fbpx

PGA: Tiger Woods, 74° titolo supera Jack Nicklaus

  02 Luglio 2012 News
Condividi su:

Tiger Woods ha ottenuto il terzo successo stagionale imponendosi con 276 colpi (72 68 67 69, -8) nell’AT&T National sul percorso del Congressional CC (par 71), a Bethesda nel Maryland. E’ stata la 74ª vittoria in carriera che gli ha permesso di rimanere da solo al secondo posto nella classifica dei plurivincitori staccando Jack Nicklaus (73 titoli) e avvicinandosi ulteriormente al leader, Sam Snead (82). Woods ha superato dopo in un acceso duello finale Bo Van Pelt (278 – 67 73 67 71, -6), che ha ceduto con tre bogey nelle ultime tre buche. Al terzo posto con 279 (-5) l’australiano Adam Scott, al quarto con 280 (-4) Robert Garrigus, Bill Hurley III, il giovanissimo coreano Seung-Yul Noh e il venezuelano Jhonattan Vegas, all’ottavo con 281 Hunter Mahan e l’australiano Jason Day. Ha ceduto nettamente Brendon de Jonge, dello Zimbabwe, leader dopo tre giri e 11° al traguardo con 283 (-1) dopo un 77 (+6), così come il fijano Vijay Singh, da 11° a 49° con 292 (+8), penalizzato da un 81 (+10). Prestazione in grigio di Jim Furyk, 34° con 289 (+5), e di Dustin Johnson, 44° con 291 (+7).

 

Woods ha iniziato la gara al 30° posto con 72 (+1) colpi, poi è risalito all’11° ed è partito per il giro finale al secondo alla pari con Bo Van Pelt e con Seung-Yul Noh, a un colpo da Brendon de Jonge. Questi è subito uscito di scena e praticamente dopo nove buche Woods e Van Pelt sono rimasti da soli a contendersi il titolo. I due sono andati di pari passo fino alla 15 dove Woods ha imbucato da circa cinque metri per il birdie e il suo avversario ha risposto da distanza più breve. Alla 16 (par 5) entrambi hanno fatto degli errori, ma a un certo momento Van Pelt sembrava in grado di segnare un par che avrebbe messo in grave difficoltà Woods, perché questi finiva in "6" dopo 41 buche di fila senza bogey. Invece sotto pressione il 37enne di Richmond (Indiana), con un successo in carriera, ridava fiato all’ex numero uno mondiale con la classica "flappa". Non si riprendeva dalla delusione e con altri due bogey lasciava via libera a Woods (tre birdie e un bogey per il parziale di 69, -2), che si limitava a non mancare il par sugli ultimi due green. Woods, che ha intascato un assegno di 1.170.000 dollari su un montepremi di 6,5 milioni di dollari, è salito in vetta alla graduatoria FedEx Cup, riconquistandola dopo cento settimane.

 

Terzo giro – Tiger Woods ha posto la sua autorevole candidatura al titolo dell’AT&T National (PGA Tour) salendo nel terzo giro dall’11° al 2° posto con 207 colpi (72 68 67). Sul percorso del Congressional CC (par 71), a Bethesda nel Maryland, l’attuale numero quattro mondiale è alla pari con Bo Van Pelt e con il coreano Seung-Yul Noh, a un solo colpo dal nuovo leader, Brendon de Jonge (206 – 68 69 69, -7), 32enne di Harare nello Zimbabwe alla ricerca nel primo successo nel circuito.

 

Woods, che ha girato in 67 (-4) colpi con quattro birdie, ha l’occasione per cogliere la terza vittoria stagionale e la 74ª in carriera che gli permetterebbe di superare Jack Nicklaus, con il quale è alla pari al secondo posto nella graduatoria del plurivittoriosi. Sono in quinta posizione con 208 (-5)  Billy Hurley III e Hunter Mahan, che era in vetta dopo due turni e che ha ceduto con un 73 (+2) e occupa la settima con 209 (-4) il venezuelano Jhonattan Vegas. In 11ª con 211 (-2) e con poche chances di raggiungere la vetta Nick Watney, l’australiano Jason Day e il fijano Vijay Singh, mentre sono rimasti nell’anonimato l’australiano Adam Scott, 19° con 212 (-1), Dustin Johnson, 39° con 217 (+4), e Jim Furyk, 62° con 220 (+7). Il montepremi è di 6,5 milioni di dollari dei quali 1.170.000 destinati al vincitore.

 

Secondo giro – Tiger Woods, 11° con 140 colpi (72 68, -2), ha rimontato diciannove posizioni nel secondo giro nell’AT&T National (PGA Tour) che si sta svolgendo sul percorso del Congressional CC (par 71), a Bethesda nel Maryland. L’ex numero uno mondiale è a cinque colpi dal nuovo leader Hunter Mahan (135 – 70 65, -7) che ha sorpassato gli avversari con un parziale di 65 (-6). Al secondo posto con 137 (-5) Jimmy Walker, Robert Garrigus e Brendon de Jonge dello Zimbabwe, al quinto con 138 (-4) Pat Perez, Stewart Cink, il fijano Vijay Singh, l’australiano Rod Pampling e il coreano Seung-Yul Noh.

 

In classifica sono dietro Woods l’australiano Adam Scott e Nick Watney, 19.i con 142 (par), Dustin Johnson e Jim Furyk, 46.i con 146 (+4). Ancora un taglio per l’argentino Angel Cabrera (150, +8) andato di due colpi oltre il limite. Mahan, 30enne californiano con cinque titoli nel palmares dei quali due ottenuti in tornei del WGC, ha segnato sette birdie e un bogey; Woods ha firmato il 68 (-3) con un eagle, due birdie e un bogey. Il montepremi è di 6,5 milioni di dollari dei quali 1.170.000 destinati al vincitore.

 

Primo giro – Inizio in sordina per Tiger Woods, 30° con 72 (+1) colpi nell’AT&T National (PGA Tour) sul percorso del Congressional CC (par 71), a Bethesda nel Maryland. E’ in vetta con 67 (-4) Bo Van Pelt, 37enne di Richmond nell’Indiana con un titolo nel circuito (US Bank, 2009), inseguito con 68 (-3) da Jimmy Walker, dal fijano Vijay Singh e da Brendon de Jonge dello Zimbabwe. Al quinto posto con 69 (-2) l’australiano Jason Day affiancato da Pat Perez e da Billy Hurley III, mentre nel folto gruppo all’ottavo con 70 (-1) vi sono Dustin Johnson, Hunter Mahan e Nick Watney. Al 23° con 71 (par) l’argentino Angel Cabrera e al 48° con 73 (+2) Jim Furyk. In panne il colombiano Camilo Villegas, 108° con 78 (+7). Bo Van Pelt ha fatto percorso netto con un eagle e due birdie e Tiger Wooos ha segnato due birdie e tre bogey. Sono in palio 6,5 milioni di dollari dei quali 1.170.000 destinati al vincitore.   I risultati