fbpx

PGA Tour: Jordan Spieth prevale nello spareggio a tre Francesco Molinari 40°

  16 Marzo 2015 News
Condividi su:

  Jordan Spieth ha vinto con 274 colpi (70 67 68 69, -10) il Valspar Championship, gara  di golf del PGA Tour disputata sul percorso dell’Innisbrook Resort (Copperhead, par 71), a Palm Harbor in Florida, dove Francesco Molinari si è classificato 40° con 284 (70 72 70 72, par).     Playoff e record Spieth ha superato con un birdie alla terza buca di spareggio Patrick Reed (274 – 72 68 68 66) e Sean O’Hair (274 – 66 72 69 67) con i quali aveva terminato alla pari le 72 buche del torneo. E’ divenuto il quarto giocatore, dal 1940 a oggi, ad essersi imposto in due eventi del circuito prima di aver compiuto 22 anni (li festeggerà il 27 luglio) affiancando il suo nome in questo record a Tiger Woods, Sergio Garcia e a Robert Gamez. Altro protagonista è stato lo svedese Henrik Stenson, quarto con 275 (-9), che ha fallito lo spareggio per un colpo. Al quinto posto con 276 (-8) Ryan Moore, in vetta dopo tre turni e messo fuori gioco da un 72 (+1), al sesto con 278 (-6) Troy Merritt, al settimo con 279 (-5) Jason Kokrak, Luke Guthrie e il neozelandese Danny Lee e al decimo con 280 (-4) il fijiano Vijay Singh. Al 17° con 281 (-3) l’inglese Lee Westwood, al 24° con 282 (-2) il suo connazionale Ian Poulter, al 33° con 283 (-1) Matt Kuchar, al 40°, insieme a Molinari, Jim Furyk, al 53° con 287 (+3) l’inglese Luke Donald e il tedesco Alex Cejka, che aveva vinto la settimana precedente il Puerto Rico Open.   Dopo 36 buche  non hanno superato il taglio, caduto a 143 (+1), l’iberico Gonzalo Fernandez Castaño e l’australiano John Senden, campione uscente, 85.i con 145 (+3), l’inglese Justin Rose, il sudafricano Ernie Els e l’australiano Adam Scott, 95.i con 146 (+4), il sudafricano Louis Oosthuizen, 103° con 147 (+5), e l’irlandese Padraig Harrington, 116° con 148 (+6).   Spieth ha avuto qualche indecisione nel giro finale e, dopo due birdie e due bogey sulle prime nove buche, ha ottenuto solo altri due birdie sulle nove conclusive (69, -2) ed è stato raggiunto da Reed e da O’Hair che in questa parte del campo ne hanno realizzati quattro (66, -5 per il primo con cinque birdie e 67, -4 per il secondo con cinque birdie e un bogey). Ne ha invece colti solo tre Stenson (67), dopo un birdie e un bogey in apertura, e questo gli è costato la possibilità di battersi per il titolo. Nello spareggio, dopo due buche in par (18ª e 16ª entrambe par 4), la decisione è arrivata alla 17ª, par 3: Reed è finito in bunker e, malgrado un ottimo salvataggio, ha chiuso un par così come O’Hair che è arrivato a un metro dall’asta con un lungo putt. Sembrava si dovesse ancora andare avanti, perché anche Spieth aveva la palla a centro green ad almeno a otto metri dal bersaglio e invece ha effettuato un putt perfetto, abbastanza veloce, centrando la buca.     Le ambizioni Spieth non pone limiti alla provvidenza e pensa in grande: “Certo, è bello essere finito nelle statistiche della storia del golf accanto a nomi di grande prestigio, ma ora io sono concentrato su un solo giocatore, Rory McIlroy, il numero uno. Il mio obiettivo è di arrivare in cima alla classifica mondiale e questo è un buon inizio”. Intanto è salito dal decimo al sesto posto nel World Ranking, ma dal nordirlandese lo separano quasi cinque punti, che sono ancora parecchi, però ha tutto il tempo per recuperarli. Il successo gli ha fruttato 1.062.000 dollari su un montepremi di 5,9 milioni di dollari.   Molinari si è espresso con un 72 (+1). La partenza con due birdie prometteva sicuramente cose migliori, ma successivamente ha dovuto badare più a difendersi che ad attaccare. Ha tenuto con un bogey fino alla 15ª buca, poi ha concluso con altri due bogey con cui ha perso sedici posizioni. Comunque, dopo due tagli consecutivi subiti, per lui era importante dimenticare la disavventura e tornare a premio, per cercare di riprendere il buon passo con cui aveva affrontato le prime tre gare stagionali comprensive della decima piazza nell’Humana Challenge.  Da giovedì 19 marzo a domenica 22 il torinese sarà impegnato nell’Arnold Palmer Invitational al Bay Hill Club & Lodge di Orlando in Florida.     TERZO GIRO – Francesco Molinari, 23° con 212 colpi (70 72 70, -1),  ha recuperato ventidue posizioni nel Valspar Championship, gara  di golf del PGA Tour che termina sul percorso dell’Innisbrook Resort (Copperhead, par 71), a Palm Harbor in Florida.     Moore al vertice – Ancora un cambio in vetta alla graduatoria dove si è portato con 204 (69 68 67, -9) Ryan Moore, 33enne di Tacoma (Washington) con quattro titoli nel circuito, gli ultimi due ottenuti in Asia nel Cimb Classic (2014-2015). Lo seguono con 205 (-8) Jordan Spieth e con 206 (-7) Derek Ernst, entrambi al comando dopo 15 buche e superati con un gran finale dal leader. Al quarto posto con 207 (-6) Sean O’Hair e al quinto con 208 (-5) Patrick Reed, Matt Kuchar e lo svedese Henrik Stenson, forse gli avversari più pericolosi per Moore nel round finale, anche se hanno quattro colpi da recuperare.   Si mantiene in quota il fijiano Vijay Singh, ottavo con 209 (-4) insieme a Daniel Summerhays, e ha ceduto vistosamente con un 75 (+4)  Brendon de Jonge, dello Zimbabwe, da leader dopo due turni a 14° con 211 (-2). L’inglese Lee Westwood affianca Molinari e sono in 34ª posizione con 213 (par) Jim Furyk, gli inglesi Ian Poulter e Luke Donald, lo spagnolo Rafael Cabrera Bello e il tedesco Alex Cejka, vincitore la scorsa settimana del Puerto Rico Open. In 44ª con 214 (+1) Brandt Snedeker. Dopo il secondo giro, il taglio caduto a 143 (+1) ha messo fuori gioco l’iberico Gonzalo Fernandez Castaño e l’australiano John Senden, campione uscente, 85.i con 145 (+3), l’inglese Justin Rose, il sudafricano Ernie Els e l’australiano Adam Scott, 95.i con 146 (+4), il sudafricano Louis Oosthuizen, 103° con 147 (+5), e l’irlandese Padraig Harrington, 116° con 148 (+6).   Moore ha condotto le prime dodici buche in par poi ha improvvisamente accelerato: con due birdie si è avvicinato a Spieth e a Ernst, come detto appaiati in vetta alla 15ª, e con altri due (67, -4) li ha superati. Spieth ha concluso in 68 (-3) con quattro birdie e un bogey ed Ernst in 69 (-2) con un eagle in apertura, tre birdie e tre bogey, l’ultimo alla 16ª che gli ha fatto perdere la seconda piazza. Molinari si è espresso con un altro 70 (-1), dopo quello nel primo giro. Ha iniziato con un birdie e ha reagito con altri due a un bogey passando alla buca 11 con un “meno 2” di giornata, ma da quel momento non è riuscito ad imprimere accelerazioni ulteriori e ha perso un colpo con un bogey alla 17ª.   Il torneo su Sky – La giornata finale de Valspar Championship andrà in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione sulla TV satellitare Sky con collegamento dalle ore 20 alle ore 23  (Sky Sport Plus HD). Replica  lunedì 16 alle ore 10  (Sky Sport 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, di Nicola Pomponi e di Lia Capizzi.     SECONDO GIRO – Francesco Molinari, da 38° a 45° con 142 colpi (70 72, par), ha disceso la classifica di sette gradini nel secondo giro del Valspar Championship, di golf, gara  del PGA Tour in svolgimento sul percorso dell’Innisbrook Resort (Copperhead, par 71), a Palm Harbor in Florida.   Nuovo leader con 136 (68 69, -6) è Brendon de Jonge, 35enne di Harare (Zimbabwe) senza titoli nel circuito e con uno nel Web.com Tour, ma ha a ridosso un buon numero di ottimi concorrenti e in particolare Jordan Spieth e lo svedese Henrik Stenson, secondi con 137 (-5) alla pari con Ryan Moore, Derek Ernst e Kevin Streelman. In quinta posizione con 138 (-4) Ricky Barnes, Sean O’Hair, Lucas Glover e l’inglese Ian Poulter, in 11ª con 139 (-3) il fijiano Vijay Singh e in 15 ª con 140 (-2) Matt Kuchar, Patrick Reed, l’inglese Luke Donald e il tedesco Alex Cejka, vincitore la scorsa settimana del Puerto Rico Open.   Scivolone dell’inglese Brian Davis, in vetta dopo un giro e ora 27° con 141 (-1) penalizzato da un 76 (+5). Lo affianca il connazionale Lee Westwood, mentre Jim Furyk fa compagnia a Molinari e Brandt Snedeker e lo spagnolo Rafael Cabrera Bello, 57.i con 143 (+1) hanno superato il taglio con l’ultimo punteggio utile.   Big fuori gioco – Sono rimasti fuori numerosi giocatori dai quali si attendevano certamente prestazioni diverse: l’inglese Justin Rose, il sudafricano Ernie Els e l’australiano Adam Scott, 95.i con 146 (+4), il sudafricano Louis Oosthuizen, 103° con 147 (+5), e l’irlandese Padraig Harrington, 116° con 148 (+6). Continua ad avere difficoltà l’iberico Gonzalo Fernandez Castaño, al settimo taglio su undici gare in stagione. Ha chiuso all’85° posto con 145 (+3) come l’australiano John Senden, campione uscente, la cui difesa del titolo non era agevole date le sue attuali condizioni di forma.   Brendon de Jonge, quarto dopo un turno, ha iniziato dalla buca 10 segnando quasi subito un bogey. Ha rimesso in ordine i conti con il par prima del giro di boa e nel rientro è passato a condurre con tre birdie, a fronte di un altro bogey (parziale di 69, -2). Come nel giroo precedente, Molinari (via alla 1ª) ha stentato un po’ nelle fasi iniziali e alla buca 10 si è trovato in deficit di due bogey. Nelle ultime otto buche il gioco è migliorato, ma il recupero è stato solo parziale con un birdie (72, +1). Il montepremi è di 5.900.000 dollari dei quali 1.062.000 andranno al vincitore.   Il torneo su Sky – Il Valspar Championship va in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione sulla TV satellitare Sky con collegamenti ai seguenti orari: sabato 14 marzo, dalle ore 20 alle ore 23  (Sky Sport 3 HD); domenica 15, dalle ore 20 alle ore 23  (Sky Sport Plus HD). Repliche: terza giornata, domenica 15 alle ore 7,45  (Sky Sport 3 HD) e alle ore 15,15  (Sky Sport 2 HD); quarta giornata, lunedì 16 alle ore 10  (Sky Sport 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, di Nicola Pomponi e di Lia Capizzi.   PRIMO GIRO – L’inglese Brian Davis guida la graduatoria con 65 (-6) colpi nel Valspar Championship di golf, evento del PGA Tour in svolgimento sul percorso dell’Innisbrook Resort (Copperhead, par 71), a Palm Harbor in Florida, dove Francesco Molinari è al 38° posto con 70 (-1).   Davis, quarantenne londinese senza titoli nel circuito e con due successi a inizio carriera nell’European Tour, precede di un colpo Sean O’Hair e Ricky Barnes (66, -5). Al quarto posto con 67 (-4) lo svedese Henrik Stenson, il tedesco Alex Cejka, vincitore la scorsa settimana del Puerto Rico Open, Justin Thomas, Ernst Derek, Nicholas Thompson e Brendon de Jonge dello Zimbabwe. Hanno tenuto un buon passo l’inglese Ian Poulter, decimo con 68 (-3),e  Jim Furyk, il sudafricnao Ernie Els e il fijiano Vijay Singh, 20.i con 69 (-2). Hanno lo stesso score di Molinari anche Matt Kuchar, Brandt Snedeker e Jordan Spieth e sono dietro altri giocatori ritenuti alla vigilia tra i possibili protagonisti: l’australiano Adam Scott e l’inglese Lee Westwood, 59.i con 71 (par), Patrick Reed, l’inglese Luke Donald e lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, 80.i con 72 (+1), l’inglese Justin Rose, l’iberico Rafael Cabrera Bello e l’australiano John Senden, campione uscente, 114.i con 74 (+3), il sudafricano Louis Oosthuizen, 129° con 75 (+4), e l’irlandese Padraig Harrington, 138° con 76 (+5).   Gran ritmoDavis ha iniziato a gran ritmo dalla buca 10 e ha virato con cinque birdie e un parziale di 30 (-5). Nel rientro ha guadagnato un altro colpo sul par con tre birdie e due bogey. Reduce da due tagli consecutivi, Molinari, anch’egli partito dal tee della 10ª, ha accusato qualche difficoltà in avvio e ha condotto le prime sei buche con un colpo sopra par (un birdie, due bogey), poi ha non ha commesso più errori e con due birdie ha chiuso sul “meno 1”. Il montepremi è di 5.900.000 dollari dei quali 1.062.000 andranno al vincitore.   Il torneo su Sky – Il Valspar Championship va in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione sulla TV satellitare Sky con collegamenti ai seguenti orari: venerdì 13 marzo, dalle ore 22,45 alle ore 1 (Sky Sport 3 HD); sabato 14, dalle ore 20 alle ore 23  (Sky Sport 3 HD); domenica 15, dalle ore 20 alle ore 23  (Sky Sport Plus HD). Repliche: seconda giornata, sabato 14, alle ore 7,45  (Sky Sport 3 HD) e alle ore 15,15  (Sky Sport 2 HD); terza giornata, domenica 15 alle ore 7,45  (Sky Sport 3 HD) e alle ore 15,15  (Sky Sport 2 HD); quarta giornata, lunedì 16 alle ore 10  (Sky Sport 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, di Nicola Pomponi e di Lia Capizzi.

 

PROLOGO – Francesco Molinari riprende il suo cammino nel PGA Tour partecipando al Valspar Championship (12-15 marzo) sul percorso dell’Innisbrook Resort (Copperhead) a Palm Harbor in Florida.

Difende il titolo l’australiano John Senden (nella foto), che sicuramente avrà un compito difficile sia per le sue precarie condizioni di forma, sia perché il field, pur con numerose assenze tra i big, è comunque di qualità. Vi figurano Jim Furyk, Matt Kuchar, Ryan Moore, Patrick Reed, Brandt Snedeker, Jordan Spieth, Jason Dufner, l’australiano Adam Scott, lo svedese Henrik Stenson, gli inglesi Luke Donald, Ian Poulter, Justin Rose e Lee Westwood, gli spagnoli Rafael Cabrera Bello e Gonzalo Fernandez Castaño, i sudafricani Ernie Els, Louis Oosthuizen e Retief Goosen, il fijiano Vijay Singh, l’irlandese Padraig Harrington e il tedesco Alex Cejka, gli ultimi due a segno nell’ordine nelle ultime due settimane.

Molinari, dopo aver iniziato piuttosto bene con tre piazzamenti, tra i quali un decimo posto (Humana Challenge), ha poi mancato due tagli di fila. Il montepremi è di 5.900.000 dollari dei quali 1.062.000 andranno al vincitore.

Il torneo su Sky – Il Valspar Championship andrà in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione sulla TV satellitare Sky con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 12 marzo dalle ore 20 alle ore 23 (Sky Sport 3 HD); venerdì 13, dalle ore 22,45 alle ore 1  (Sky Sport 3 HD); sabato 14, dalle ore 20 alle ore 23  (Sky Sport 3 HD); domenica 15, dalle ore 20 alle ore 23  (Sky Sport Plus HD). Repliche: prima giornata, venerdì 13 marzo alle ore 7,30 e alle ore 16  (Sky Sport 2 HD); seconda giornata, sabato 14, alle ore 7,45  (Sky Sport 3 HD) e alle ore 15,15  (Sky Sport 2 HD); terza giornata, domenica 15 alle ore 7,45  (Sky Sport 3 HD) e alle ore 15,15  (Sky Sport 2 HD); quarta giornata, lunedì 16 alle ore 10  (Sky Sport 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, di Nicola Pomponi e di Lia Capizzi.   I risultati