fbpx

PGA Tour: Adam Scott prodezza nel Crowne Plaza

  26 Maggio 2014 News
Condividi su:

Adam Scott ha risposto alla grande all’attacco che lo svedese Henrik Stenson aveva portato alla sua leadership mondiale dall’Inghilterra (7° nel BMW Championship) vincendo il Crowne Plaza Invitational (PGA Tour) disputato sul percorso del Colonial CC (par 70), a Ft. Worth in Texas. Il 34enne australiano di Adelaide ha firmato il suo undicesimo titolo nel circuito con 271 colpi (71 68 66 66, -9), gli stessi realizzati anche da Jason Dufner, che però ha dovuto farsi da parte alla terza buca di spareggio quando non è riuscito a contrare il secondo birdie consecutivo dell’avversario. A Scott, undicesimo insieme allo stesso Dufner alla partenza per il giro finale dopo una rimonta iniziata dalla 64° piazza occupata nel giro d’apertura, sarebbe bastato arrivare tra i top 13, ma ha voluto dare una dimostrazione di forza per dire che la sua salita sul trono, sia pure favorita dall’infortunio di Tiger Woods, non è stata casuale. A Stenson è rimasta la consolazione, per ora, di aver superato a sua volta Woods ed essersi portato sulla scia dell’australiano del world ranking. Il 66 (-4), miglior score di giornata, che ha permesso a Scott (sette birdie, un bogey, un doppio bogey)  e a Dufner (cinque birdie e un bogey) di contendersi il titolo, è stato imitato da altri cinque concorrenti tra i quali Nicholas Thompson a cui ha fruttato un bel terzo posto con 272 (-8) alla pari con lo svedese Freddie Jacobson. Al quinto con 273 (-7) Ryan Palmer, Brendan Todd, David Toms, lo svedese David Lingmerth e l’australiano John Senden, al 14° con 275 (-5) Dustin Johnson e Jordan Spieth, al 38° con 278 (-2) il sudafricano Louis Oosthuizen, al 70° con 285 (+5) il fijano Vijay Singh e al 73° con 286 (+6) Zach Johnson. Per il successo Scott è stato gratificato con un assegno di 1.152.000 dollari su un montepremi di 6.400.000 dollari.   Terzo giro – Adam Scott, con un parziale di 66 (-4, con quattro birdie) e lo score di 205 colpi (71 68 66, -5), è salito dal 36° all’11° posto nel Crowne Plaza Invitational (PGA Tour), ma la sua leadership mondiale non è ancora al sicuro, perché tale posizione non sarebbe sufficiente se lo svedese Henrik Stenson, impegnato nel BMW PGA Championship dove attualmente è settimo, dovesse classificarsi tra i primi sei. In ogni caso la situazione è molto fluida, ma Scott, che si è messo in corsa per il titolo, avrà il vantaggio di sapere prima dell’ultimo turno quale sarà il piazzamento finale del suo avversario. Sul percorso del Colonial CC (par 70), a Ft. Worth in Texas, si sono portati in vetta con 203 (-7) colpi David Toms (72 66 65), Chad Campbell (69 66 68), Chris Stroud (70 64 69) e il giapponese Hideki Matsuyama (69 70 64) in una classifica molto corta che concede chances di vittoria ad almeno 24 concorrenti racchiusi nell’arco di tre colpi. Sono al quinto posto con 204 (-6) Kevin Chappell, Chris Kirk, Brian Harman, Jimmy Walker, l’australiano Marc Leishman e il sudafricano Tim Clark e affiancano Scott, tra gli altri, Jason Dufner e l’inglese Brian Davis. Possibilità anche per Jordan Spieth, 18° con 206 (-4), mentre è difficile un rientro del sudafricano Louis Oosthuizen, 25° con 207 (-3), e sono fuori Jim Furyk e Dustin Johnson, 50.i con 209 (-1), Zach Johnson e il fijano Vijay Singh, 56.i con 210 (par). Il montepremi di 6.400.000 dollari dei quali 1.152.000 dollari saranno appannaggio del vincitore   Secondo giro – Adam Scott si è portato dal 64° al 36° posto con 139 colpi (71 68, -1) nel Crowne Plaza Invitational (PGA Tour), ma deve fare molto di più se vuole evitare di abbandonare il trono mondiale dopo una sola settimana di regno, perché lo svedese Henrik Stenson, che sta partecipando al BMW PGA Championship dove è quinto, con tali posizioni avrebbe la meglio. Sul percorso del Colonial CC (par 70), a Ft. Worth in Texas, giorno di gloria per il quasi sconosciuto Brice Garnett, 31enne di Gallatin (Missouri) e appena promosso dal Web.com Tour, nuovo leader con 133 (67 66, – 7). Lo seguono con 134 (-6) Chris Stroud e Robert Streb e con 135 (-5) Dustin Johnson, che era in vetta dopo un turno, Bo Van Pelt, Chad Campbell, Jimmy Walker, il sudafricano Tim Clark. l’inglese Brian Davis e l’australiano Aaron Baddeley. In buona posizione Jordan Spieth e Jason Dufner, 11.i con 136 (-4), e Jim Furyk, 23° con 138 (-2). Bassa classifica per il sudafricano Louis Oosthuizen, 47° con 140 (par), per Zach Johnson e per il fijano Vijay Singh, 60.i con 141 (+1), ultimo punteggio utile per superare il taglio. Out Matt Kuchar, l’inglese Paul Casey e l’argentino Angel Cabrera, 76.i con 142 (+2), e il colombiano Camilo Villegas, 88° con 143 (+3). Il montepremi di 6.400.000 dollari dei quali 1.152.000 dollari saranno appannaggio del vincitore   Primo giro – Il debutto dell’australiano Adam Scott come numero uno mondiale si è risolto con uno score di 71 (-1) colpi e il 64° posto nel Crowne Plaza Invitational, evento del PGA Tour in svolgimento al Colonial CC (par 70) di Ft. Worth in Texas. E’ al comando con 65 (-5, con cinque birdie) Dustin Johnson, che precede Hunter Mahan, Harris English, Robert Streb e il neozelandese Tim Wilkinson (66, -4). Seguono al sesto posto con 67 (-3) dieci concorrenti tra i quali Jason Dufner e Jordan Spieth. quindi al 16° con 68 (-2) il fijano Vijay Singh, al 24° con 69 (-1) Jim Furyk, al 42° con 70 (par) Zach Johnson e l’inglese Paul Casey,  al 64°, come Scott, l’argentino Angel Cabrera, e all’82° con 72 (+2) Matt Kuchar, il sudafricano Louis Oosthuizen e il colombiano Camilo Villegas. Si compete per un montepremi di 6.400.000 dollari dei quali 1.152.000 dollari saranno appannaggio del vincitore Quanto a Scott deve tenere d’occhio lo svedese Henrik Stenson impegnato nel BMW PGA Championship, che al momento, ossia dopo il primo giro dei due tornei, è virtualmente numero uno. Infatti con l’australiano in quella posizione, a Stenson (8° a Wentworth) basterebbe classificarsi entro il 29° posto. Un’opzione riguarda anche Matt Kuchar, che vincendo potrebbe beffare entrambi se non dovessero concludere entro la terza piazza, ma lo score dello statunitense è quanto mai confortante per i suoi due avversari.   Prologo – Adam Scott fa il suo debutto come numero uno al mondo nel Crowne Plaza Invitational (22-25 maggio), evento del PGA Tour che si svolgerà al Colonial CC di Ft. Worth in Texas. L’australiano, che dopo aver fallito l’attacco sul campo a Tiger Woods nel The Player Championship, lo ha poi detronizzato a… tavolino alla fine della scorsa settimana pur essendo rimasto fermo (stranezze del world ranking), sarà particolarmente motivato a dimostrare che merita la leadership. indipendentemente dall’averla raggiunta per lo stop forzato dell’avversario. I suoi rivali più accreditati saranno Matt Kuchar, Zach Johnson, Dustin Johnson, Hunter Mahan, Jim Furyk, Jason Dufner, Brandt Snedeker e Jordan Spieth. In gara anche l’inglese Paul Casey, l’argentino Angel Cabrera, il sudafricano Louis Oosthuizen, il canadese Graham DeLaet, il fijano Vijay Singh e il colombiano Camilo Villegas. Il montepremi è di 6.400.000 dollari dei quali 1.152.000 dollari saranno appannaggio del vincitore.   I risultati