fbpx

PGA Tour: la stableford a J.J. Henry

  09 Agosto 2015 News
Condividi su:

J.J. Henry (nella foto) ha realizzato 47 punti stableford (13 11 17 6) e si è imposto nel Barracuda Championship (PGA Tour) sul percorso del Montreux Golf & Country Club, a Reno in Nevada. Raggiunto nel giro finale da Kyle Reifers (47 – 9 14 2 22) lo ha poi superato con un eagle alla seconda buca di spareggio. La gara si è giocata con una inconsueta formula stableford modificata, dove si assegnavano cinque punti per l’eagle, due per il birdie, nessuno per il par e si perdeva un punto per un bogey e tre per un doppio bogey e altro di peggio.   Alle spalle dei due protagonisti Patrick Rodgers, terzo con 46, Andres Gonzales, quarto con 43, David Toms, quinto con 42, e il sudafricano Retief Goosen sesto con 41.   Henry, 40enne di Fairfield (Texas), ha raccolto solamente sei punti a chiudere (cinque birdie e quattro bogey), ma sono stati sufficienti per andare allo spareggio sebbene Reifers ne abbia collezionati 22 realizzando ben tre eagle insieme a quattro birdie e a un bogey. L’eagle nel playoff ha permesso a Henry di cogliere il terzo titolo sul circuito e il secondo in questo evento (2012, quando si chiamava Reno Tahoe Open). Ha percepito un assegno di 558.000 dollari su un montepremi di 3.100.000 dollari, ma soprattutto ha ottenuto l’esenzione fino al 2017, una manna per lui che era rientrato in questa stagione nel PGA Tour dopo il purgatorio del Web.com Tour.   Terzo giro – Continua a cambiare la classifica nel Barracuda Championship (PGA Tour) dove il nuovo leader è J.J. Henry con 41 punti (13 11 17). Sul percorso del Montreux Golf & Country Club, a Reno in Nevada, si gioca con una inconsueta formula stableford modificata, dove si assegnano cinque punti per l’eagle, due per il birdie, nessuno per il par e si perde un punto per un bogey e tre per un doppio bogey e altro di peggio.   Sono saliti al secondo posto con 40 David Toms (13 9 18) e lo svedese Jonas Blixt (12 12 16) e, in torneo di questo tipo, possono pensare al titolo anche Robert Garrigus, quarto con 37, Patrick Rodgers, quinto con 35, Steve Flesch, sesto con 34, Andres Gonzales e il sudafricano Retief Goosen, settimi con 33.   Henry ha realizzato 17 punti con nove birdie e un bogey. Toms di punti ne ha assommati 18 con dieci birdie e due bogey e Blixt ne ha mesi a segno 16 con un eagle, sette birdie e tre bogey. Il montepremi è di 3.100.000 dollari con prima moneta di $ 558.000.   Secondo giro – Torneo dagli esiti imprevedibili il Barracuda Championship (PGA Tour), che si sta disputando sul percorso del Montreux Golf & Country Club, a Reno in Nevada, perché si gioca con una inconsueta formula stableford modificata, dove si assegnano cinque punti per l’eagle, due per il birdie, nessuno per il par e si perde un punto per un bogey e tre per un doppio bogey e altro di peggio.   Classifica naturalmente rivoluzionata dove ora sono in vetta con 26 punti Brendan Steele (8 18) e Andres Gonzales (5 21), seguiti con 24 da J.J. Henry e dallo svedese Jonas Blixt. Al quinto posto con 23 Kyle Reifers, al sesto con 22 David Toms e tra i sette concorrenti al settimo con 21 Zack Sucher, leader dopo 18 buche. Steele ha assommato 18 punti con un eagle, sette birdie e un bogey, Gonzales ben 21 con undici birdie e un bogey. Il montepremi è di 3.100.000 dollari rispetto ai sei milioni di media, e prima moneta di $ 558.000.   Primo giro – I giocatori del PGA Tour esclusi del WGC Bridgestone Invitational sono impegnati nel Barracuda Championship, sul percorso del Montreux Golf & Country Club, a Reno in Nevada. Si gioca con formula stableford modificata: si assegnano cinque punti per l’eagle, due per il birdie, nessuno per il par e si perde un punto per un bogey e tre per un doppio bogey e altro di peggio.   E’ in vetta con ben 18 punti lo sconosciuto Zack Sucher, 29enne di Atlanta (Georgia) che sino ad ora non ha lasciato tracce sul circuito, ma che vanta un titolo nel Web.com Tour. Precede Patrick Rodgers, secondo con 15, Ricky Barnes, terzo con 14, David Toms e J.J. Henry quarti con 13. Sesta piazza con 12 per Robert Garrigus, Billy Hurley III, Tom Hoge, per lo svedese Jonas Blixt e per l’argentino Andres Romero. Il montepremi è di 3.100.000 dollari rispetto ai sei milioni di media, e prima moneta di $ 558.000.   Prologo – Il PGA Tour non si ferma al WGC Bridgestone Invitational, ma per i suoi membri esclusi dal grande giro internazionale ha riservato un torneo di seconda fascia, nel senso che ha un montepremi notevolmente più basso (3.100.000 dollari rispetto ai sei milioni di media, e prima moneta di $ 558.000).   A Reno, in Nevada, sul percorso del Montreux Golf & Country Club va in onda il Barracuda Championship (6-9 agosto) dove scenderanno in campo, tra gli altri, David Toms, John Daly, Bo Van Pelt, Jonathan Byrd, Billy Mayfair, Vaughn Taylor, lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, lo svedese Jonas Blixt, i sudafricani Tim Clark e  Retief Goosen, l’australiano Geoff Ogilvy e il giapponese Ryo Ishikawa. I risultati