fbpx

LPGA/LET: Karrie Webb fa cinquina, Sergas 19ª, Luna 53ª

  15 Febbraio 2014 News
Condividi su:

Giulia Sergas ha risalito la classifica di dodici gradini nel giro finale ed è terminata al 19° posto con 283 colpi (68 71 72 72, -5) nell’ISPS Handa Women´s Australian Open, torneo in combinata tra LPGA Tour e Ladies European Tour svoltosi sul percorso del Victoria GC (par 72) a Cheltenham, nei pressi di Adelaide in Australia. Diana Luna, invece, è scesa dal 23° al 53° con 289 (70 71 69 79, +1) dopo un 79 (+7). Con una grande rimonta, iniziata dalla 13ª piazza e propiziata da un 68 (-4), l’australiana Karrie Webb (nella foto) ha bruciato la concorrenza e con lo score di 276 (71 69 68 68, -12) ha vinto per la quinta volta la gara superando di misura la coreana Chella Choi (277 – 70 71 62 74, -11), in vetta dopo tre giri e che ha dovuto rimandare ancora l’appuntamento con il primo successo. In terza posizione con 278 (-10) Paula Creamer, la francese Karine Icher e la 17enne neozelandese Lydia Ko, in sesta con 279 (-9) Stacy Lewis, numero tre mondiale, Morgan Pressel, Amelia Lewis e la coreana Jenny Shin, in undicesima con 281 (-7), la dilettante australiana Minjee Lee, seconda dopo 54 buche e penalizzata da un 78 (-6). Più indietro Cheyenne Woods, nipote di Tiger Woods e vincitrice a scorsa settimana del Volvik RACV Masters, 23ª con 284 (-4), e la norvegese Suzann Pettersen, numero due del Rolex ranking, da quarta a 28ª con 286 (-2), crollata con un 80 (+8). Ha concluso con lo stesso score di Diana Luna la taiwanese Yani Tseng. La Webb, 39enne nativa di  Ayr nel Queensland, è stata autrice di un 68 (-4) con sei birdie e due bogey che le ha permesso di portare a 40 i titoli nel LPGA Tour, comprensivi di sette major, e a 53 quelli totali (al netto di quelli che contano per più di un tour) con nove nel circuito australiano (ALPG), tre nel Japan Tour e uno nel LET. La nuova prodezza le ha fruttato un assegno di 180.000 dollari su un montepremi di 1.200.000 dollari. In una giornata molto ventosa Giulia Sergas ha girato in 72 (par) colpi con due birdie e un doppio bogey. Ha avuto nel corso del torneo problemi con il gioco sul green, ma il suo rapporto con il putter è andato migliorando fino ad essere buono nell’ultimo turno. La Luna ha iniziato in maniera devastante con sette bogey e un doppio bogey sulle prime otto buche. Nel rientro ancora un bogey, poi quattro birdie nell’arco di cinque buche, e ancora un bogey per il 79. E’ uscita al taglio Giulia Molinaro, 100ª con 147 (74 73, +3).   Terzo giro – Diana Luna, 23ª con 210 colpi (70 71 69, -6), ha guadagnato quindici posizioni e Giulia Sergas, 31ª con 211 (68 71 72, -5), ne ha perse undici nella terza giornata dell’ISPS Handa Women´s Australian Open, torneo in combinata tra LPGA Tour e Ladies European Tour che si conclude con la disputa del quarto giro sul percorso del Victoria GC (par 72) a Cheltenham, nei pressi di Adelaide. Con uno spettacolare 62 (-10) la 24enne coreana di Seoul Chella Choi, senza titoli nel LPGA Tour,  è balzata dal 38° al primo posto con 203 (70 71 62, -13) dove si è portata anche la brillante amateur australiana Minjee Lee (68 67 68), 18enne di Perth vincitrice di numerose importanti gare di categoria e la scorsa settimana runner-up nel Volvik RACV Masters alle spalle di Cheyenne Woods, nipote di Tiger Woods. Lotterà per il titolo nel giro finale anche la quasi 17enne neozelandese Lydia Ko, terza con 205 (-11), e hanno chances sia la norvegese Suzann Pettersen, numero due mondiale, quarta con 206 (-10) sia il gruppo al quinto posto con 207 (-9) formato da Amelia Lewis e da Morgan Pressel, dalle coreane Jenny Shin e Mi Hyang Lee, dalla norvegese Marianne Skarpnord, dalla francese Karine Icher, dall’inglese Holly Clyburn e dalla svedese Caroline Hedwall. Più difficile un recupero dell’australiana Karrie Webb, 13ª con 208 (-8), mentre altre attese protagoniste quali Paula Creamer, Stacy Lewis e Cheyenne Woods hanno lo stesso score della Luna. In retrovia la taiwanese Yani Tseng, 48ª con 214 (-2). La Choi ha realizzato due eagle, sette birdie e un bogey, la Lee girato in 68 (-4) con cinque birdie e un bogey, la Luna in 69 (-3) con un eagle, quattro birdie e tre bogey e la Sergas in 72 (par) con tre birdie e altrettanti bogey. E’ uscita al taglio Giulia Molinaro, 100ª con 147 (74 73, +3). Il montepremi è di 1.200.000 dollari (888.889 euro).   Secondo giro – Giulia Sergas, 20ª con 139 colpi (68 71, -5), ha perso quattordici posizioni, ma ha mantenuto una buona classifica nell’ISPS Handa Women´s Australian Open, torneo in combinata tra LPGA Tour e Ladies European Tour che si svolge sul percorso del Victoria GC (par 72) a Cheltenham, nei pressi di Adelaide. Passi indietro anche di Diana Luna, da 25ª a 38ª con 141 (70 71, -3), mentre non ha superato il taglio Giulia Molinaro, 100ª con 147 (74 73, +3). Duello svedese in cima alla graduatoria dove Caroline Hedwall, 25enne di Taby con cinque titoli nel LET, con un parziale di 65 (-7) e il totale di 133 (68 65, -11) ha sorpassato Suzann Pettersen, numero due mondiale (134 – 66 68, -10). La Hedwall si è giovata di una “hole in one”, la quarta in carriera, centrando con un solo colpo la buca 16, par 3 di 157 yards, utilizzando un ferro 7. Nel suo score anche un altro eagle, cinque birdie e due bogey, mentre la Pettersen, 33enne di Oslo con venti successi nel palmares tra LET e LPGA comprensivi di due major, ha confezionato un 68 (-4) con cinque birdie e un bogey. Sta tenendo con autorità la dilettante australiana Minjee Lee, terza con 135 (-9), la scorsa settimana seconda nel Volvik RACV Masters, sono al quarto posto con 136 (-8) la neozelandese Lydia Ko, la svedese Anna Nordqvist e l’inglese Holly Clyburn e al sesto con 137 (-7) Paula Creamer, Morgan Pressel, Jessica Korda, la francese Karine Icher e l’amateur coreana Jing Yan. Ha recuperato ben 80 posizioni Cheyenne Woods, a segno nel Volvik RACV Masters, che affianca la Sergas, e sono poco dietro Stacy Lewis, numero due del Rolex ranking, e l’australiana Karrie Webb, 29.e con 140 (-4). Ha evitato di uscire dalla gara con l’ultimo punteggio utile la taiwanese Yani Tseng, 67ª con 144 (par). Giulia Sergas ha girato in 71 (-1) colpi con tre birdie e due bogey e ha siglato lo stesso punteggio anche Diana Luna con sei birdie e cinque bogey. Per la Molinaro un 73 (+1) con due birdie, un bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 1.200.000 dollari (888.889 euro).   Primo giro – Giulia Sergas, sesta con 68 (-4) colpi, ha iniziato nel migliore dei modi l’ISPS Handa Women´s Australian Open, torneo in combinata tra LPGA Tour e Ladies European Tour che si svolge sul percorso del Victoria GC (par 72) a Cheltenham, nei pressi di Adelaide. Buon giro anche di Diana Luna, 25ª con 70 (-2) e tesa come la triestina a riscattare il taglio subito nella scorsa settimana, mentre questa volta lo rischia Giulia Molinaro, 100ª con 74 (+2), che invece era andata a premio nel Volvik RACV Ladies Masters (58ª). Ha attaccato con determinazione la norvegese Suzann Pettersen, in vetta con 66 (-6) colpi. La numero due mondiale è ben decisa a sorpassare la coreana Inbee Park, leader del Rolex ranking da 44 settimane, dalla quale la separano pochi centesimi di punto e che non ha preso parte alla gara. La classifica, comunque, è molto corta e la Pettersen ha un solo colpo di vantaggio sul quartetto inseguitore, composto da Jaclyn Sweeney e Jessica Korda, dalla francese Marion Recordeau e alla coreana Hee Young Park (67, -5). A due lunghezze il folto gruppo con Giulia Sergas e che comprende Paula Creamer e Sydnee Michaels, la neozelandese Lydia Ko, le australiane Sarah Jane Smith e Minjee Lee (am), le spagnole Azahara Muñoz e Carlota Ciganda, l’inglese Holly Clyburn e la svedese Caroline Hedwall. Sono al 42° posto con 71 (-1) Stacy Lewis, numero tre mondiale, Brittany Lincicome, l’australiana Karrie Webb e la taiwanese Yani Tseng, è al 60° con 72 (par) la svedese Anna Nordqvist e ha lo stesso score della Molinaro anche Cheyenne Woods, nipote di Tiger Woods, che domenica scorsa ha ottenuto la prima vittoria nel LET imponendosi nel Volvik RACV Ladies Masters. La Pettersen si è espressa con nove birdie e tre bogey, la Sergas con cinque birdie e un bogey, la Luna con quattro birdie e due bogey e la Molinaro con tre birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 1.200.000 dollari (888.889 euro).   Prologo – Giulia Sergas, Diana Luna e Giulia Molinaro tornano ancora in campo in Australia per prendere parte all’ISPS Handa Women´s Australian Open (13-16 febbraio), torneo in combinata tra LPGA Tour e Ladies European Tour che si svolge sul percorso del Victoria GC a Cheltenham, nei pressi di Adelaide. Si confronteranno con un field di tutto rispetto che comprende la norvegese Suzann Pettersen, numero due mondiale, la statunitense Stacy Lewis, numero tre, e la giovanissima neozelandese Lydia Ko, numero quattro. Al via anche le altre americane Lexi Thompson, Paula Creamer, Brittany Lincicome e Cheyenne Woods, la nipote di Tiger Woods attesa con molta curiosità dopo il successo della scorsa settimana nel Volvik RACV Ladies Masters, le australiane Karrie Webb, Stacey Keating, Sarah Kemp e Nikki Garrett, le sudafricane Stacy Lee Bregman e Lee-Anne Pace, la taiwanese Yani Tseng, le inglesi Laura Davies, Melissa Reid e Charley Hull, le francesi Gwladys Nocera e Anne-Lise Caudal e la svedese Anna Nordqvist. La Luna e la Sergas cercano il riscatto dopo l’uscita al taglio con cui si è concluso il loro debutto stagionale, mentre per la Molinaro, alle prime gare nel circuito dopo aver ottenuto la ‘carta’ al termine della scorsa stagione con il secondo posto nella money list del Symetra Tour, sarà importante quanto meno arrivare alla fine delle 72 buche come nel Queensland (58ª). Il montepremi è di 1.200.000 dollari (888.889 euro).   I risultati