fbpx

PGA Tour: il vento è padrone non parte il torneo inaugurale

  07 Gennaio 2013 News
Condividi su:

Dopo quattro giorni di rinvii c’è ancora una chance per mandare a buon fine lo Hyundai Tournament of Champions, gara d’apertura dell’US PGA Tour riservata ai vincitori della stagione precedente in programma sul percorso del Plantation Course at Kapalua, a Kapalua nell’isola di Maui con un montepremi di 5.700.000 dollari dei quali 1.120.000 andranno al primo classificato. Il forte vento, con raffiche fino a 48 miglia orarie, ha lasciato al palo i giocatori nei quattro giorni dedicati alla gara, Ci sono stati due tentativi di inizio, venerdì e domenica, ma in entrambe le occasioni il gioco è stato sospeso e i risultati ottenuti dai pochi concorrenti in campo sono stati annullati. Ora si proverà a  disputare tutte insieme 36 buche e quindi a concludere il torneo domani, martedì 8 gennaio, con altre 18. Naturalmente tempo permettendo. All’evento prendono parte trenta concorrenti dei 37 aventi diritto. Difende il titolo Steve Stricker (nella foto), 45 anni e 12 successi nel circuito, in un field che comprende, tra gli altri, Bubba Watson, Keegan Bradley, Dustin Johnson, Hunter Mahan, Matt Kuchar, Rickie Fowler, Webb Simpson, Zach Johnson, l’inglese Ian Pouler e lo svedese Carl Pettersson. Assente Tiger Woods, tre volte a segno lo scorso anno.

 

Giovedì inizierà ad Honolulu, ancora nelle isole Hawaii, il Sony Open (10-13 gennaio) il primo evento aperto a tutti i membri del tour.