fbpx

PGA Championship: record e leadership per Jason Dufner salgono F. Molinari e Manassero

  10 Agosto 2013 News
Condividi su:

Ottimo recupero di Francesco Molinari, da 74° a 28° con 140 colpi (72 68, par) grazie a un 68 (-2), e di Matteo Manassero, da 74° a 38° con 141 (72 69, +1), in virtù di un parziale di 69 (-1), nel secondo turno del PGA Championship, quarto e ultimo major stagionale che si sta svolgendo all’East Course (yards 7.163, par 70) dell’Oak Hill CC, a Rochester nello stato di New York. Con un giro record in 63 (-7) colpi e lo score di 131 (68 63, -9) Jason Dufner si è portato al comando divenendo anche il 24° giocatore capace di realizzare il punteggio più basso su 18 buche in un major. Il 36enne di Cleveland (Ohio), con due titoli nel PGA Tour ottenuti lo scorso anno, ha lasciato a due colpi Matt Kuchar, Jim Furyk e l’australiano Adam Scott (133, -7) e a tre l’inglese Justin Rose e lo svedese Henrik Stenson (134, -6). Ancora delusioni per Tiger Woods, che si è espresso con un 70 (par) e affianca Manassero, e per Phil Mickelson che con il secondo 71 (+1) consecutivo è al 50° posto con 142 (+2) alla pari con il fijano Vijay Singh. Difficile che i due giocatori più attesi possano rimettersi in carreggiata, anche alla luce di un gioco per nulla convincente, mentre hanno le carte in regola per puntare al titolo Steve Stricker, settimo con 135 (-5), Webb Simpson e il tedesco Martin Kaymer, noni con 136 (-4), e lo spagnolo Sergio Garcia, 13° con 137 (-3). Più complicato un ritorno di Zach Johnson degli inglesi Paul Casey e Lee Westwood e del nordirlandese Graeme McDowell, 22.i con 139 (-1), e dell’altro nordirlandese Rory McIlory, campione uscente, che è alla pari con Molinari, che segna parecchi birdie, ma che commette anche troppi errori (otto bogey e un doppio bogey in 36 buche). Con Woods e Manassero vi sono Keegan Bradley, l’inglese Ian Poulter e il thailandese Thongchai Jaidee, mentre hanno superato di misura il taglio, caduto a 143 (+3), Brandt Snedeker e Dustin Johnson. Non sono entrati tra i 75 rimasti in gara Bubba Watson e il sudafricano Charl Schwartzel, 76.i con 144 (+4), l’inglese Luke Donald, 88° con 145 (+5), il sudafricano Ernie Els, 96° con 146 (+6), e l’irlandese Padraig Harrington, 107° con 147 (+7). Dufner ha iniziato il suo gran giro imbucando per l’eagle il secondo colpo dalla distanza alla buca 2 (par 4), poi ha proseguito con cinque birdie, senza bogey. Sull’ultima buca ha mancato il putt per il primo 62  in 153 anni di major; “Sono arrivato sul green piuttosto nervoso: era un putt che avrebbe fatto storia, ma è stato il peggiore che abbia eseguito nel giro, rimasto peraltro corto. Un bel po’ deludente. Però  lo score è di 63, il mio nome è in cima alla classifica e in ogni caso sono tra i recordman. E’ abbastanza incredibile. Questo giro rimarrà nel mio cuore. Non avrei mai pensato che un ragazzo del nord est dell’Ohio sarebbe riuscito a compiere tale impresa. Ora mi auguro un gran fine settimana”. Hanno rallentato con un 68 (-2) Adam Scott (cinque birdie e tre bogey) e Jim Furyk (tre birdie e un bogey) e ha accelerato con un 66 (-4) Matt Kuchar (cinque birdie e un bogey). Woods ha iniziato con un bogey, poi ha recuperato con due birdie, ma è andato in altalena fino a chiudere in par segnando in totale quattro bridie e altrettanti bogey. Francesco Molinari è partito con un bogey, poi ha realizzato tre birdie dalla buca 3 alla 10 mettendo a segno difficili putt dalla media distanza. Frenata con un altro bogey (11ª) e gran thee shot in bandiera alla 15ª per il quarto birdie. Manassero è andato spedito fino alla buca 15 con cinque birdie e un bogey, Alla 16 la fortuna non gli è stata amica, perché la palla si è mossa mentre stava eseguendo un putt per il bogey, che con il colpo di penalità si è trasformato in doppio bogey. Forse per il nervosismo ha poi lasciato un altro colpo sulla buca 17. Il montepremi è di otto milioni di dollari. Il torneo su Sky – Il PGA Championship viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione dalla TV satellitare Sky, sul canali Sky Sport 3 e Sky Sport 3 HD con i seguenti orari: sabato 10 agosto e domenica 11, dalle ore 20 alle ore 1. Commento di Silvio Grappasonni, di Nicola Pomponi e di Roberto Zappa. Ogni diretta viene anticipata di 30 minuti da Studio Golf condotto da Francesca Piantanida. Repliche: terza giornata domenica 11 agosto e quarta giornata lunedì 12, dalle ore 7,30 (Sky Sport 2 e 2 HD)  e dalle ore 14 (Sky Sport 3 e 3 HD).   I risultati