poulter, 104.i con 146 (+4), e l’argentino Angel Cabrera, 120° con 148 (+6). Il turno è stato sospeso per oscurità, ma i quattro giocatori che debbono completarlo non apporteranno variazioni rilevanti nella classifica. Il montepremi è di 6.500.000 dollari con prima moneta di 1.170.000 dollari.
Il torneo su Sky – Il Waste Management Phoenix Open va in onda, in diretta, in esclusiva e in alta definizione su Sky con collegamenti sul canale Sky Sport 3 HD ai seguenti orari: sabato 6 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24; domenica 7, dalle ore 21 alle ore 0,30. Commento di Andrea Sillitti e di Massimo Scarpa.
PRIMO GIRO – Rickie Fowler, l’irlandese Shane Lowry e il giapponese Hideki Matsuyama sono al vertice, con 65 (-6) colpi, nel Waste Management Phoenix Open (PGA Tour) al TPC Scottsdale Golf (par 71), nella città dell’Arizona da cui il club prende il nome.
Il giro non è stato portato a compimento per la sopravvenuta oscurità, ma sulla classifica potrà incidere solo Bryce Molder, quarto con “meno 5” e in grado di raggiungere i primi avendo ancora due buche davanti. Stessa posizione per l’indiano Anibarn Lahiri, che ha chiuso in 66, in sesta con 67 (-4) Brooks Koepka, campione uscente, Brandt Snedeker, reduce dal successo della scorsa settimana nel Farmers Insurance Open, James Hahn, il neozelandese Danny Lee e l’inglese Greg Owen e in 11ª con 68 (-3) Keegan Bradley e Webb Simpson.
Un colpo in più per Phil Mickelson, 31° con 69 (-2), a metà classifica Jason Dufner e il sudafricano Retief Goosen, 67.i con 71 (par), e in bassa Zach Johnson e l’argentino Angel Cabrera, 101.i con 73 (+2), e l’irlandese Padraig Harrington, 115° con 74 (+3).
Cammino praticamente identico per Shane Lowry e per Hideki Matsuyama con otto birdie e due bogey, mentre Rickie Fowler ha assommato un eagle, sei birdie e due bogey. Il montepremi è di 6.500.000 dollari con prima moneta di 1.170.000 dollari.
Il torneo su Sky – Il Waste Management Phoenix Open va in onda, in diretta, in esclusiva e in alta definizione su Sky con collegamenti sul canale Sky Sport 3 HD ai seguenti orari: venerdì 5 febbraio, dalle ore 21 alle ore 1; sabato 6, dalle ore 21 alle ore 24; domenica 7, dalle ore 21 alle ore 0,30. Commento di Andrea Sillitti e di Massimo Scarpa.
PROLOGO – Il PGA Tour propone il Waste Management Phoenix Open (4-7 febbraio), che avrà luogo al TPC Scottsdale Golf, nella città dell’Arizona da cui il club prende il nome.
Saranno sul tee di partenza il campione uscente Brooks Koepka, che ha iniziato la carriera in Europa dove ha messo rapidamente in mostra le sue qualità per poi varcare altrettanto velocemente l’Oceano, Brandt Snedeker, reduce dal successo nel bagnatissimo Farmers Insurance Open, Phil Mickelson, Rickie Fowler e Keegan Bradley, che in quell’evento sono usciti al taglio, Bubba Watson, Zach Johnson, Jason Dufner e Kevin Kisner.
Saranno della partita anche l’irlandese Padraig Harrington, il sudafricano Retief Goosen, l’inglese Ian Poulter e l’argentino Angel Cabrera. Il montepremi è di 6.500.000 dollari con prima moneta di 1.170.000 dollari.
Il torneo su Sky – Il Waste Management Phoenix Open andrà in onda, in diretta, in esclusiva e in alta definizione su Sky con collegamenti sul canale Sky Sport 3 HD ai seguenti orari: giovedì 4 febbraio e venerdì 5, dalle ore 21 alle ore 1; sabato 6 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24; domenica 7, dalle ore 21 alle ore 0,30. Commento di Andrea Sillitti e di Massimo Scarpa.