fbpx

Masters: Couples e Dufner sono i nuovi leaders 24° F. Molinari, cede Woods

  07 Aprile 2012 News
Condividi su:

  Francesco Molinari è al 24° posto con 144 colpi (69 75, par), dopo un 75 (+3) che lo ha fatto scendere dal quarto, nel 76° Masters Tournament, il primo major stagionale che si sta svolgendo sul percorso dell’Augusta National (par 72) ad Augusta in Georgia. Ha superato il taglio con l’ultimo punteggio utile, sfruttando la norma che lascia in gara i giocatori distanti dieci colpi dal leader, Edoardo Molinari 57° con 149 (75 74, +5). Sono passati a condurre con 139 colpi, cinque sotto par, il 53enne Fred Couples, nella foto, (72 67) autore di un 67 (-5) miglior score di giornata, e il 35enne Jason Dufner (69 70). Seguono con 140 (-4) Bubba Watson, il nordirlandese Rory McIlroy, lo spagnolo Sergio Garcia, il sudafricano Louis Oosthuizen e l’inglese Lee Westwood, leader dopo 18 buche, quindi con 141 (-3) Matt Kuchar, lo scozzese Paul Lawrie e l’iberico Miguel Angel Jimenez. In rimonta Phil Mickelson, da 55° a 11° con 142 (-2) grazie a un 68 (-4) secondo punteggio del turno, che è affiancato da Nick Watney e dal fijano Vijay Singh, e giro da dimenticare per Tiger Woods, da 29° a 40° con 147 (72 75, +1) penalizzato da un 75 frutto di una lunga serie di errori sia nel gioco lungo che in quello corto, che lo hanno innervosito al punto da fargli prendere a calci un bastone. Ha tenuto Jim Furyk, 19° con 143 (-1), viaggiano in par come Francesco Molinari sia Hunter Mahan che l’inglese Justin Rose, non decollano l’australiano Adam Scott, 31° con 145 (+1), il nordirlandese Graeme McDowell e il sudafricano Charl Schwartzel, campione uscente, 40.i come Woods. E’ stato a lungo in bilico sulla linea del taglio Luke Donald, numero uno mondiale, 47° con 148 (+4) insieme a Steve Stricker, e sono alla pari con Edoardo Molinari l’argentino Angel Cabrera e il danese Thomas Bjorn. Tra gli altri, sono usciti l’inglese Paul Casey, il canadese Mike Weir e lo spagnolo José Maria Olazabal, 64.i con 151 (+7), il giapponese Ryo Ishikawa e il coreano K.J. Choi, 77.i con 153 (+9), il nordirlandese Darren Clarke, 82° con 154 (+10). Sono rimasti in gara 63 concorrenti. Couples, che ha vinto il Masters nel 1992 nel contesto di 15 titoli ottenuti nel PGA Tour (l’ultimo nel 2003, ma probabilmente sarebbero stati di più se non fosse stato perseguitato da guai fisici) e che ora mostra la sua classe nel Champions Tour (7 successi tra gli over 50), si è espresso come nei giorni migliori e ha firmato il 67 con sette birdie e due bogey. Dufner, senza vittorie nel circuito ma con due piazzamenti tra i top ten in stagione, ha alternato ottime cose a a qualche svarione e ha chiuso in 70 (-2) colpi con sei birdie, due bogey e un doppio bogey. Tiger Woods aveva iniziato bene con due birdie in tre buche, ma dalla 4ª sono iniziati i guai con cinque bogey, alcuni putt abbordabili sbagliati e palle vaganti fuori i fairway. "Ho dato il massimo su ogni colpo – ha detto al termine –  cercando di rimanere concentrato e indirizzare il colpo successivo dove avrei voluto, ma qualcosa non è andato. Non ho ben capito cosa avesse oggi il mio swing, il fatto è che ho giocato i par 3 sopra par e male i par cinque. Si, l’inizio è stato buono, poi non c’è stato un momento particolare che ha cambiato le cose, ma una serie di eventi. Un putt mancato, una decisione sbagliata, una palla colpita male, insomma non problemi grossi, ma sono diventati tali sommandosi. Una cosa buona di questo torneo è il taglio dentro i dieci colpi dal leader e questo vuol dire che siano ancora tutti in corsa per il titolo". Francesco Molinari è apparso quasi subito in difficoltà ed è andato tre colpi sopra par per altrettanti bogey (6ª, 10ª, 11ª) dopo 11 buche. Alla 15ª ha segnato l’unico birdie, alla 16ª ha mancato un putt per recuperare ulteriormente e alla 17ª ha sbagliato ancora.  Anche per Edoardo Molinari prime undici buche in salita con tre bogey (5ª, 9ª, 11ª), poi il recupero con tre birdie (13ª, 15, 16ª) e infine l’inatteso doppio bogey alla buca 18 (74. +2) che lo ha fatto stare in ansia per qualche ora in club house. Nel terzo giro Edoardo Molinari partirà alle ore 9,45 locali insieme allo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño; Tiger Woods alle ore 10,45 con Charl Schwartzel; Francesco Molinari alle ore 12,15 con Justin Rose; Fred Couples e Jason Dufner saliranno sul tee per ultimi alle ore 14,45. Sono in palio otto milioni di dollari. Il Masters su Sky in HD e in 3D – Il Masters va in onda in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky. Le due giornate finali saranno teletrasmesse, oltre che in HD, anche in 3D sul canale 150. Questi gli orari delle dirette (canali Sky Sport 2 e Sky Sport 2 HD): sabato 7 aprile, dalle ore 21,30 alle ore 1,30; domenica 8 dalle ore 20 alle ore 1,30. In 3D collegamenti sabato 7 aprile dalle ore 21,30 alle ore 1,30; domenica 8, dalle ore 23,15 alle ore 1,30. Repliche: terza giornata, domenica 8 dalle ore 16,45 (Sky Sport Extra e Extra HD); quarta giornata, lunedì 9 aprile dalle ore 20,45 (Sky Sport 3 e 3HD) Le dirette sono precedute, trenta minuti prima, da Studio Golf condotto da Lorenzo Dallari con vari ospiti in studio. Si alternano per il commento Silvio Grappasonni, Alessandra Caramico, Nicola Pomponi, Roberto Zappa, Alberto Binaghi e Massimo Scarpa.   I risultati