fbpx

PGA Tour: gran rimonta di Rahm, ma Thomas tiene

Rahm Jon GI
  25 Ottobre 2020 News
Condividi su:

La confermata leadership di Justin Thomas, con 197 (-19) colpi. e la straordinaria rimonta dello spagnolo Jon Rahm, da 22° a secondo con 198 (-18), preannunciano un gran finale nello ZOZO Championship @ Sherwood (PGA Tour) sul percorso dello Sherwood Country Club (par 72), a Thousand Oaks in California nel quale mancherà il giocatore che era più atteso alla vigilia, Tiger Woods, campione uscente e confinato al 68° posto con 213 (-3).

Justin Thomas, 27enne di Louisville (Kentucky), numero tre mondiale, con tredici titoli in carriera (tre nella stagione 2019-2020) comprensivi di un major e di due WGC, ha contenuto lo scatenato Rahm con un parziale di 67 (-5), dopo due 65 (-7), mettendo insieme sei birdie e un bogey, e punta al 14° titolo partendo per la 14ª volta da leader sul tour dopo tre turni.

Jon Rahm (nella foto), 25enne di Barrika, numero due del World ranking con cinque successi sul PGA Tour e sei sull’European Tour, il quale aveva dato l’impressione per metà gara (68 67) di avere qualche difficoltà, è rinvenuto con un 63 (-9, un eagle, sette birdie, nessun bogey), miglior score di giornata, e con tale posizione è il numero uno mondiale in pectore, perché se la conserverà (ma di sicuro punterà al terzo alloro nell’anno solare) farà scendere dal trono Dustin Johnson, dal quale lo separano 53 centesimi di punto, impossibilitato a difendersi perché fermo per la positività al Covid-19.

Almeno dieci giocatori possono partecipare alla corsa al titolo, ma anche se hanno ritardi molto contenuti e recuperabili debbono innanzi tutto sperare che i due campioni trovino una giornata storta. In ogni caso saranno in corsa Lanto Griffin, terzo con 199 (-17), Ryan Palmer, Patrick Cantlay e il colombiano Sebastian Muñoz, quarti con 200 (-16), e i sei concorrenti al settimo posto con 201 (-15), tra i quali Webb Simpson e Bubba Watson. Da segnalare il salto di Russell Henley, dal 57° a 15° con 203 (-13), che è stato l’altro autore di un 63, comunque fuori dai giochi, come tutti gli altri giocatori di peso che hanno mancato l’appuntamento e che continuano ad andare su e giù per la classifica con un rendimento assolutamente altalenante. Ricordiamo, tra gli altri, Patrick Reed, 20° con 204 (-12), l’inglese Justin Rose, 31° con 206 (-10), il nordirlandese Rory McIlroy, 36° con 207 (-9), che ha risalito la graduatoria di 21 gradini, Collin Morikawa, 39° con 208 (-8), e Jordan Spieth, 58° con 210 (-6), ormai da molto tempo in panne. Tiger Woods, affiancato da Phil Mickelson e da Matthew Wolff, ha girato in 71 (-1) colpi con tre birdie e due bogey.

Al torneo, trasferito quest’anno dal Giappone agli Stati Uniti per la pandemia e che si disputa a porte chiuse rispettando le rigide norme sanitarie del PGA Tour, sono stati ammessi 78 concorrenti che si contendono un montepremi di 8.000.000 di dollari.

Il torneo su GOLFTV – Lo ZOZO Championship @ Sherwood viene trasmesso in diretta da GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it). Quarta giornata: domenica 25 ottobre dalle ore 23 alle ore 2. Commento di Isabella Calogero e di Federico Colombo.

I RISULTATI