fbpx

Mondiali maschili a squadre agli USA l’Italia termina 14ª

  07 Ottobre 2012 News
Condividi su:

 

L’Italia (Filippo Bergamaschi, Giorgio De Filippi, Renato Paratore)  si è classificata al 14° posto con 422 colpi (141 140 141, -6) nel World Amateur Team Championship/Eisenhower Trophy, ossia il campionato mondiale a squadre maschile svoltosi al Cornelia GC (par 72) e all’Antalya GC (Sultan Course, par 71), ad Antalya in Turchia. Il torneo si è disputato sulla distanza di 54 buche, anziché sulle 72 programmate, a causa del maltempo.

 

Ha dominato il team degli Stati Uniti che ha concluso la sua corsa di testa con 404 colpi (131 135 138, -24) e i cui componenti hanno girato sempre sotto par, prendendosi il lusso di scartare per tre volte un “meno 1”. Nel dettaglio ecco gli score dei vincitori: Chris Williams 64 (-8) 67 (-4) 69 (-2), Justin Thomas 67 (-5) 70 (-1) 70 (-1), Steven Fox 71(-1) 68 (-3) 69 (-2). Bella la prova del Messico che ha tentato in tutti i modi di recuperare, ma che ha dovuto cedere per cinque colpi di differenza (409, -19), e sono terminate a nove lunghezze Corea, Germania e Francia (413, -15). Al sesto posto con 417 (-11) Canada e Norvegia, all’ottavo con 418 (-10) l’Inghilterra, al nono con 419 (-9) Venezuela, Giappone e Spagna. Nella classifica individuale il successo è andato al messicano Sebastian Vazquez (199 – 66 67 66, -15), che nel giro finale ha superato l’americano Chris Williams (200 – 64 67 69, -14), il quale era stato in vetta nei primi due turni. In terza posizione con 201 (-13) il tedesco Moritz Lampert, in quarta con 204 (-10) il francese Julien Brun e il venezuelano Julio Vargas, in sesta con 206 (-8) il gallese James Frazer. E’ sceso dal quinto al 26° posto Filippo Bergamaschi (211 – 68 68 75, -3) penalizzato da un 75 (+4) sul Sultan, dove hanno giocato gli azzurri e i primi della graduatoria dopo 36 buche, quindi al 70° con 218 (78 72 68, +4) Renato Paratore e al 90° con 221 (73 75 73, +7) Giorgio De Filippi. Per Bergamaschi quattro birdie, quattro bogey e un doppio bogey; nel 68 (-3) di Paratore quattro birdie e un bogey; nel 73 (+2) di De Filippi due birdie e quattro bogey. Hanno accompagnato gli azzurri il capitano Marco De Rossi, i DT Gianluca Crespi e Alberto Binaghi e il fisioterapista Massimo Messina. ​

 

Secondo giro – L’Italia (Filippo Bergamaschi 68 68, Giorgio De Filippi 73 75, Renato Paratore, 78 72)  è salita dal 17° al 12° posto con 281 (141 140, -5) colpi nel World Amateur Team Championship/Eisenhower Trophy, ossia il campionato mondiale a squadre maschile che si sta svolgendo al Cornelia GC (par 72) e all’Antalya GC (Sultan Course, par 71), ad Antalya in Turchia. Il torneo ha subito un brusco rallentamento per le cattive condizioni atmosferiche e il gioco è rimasto sospeso a lungo tanto che gli organizzatori hanno deciso di ridurre la gara da 72 a 54 buche.

 

Ha consolidato la leadership il team degli Stati Uniti che conduce con 266 (131 135, -20) e i cui componenti hanno fino ad ora girato tutti e tre sempre sotto par: Chris Williams con 64 (-8) 67 (-4), Justin Thomas con 67 (-5) 70 (-1) e Steven Fox con 71(-1) 68 (-3), tanto da scartare due “meno 1”. Al secondo posto con 272 (-14) la Corea, al terzo con 274 (-12) il Messico e il Canada, al quinto con 275 (-11) la Francia, al sesto con 276 (-10) l’Olanda, la Germania e la Norvegia. Nella classifica individuale è rimasto al comando l’americano Williams (131 – 64 67, -12) e non ha mollato il messicano Sebastian Vazquez, secondo con 133 (-10). In terza posizione con 135 (-8) il canadese MacKenzie Hughes e il coreano Chang-Woo Lee, in quinta con 136 (-7) il brillante Filippo Bergamaschi, che ha realizzato un bel 68 8-4) anche sul Cornelia, dove hanno giocato gli azzurri, con cinque birdie e un bogey. In 85ª con 148 (+5) De Filippi dopo un parziale di 75 (+3, con due birdie, tre bogey e un doppio bogey) e in 101ª Paratore con 150 (+7), che ha girato in 72 (par) con tre birdie e tre bogey. Per lo score di squadra sono validi due risultati giornalieri su tre. Accompagnano gli azzurri il capitano Marco De Rossi, i DT Gianluca Crespi e Alberto Binaghi e il fisioterapista Massimo Messina.  

 

Primo giro – L’Italia (Filippo Bergamaschi 68, -3, Giorgio De Filippi 73, +2, Renato Paratore, 78, +7)  ha iniziato al 17° posto con “-1” (141 colpi) il World Amateur Team Championship/Eisenhower Trophy, ossia il campionato mondiale a squadre maschile che si sta svolgendo al Cornelia GC (par 72) e all’Antalya GC (Sultan Course, par 71), ad Antalya in Turchia. La classifica fa riferimento al par, essendo differente quello dei due tracciati su cui si gioca con gli azzurri partiti dal Sultan Course.

 

Ha preso decisamente il comando la formazione degli Stati Uniti, una delle più gettonate alla vigilia, con “-13” (131 al Cornelia), i cui giocatori hanno tutti concluso sotto par: Chris Williams con 64 (-8), Justin Thomas con 67 (-5) e Steven Fox con 71(-1), che è stato scartato. Il secondo posto del Messico non deve meravigliare, perché i centroamericani da tempo stanno ottenendo ottimi risultati, specie a livello giovanile: hanno concluso con “-9” (135 al Cornelia) e precedono di un colpo la Corea (-8 con 134 al Sultan), che spera nella doppietta dopo aver vinto il mondiale a squadre femminile. Seguono in quarta posizione con “-7” la Francia (135, S), l’Olanda e la Spagna (137, C), e in settima con “-6” il Canada (136, S), il Venezuela e lo Zimbabwe (138, C). Nella classifica individuale l’americano Williams (-8) è seguito con “-6”  dal messicano Sebastian Vazquez e con “-5” dal canadese MacKenzie Hughes, dall’olandese Daan Huizing, dal coreano Soo-Min Lee, dall’inglese Neil Raymond e dallo statunitense Justin Thomas. Al 13° posto Bergamaschi, (-3, con un eagle, quattro birdie e tre bogey), al 77° De Filippi (+2, con due birdie e quattro bogey) e al 141° Paratore (+7, con tre birdie, otto bogey e un doppio bogey). Si gioca sulla distanza di 72 buche e per la classifica sono validi i migliori due score giornalieri su tre. Accompagnano gli azzurri il capitano Marco De Rossi, i DT Gianluca Crespi e Alberto Binaghi e il fisioterapista Massimo Messina.

 

Prologo – Filippo Bergamaschi, Giorgio De Filippi (nella foto) e Renato Paratore compongono il trio che difenderà i colori azzurri al World Amateur Team Championship/Eisenhower Trophy (4-7 settembre), il campionato mondiale a squadre maschile che avrà luogo al Cornelia GC e all’Antalya GC (Sultan Course), ad Antalya in Turchia.

 

Al via ben 72 formazioni molte delle quali in grado, come quella azzurra, di puntare ad alti traguardi. In particolare citiamo l’Olanda con Daan Huizing, Rowin Caron e Robin Kind, gli Stati Uniti con Steven Fox, Justin Thomas e Chris Williams e la Francia con Edouard España, Paul Barjon e Julien Brun, ma occorrerà fare attenzione alle formazioni orientali, che tra l’altro sono state protagoniste nel torneo femminile vinto dalla Corea. Parteciperà anche il team dell’Iran. Nel primo giro l’Italia giocherà al Sultan Course insieme ai rappresentanti proprio della Corea e a quelli della Finlandia. Accompagnano gli azzurri il capitano Marco De Rossi, i DT Gianluca Crespi e Alberto Binaghi e il fisioterapista Massimo Messina.   I risultati