fbpx

PGA Tour: a Pebble Beach s’impone Brandt Snedeker

  11 Febbraio 2013 News
Condividi su:

 

Brandt Snedeker (nella foto) ha vinto con 267 colpi (66 68 68 65, -7) l’AT&T Pebble Beach National Pro Am (PGA Tour) disputata su tre percorsi a Pebble Beach in California, il Monterey Penisula CC (par 70), il Pebble Beach GL (par 72) e lo Spyglass Hill GC (par 72).

 

Il 32enne di Nashville, nel Tennessee, lo scorso anno vincitore dei dieci milioni di dollari della FedEx Cup, ha conquistato il quinto titolo in carriera superando di due colpi Chris Kirk (269, -17). Al terzo posto con 272 (-14) Kevin Stadler, Jimmy Walker e James Hahn, che era in vetta con Snedeker dopo tre turni, al sesto con 273 (-13) l’australiano Jason Day, al settimo con 274 (-12) Patrick Reed e lo svedese Fredrik Jacobson. Buona prova del sudafricano Retief Goosen, nono con 275 (-11), e prestazioni sotto tono di Jim Furyk, 30° con 281 (-5), dell’inglese Lee Westwood, 46° con 283 (-3), del fijano Vijay Singh, 50° con 284 (-2), e di Phil Mickelson, 60° con 285 (-1), che era reduce dal successo nel Phoenix Open.

 

La gara si è svolta con formula pro am (un pro e un amateur) e il taglio dopo 54 buche ha lasciato in gara 70 professionisti per la classifica individuale e 25 coppie per quella a squadre vinta dal duo Letzig/Erickson. Snedeker ha ricevuto un assegno di 1.170.000 dollari su un montepremi di 6,5 milioni di dollari. Terzo giro – Brandt Snedeker (202 – 66 68 68, -12) ha mantenuto la leadership nell’AT&T Pebble Beach National Pro Am (PGA Tour) in svolgimento su tre percorsi a Pebble Beach in California, il Monterey Penisula CC (par 70), il Pebble Beach GL (par 72) e lo Spyglass Hill GC (par 72), ma è cambiato il suo compagno di viaggio. Infatti è stato agganciato da James Hahn (71 65 66), mentre ha ceduto Ted Potter jr, che lo affiancava dopo due giri e ora 11° con 207 (-7). Al terzo posto con 203 (-11) Chris Kirk, al quarto con 204 (-10) Patrick Reed, al quinto con 205 (-9) Richard H. Lee, al sesto con 206 (-8) Robert Garrigus, James Driscoll, Jimmy Walker, il sudafricano Retief Goosen e l’australiano Jason Day. Al 32° con 210 (-4) il fijano Vijay Singh, al 36° con 211 (-3) l’inglese Lee Westwood, al 43° con 212 (-2) Jim Furyk, al 56° con 213 (-1) Phil Mickleson. La gara si disputa con formula pro am (un pro e un amateur) e il taglio dopo 54 buche ha lasciato in gara 71 professionisti per la classifica individuale e 25 coppie per quella a squadre. Il montepremi è di 6,5 milioni di dollari dei quali 1.170.000 andranno vincitore. Secondo giro – Cambio della guardia in vetta all’AT&T Pebble Beach National Pro Am (PGA Tour) dove sono passati a condurre con “meno 8” Ted Potter jr e Brandt Snedeker, nella foto (134 colpi per entrambi). La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei tre percorsi di Pebble Beach, in California, dove si sta effettuando il torneo: il Monterey Penisula CC (par 70), il Pebble Beach GL (par 72) e lo Spyglass Hill GC (par 72). La gara si disputa con formula pro am (un pro e un amateur) con taglio dopo 54 buche, quando le coppie si saranno esibite in tutti i tracciati. Il duo di testa è seguito con “meno 7” da John Merrick, Patrick Reed, Hunter Mahan e dallo svedese Fredrik Jacobson e con “meno 6” da Patrick Cantlay, James Hahn e dagli australiani Jason Day e Nick O’Hern. Al 17° posto con “meno 4” l’inglese Lee Westwood, al 39° con “meno 2” Phil Mickelson, al 56° con “meno 1” l’irlandese Padraig Harrington, al 70° con il par Jim Furyk e al 96° con “+2” il fijano Vijay Singh. Il montepremi è di 6,5 milioni di dollari dei quali 1.170.000 andranno vincitore. Primo giro – Russell Knox e Hunter Mahan sono in vetta con “meno 6” nell’AT&T Pebble Beach National Pro Am (PGA Tour), che si sta svolgendo sui tre percorsi a Pebble Beach, in California: il Monterey Penisula CC (par 70), il Pebble Beach GL (par 72) e lo Spyglass Hill GC (par 72), La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei tracciati. Knox (64 MP) e Mahan (66 PB) sono tallonati con “meno 5” da Matt Every (67 PB), Ted Potter jr (67 PB), Scott Langley (65 MP), dal coreano Seung-Yul Noh (67 SH), dall’inglese Greg Owen (65 MP) e dal giapponese Ryuji Imada (65 MP). Al nono posto con “meno 4” l’inglese Lee Westwood (68 PB), al 57° con “meno 1” Phil Mickelson (69 MP), reduce dal successo nel Phoenix Open, al 79° con il par il fijano Vijay Singh (72 PB) e l’irlandese Padraig Harrington (72 SH). Il torneo si disputa con formula pro am (un pro e un dilettante) con taglio dopo 54 buche quando le coppie si saranno alternate sui tre campi. Tra i dilettanti vi sono il pilota Rubens Barrichello, l’ex tennista Andy Roddick e gli attori Andy Garcia e Bill Murray. Il montepremi è di 6,5 milioni di dollari dei quali 1.170.000 saranno appannaggio del vincitore. Prologo – Al Pebble Beach Golf Link, di Pebble Beach in California, si disputa uno dei tornei di più lunga tradizione del PGA Tour, l’AT&T Pebble Beach National Pro Am (7-10 febbraio) dove i professionisti saranno impegnati in formula pro am accanto a numerose personalità del mondo dello spettacolo e dello sport. Dopo il successo di domenica scorsa nel Phoenix Open, torna nuovamente in campo Phil Mickelson, alla quarta gara consecutiva, che dovrà difendere il titolo conquistato nella scorsa stagione. Tra i suoi antagonisti Jim Furyk, Dustin Johnson, Hunter Mahan, Web Simpson, Nick Watney, l’inglese Lee Westwood, il sudafricano Retief Goosen, l’irlandese Padraig Harrington e il fijano Vijay Singh. Tra i dilettanti vi saranno il pilota Rubens Barrichello, l’ex tennista Andy Roddick e gli attori Andy Garcia e  Bill Murray. Il montepremi è di 6,5 milioni di dollari dei quali 1.170.000 saranno appannaggio del vincitore.   I risultati