fbpx

Open Championship: Westwood leader, Woods e Mahan secondi F. Molinari sempre più su (9°)

  20 Luglio 2013 News
Condividi su:

Francesco Molinari, nono  con 215 colpi (69 74 72, +2) insieme a Phil Mickelson, ha guadagnato altre due posizioni nel 142° Open Championship il terzo major stagionale che si sta disputando sul percorso di Muirfield (par 71), a Gullane in Scozia. Ancora un cambio al vertice dove è salito con 210 colpi (72 68 70, -3) l’inglese Lee Westwood, alla caccia del primo major, che precede di due colpi Tiger Woods (212 – 69 71 72, -1) e Hunter Mahan (212 – 72 72 68). Al quarto posto con 213 (par), e anche lui in corsa per il titolo l’australiano Adam Scott, che lo scorso anno gettò al vento il Claret Jug nelle ultime quattro buche regalandolo al sudafricano Ernie Els. La matematica non esclude l’argentino Angel Cabrera, lo svedese Henrik Stenson e gli statunitensi Ryan Moore e Zach Johnson, quinti con 214 (+1)  così come Molinari e Mickelson perché cinque colpi su un campo così punitivo e difficile non sono un margine di sicurezza. Ha recuperato Sergio Garcia, da 49° a 11° con 216 (+3), affiancato dallo spagnolo Miguel Angel Jimenez, leader dopo due giri e crollato con un 77 (+6), ed è rinvenuto anche Els, da 49° a 19° con 218 (+5), stesso score del tedesco Martin Kaymer e dell’inglese Ian Poulter. Al 25° posto con 219 (+6) i nordirlandesi Graeme McDowell e Darren Clarke, l’americano Matt Kuchar e il sudafricano Charl Schwartzel, al 34° con 220 (+7) gli statunitensi Bubba Watson e Webb Simpson, al 46° con 221 (+8) il thailandese Thongchai Jaidee e al 74° con 225 (+12) l’irlandese Padraig Harrington. La giornata è vissuta sul duello tra Westwood e Woods. Il numero uno mondiale è andato inizialmente in vetta, poi l’inglese ha rimontato con un birdie e un eagle portandosi avanti di tre colpi alla settima buca, ma subito dopo ha trovato due bogey e Woods, con un birdie, ha rimesso le cose in parità sul “meno 2”. Sulle seconde nove buche lo statunitense ha viaggiato in par fino alla 16, mentre Westwood ha preso un colpo di vantaggio per poi perderlo con un il quarto bogey di giornata. La classifica ha assunto forma definitiva alla 17ª dove Woods ha segnato un bogey che combinandosi con il terzo birdie del rivale lo ha trascinato indietro di due colpi. In totale 70 (-1) per il leader, con un eagle, tre birdie e quattro bogey e 72 (+1) per il numero uno mondiale con due birdie e tre bogey. Nel frattempo ha guadagnato il secondo posto anche Mahan con un 68 (-3) dovuto a cinque birdie e a due bogey. Francesco Molinari ha effettuato una pessima partenza con tre bogey consecutivi dalla seconda alla quarta buca, ma non si è disunito e ha iniziato la paziente rimonta. Due birdie prima del giro di boa e un bogey alla decima hanno portato il disavanzo a due colpi, che ha annullato con birdie alla 13ª e alla 15ª, poi il quinto bogey alla 17ª per il 72 (+1). E’ uscito al taglio Matteo Manassero, 140° con 157 (76 81, +15), stessa sorte toccata anche all’inglese Luke Donald e allo statunitense Jim Furyk, 97.i con 152 (+10), al sempre più deludente irlandese Rory McIlroy (79 75) e al fijano Vijay Singh, 116.i con 154 (+12). Il montepremi è di sei milioni di sterline. Il torneo su Sky – La giornata finale dell’Open Championship sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky sui canali Sky Sport 2 e 2 HD con collegamento dalle ore 12 alle ore 19,45. Commento di Silvio Grappasonni, Massimo Scarpa, Nicola Pomponi e di Roberto Zappa. La diretta sarà seguita da Studio Golf, della durata di 30 minuti, condotto da Francesca Piantanida.   I risultati