fbpx

Montecchia Golf Open by Polaroid Sunglasses: inizia l’Italian Pro Tour

  29 Aprile 2013 News
Condividi su:

Inizia l’Italian Pro Tour, il circuito delle gare nazionali allestito dal Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG, con un evento di prestigio: il Montecchia Golf Open presented by Polaroid Sunglasses, torneo che quest’anno fa un salto di categoria, essendo stato inserito nel calendario del Challenge Tour dopo due stagioni in quello dell’Alps Tour. Si gioca sull’impegnativo percorso del Golf della Montecchia, a Selvazzano Dentro (PD), da giovedì 2 maggio a domenica 5, ma vi sarà un interessante prologo mercoledì 1 maggio con la disputa della Polaroid Pro Amateur, dove si confronteranno squadre di quattro giocatori composte da un professionista e da tre dilettanti. La manifestazione ha il patrocinio della Regione Veneto e del Comune di Selvazzano e, oltre che dal title sponsor Polaroid Sunglasses, è sostenuta da Ceam Cavi Speciali Spa, Melsped Spa, Autopatavium e dalla Business Community del Golf della Montecchia. Partner tecnici Canazza FGM e Hotel Bristol Buja di Abano Terme In campo 156 concorrenti che si batteranno sulla distanza di 72 buche, 18 al giorno. Dopo le prime 36 il taglio lascerà in gara i primi 60 classificati e i pari merito al 60° posto che si contenderanno il montepremi di 160.000 euro, dei quali 25.600 saranno appannaggio del vincitore. Il field – Al via vi saranno quasi tutti i migliori esponenti del secondo circuito continentale a iniziare da due vincitori stagionali, il francese François Calmels, andato a segno sabato scorso nel Challenge de Madrid, e lo spagnolo Jordi Garcia Pinto (suo il Kenya Open). Con loro altri elementi di primo piano quali gli scozzesi Raymond Russell e George Murray, lo statunitense Brooks Koepka, gli inglesi Oliver Wilson, Nick Dougherty, Sam Walker, Gary Boyd e Seve Benson, l’australiano Daniel Gaunt, i finlandesi Mikko Korhonen e Roope Kakko, i francesi Gary Stal e Alexander Levy, gli iberici Carlos Aguilar e Carlos Del Moral, l’olandese Wil Besseling e l’argentino Daniel Vancsik, vincitore di un Open d’Italia (2009). Da seguire due giovani speranze, lo scozzese Ross Kellett già messosi in mostra nell’Alps Tour, e il nordirlandese Alan Dunbar, appena passato di categoria. Saranno ventitre gli italiani in campo con le chances azzurre affidate all’esperienza di Andrea Pavan, nella foto (due successi nel Challenge Tour), Marco Crespi (un titolo), Federico Colombo, Andrea Perrino e di Andrea Maestroni. Si attendono, però, buone cose da ragazzi emergenti quali Domenico Geminiani, appena 17 anni, Niccolò Quintarelli, di casa nel club ospitante, Filippo Bergamaschi e Francesco Laporta, quest’ultimo impegnato nel Susnhine Tour dove ha già colto un bel secondo posto (Zimbabwe Open). Parteciperanno anche tre dilettanti: Renato Paratore, Francesco Testa e Giorgio De Filippi. Non solo golf – Il Montecchia Golf Open presented by Polaroid Sunglasses non sarà solo un evento sportivo, ma sarà accompagnato di interessanti eventi collaterali. Nel corso della prima giornata, giovedì 2 maggio, si terrà (ore 10) un Seminario tecnico sul tema “Le nuove tecnologie applicate alla gestione del verde” by Zucchetti Sistemi, con l’intervento del prof. Michael Richardson dell’University of Arkansas. Nella seconda è in programma la conferenza stampa (ore 11) “Millemiglia” con esposizione delle auto partecipanti alla corsa storica, che transiterà in zona dopo qualche giorno. Sabato 4 maggio, sempre nella club house del circolo, avverrà la consegna dei Riconoscimenti ambientali “Impegnati nel Verde” da parte di Franco Chimenti, presidente FIG e vice presidente vicario del CONI, e la consegna della “Certificazione Ambientale G.E.O.” (Golf Environment Organisation) al Golf della Montecchia a cura di Jonathan Smith, G.E.O. Chief Executive. Il percorso – Il percorso, disegnato dall’architetto Tom McCauley, oltre allo stesso torneo nel 2010 e nel 2012, ha già ospitato due gare del Challenge Tour, nel 2001 e nel 2002, insieme ad altre importanti competizioni nazionali. Il circolo è stato insignito della prestigiosa “Certificazione Ambientale G.E.O.”  dopo anni di impegno nel rispetto dell’ambiente e per una gestione ecosostenibile. G.E.O. è un’organizzazione internazionale no profit che, in collaborazione con enti governativi, gruppi ambientalisti e mondo accademico, si occupa di promuovere e rinforzare la sostenibilità ambientale dei percorsi di golf. Attualmente in Italia solo altri due circoli hanno ottenuto questa certificazione, il Golf Club La Pinetina nel 2010 ed il Golf Club Udine nel 2011. Per il Golf della Montecchia questo ambito premio segue i due riconoscimenti “Impegnati nel Verde” ottenuti nel 2007 e nel 2012 ed una menzione da parte del R&A (Royal and Ancient di St.Andrews), che nel 2012 lo ha inserito  tra i “case studies”, cioè tra gli esempi virtuosi da seguire. Prossimi appuntamenti – L’Italian Pro Tour, dopo l’appuntamento nel circolo veneto, proseguirà con l’Umbria Open by Audi e Wolkswagen Veicoli Commerciali (23-26 maggio, GC Perugia) e con il Friuli Venezia Giulia Open Grado (30 maggio-1 giugno, GC Grado), entrambi tornei dell’Alps Tour. Il Challenge Tour tornerà con il Mugello Tuscany Open (18-21 luglio al GC Poggio dei Medici). Fiore all’occhiello della stagione il 70° Italian Open, la massima manifestazione nazionale in programma al GC Torino (19-22 settembre). Iniziativa umanitaria – La Polaroid Pro Amateur sarà occasione per una iniziativa umanitaria, ossia una raccolta di fondi in favore di “Make a wish”, associazione che ha lo scopo di soddisfare i desideri dei bambini meno fortunati. Tale iniziativa accompagnerà le pro am di ogni gara legata all’Italian Pro Tour. Sito internet – Tutte le notizie relative ai tornei dell’Italian Pro Tour, agli sponsor e ai circoli ospitanti, insieme a contributi multimediali sulle gare in corso, vengono pubblicate sul sito ufficiale del circuito all’indirizzo: www.italianprotour.com