fbpx

LPGA Tour: vince Cristie Kerr Giulia Sergas buona prova (20ª)

  05 Maggio 2013 News
Condividi su:

Giulia Sergas ha continuato la striscia di buone prestazioni classificandosi 20ª con 283 colpi (74 68 70 71, -1) nel Kingsmill Championship, torneo del LPGA Tour disputato sul percorso del River Course (par 71) al Kingsmill Resort di Williamsburg in Virginia. Ha conquistato il 16° titolo in carriera Cristie Kerr (272 – 66 71 66 69, -12) – nella foto – 36enne di Miami che dopo aver concluso la gara alla pari con la norvegese Suzann Pettersen (272 – 68 69 68 67) l’ha superata con un par alla seconda buca di spareggio. Al terzo posto con 274 (-10) la coreana Ilhee Lee e la 17enne neopro thailandese Ariya Jutanugarn, già vincitrice nel circuito europeo e sempre più convincente, al quinto con 275 (-9), Angela Stanford e Stacy Lewis, numero due mondiale, al settimo con 276 (-8) Inbee Park, leader del Rolex ranking. Altalenanti le altre concorrenti più attese: Paula Creamer e la coreana Na Yeon Choi, 12.e con 281 (-3), l’australiana Karrie Webb e la taiwanese Yani Tseng, 24.e con 284 (par), la coreana Jiyai Shin, 32ª con 286 (+2), e la giapponese Ai Miyazato, 46ª con 289 (+5). La Kerr, in vetta dopo tre turni, è stata soprassata dalla Pettersen (quattro birdie per il suo 67, -4), ma alla buca 16 con il quarto birdie di giornata (contro due bogey per il parziale di 69, -2) ha ristabilito la parità prima di prevalere per la terza volta su cinque playoff disputati. Ha ricevuto un assegno di 195.000 dollari su un montepremi di 1.300.000 dollari. Tra i suoi successi spiccano due major. La Sergas, partita molto male con un 74 (+3) e il 104° posto, ha effettuato un brillantissimo secondo giro in 68 (-3), miglior score del turno, con cui ha risalito la classifica di 80 gradini, poi è rimasta praticamente stabile. Nel suo 71 (par) conclusivo tre birdie e tre bogey. La triestina ha superato undici tagli in altrettanti tornei, tra LPGA Tour e LET, con quattro piazzamenti tra le top ten e altri tre nelle top 20. E’ uscita al taglio Silvia Cavalleri, 122ª con 151 (73 78, +9). Terzo giro – Giulia Sergas, 20ª con 212 colpi (74 68 70, -1), ha guadagnato altre sette posizioni nel terzo giro del Kingsmill Championship, torneo del LPGA Tour che si conclude sul percorso del River Course (par 71) al Kingsmill Resort di Williamsburg in Virginia, e che distribuirà un montepremi di 1.300.000 dollari. Con un parziale di 66 (-5), secondo punteggio di giornata, e il totale di 203 (66 71 66, -10) ha preso le redini della gara Cristie Kerr, 36enne di Miami con quindici titoli nel circuito comprensivi di due major, ma i due colpi di vantaggio non la garantiscono certo da un possibile ritorno di avversarie di peso quali Stacy Lewis e la norvegese Suzann Pettersen, seconde con 205 (-8). In corsa per il successo anche Angela Stanford, quarta con 206 (-7), e la coreana Ilhee Lee, quinta con 207 (-6), mentre sono molto ridotte le possibilità di Lizette Salas (suo il punteggio più basso con un 65, -6) e della 17enne thailandese Ariya Jutanugarn, seste con 208 (-5). In particolare la Jutanugarn ha ceduto con un 73 (+2) dopo essere stata in vetta per due turni. Rimonta difficile anche per la coreana Inbee Park, numero uno mondiale, ottava con 209 (-4). Sono fuori l’australiana Karrie Webb, la cinese Shanshan Feng e la coreana So Yeon Ryu, 12.e con 211 (-2). La Sergas è affiancata dalla taiwanese Yani Tseng e dalla coreana Na Yeon Choi, mentre sono in netto ritardo Paula Creamer, 27ª con 213 (par), la giapponese Ai Miyazato, 33ª con 214 (+1), e la coreana Jiyai Shin, 51ª con 217 (+4). La Kerr ha marciato con sei birdie e un bogey, la Sergas è scesa di un colpo sotto par (70) con tre birdie e due bogey. E’ uscita al taglio Silvia Cavalleri, 122ª con 151 (73 78, +9). Secondo giro – Giulia Sergas ha girato in 68 (-3) colpi, miglior score di giornata, e con il punteggio di 142 (74 68, par) è balzata al 27° posto, risalendo la graduatoria di 80 gradini, nel Kingsmill Championship, torneo del LPGA Tour che in svolgimento sul percorso del River Course (par 71) al Kingsmill Resort di Williamsburg in Virginia, che distribuirà un montepremi di 1.300.000 dollari. Out, invece, Silvia Cavalleri, 122ª con 151 (73 78, +9). Ha mantenuto il comando con 135 (64 71, -7) la 17enne neopro thailandese Ariya Jutanugarn, ma le migliori sono tutte nelle prime posizioni. E’ seguita con 136 (-6) da Stacy Lewis, numero due mondiale, e da Angela Stanford, le altre due concorrenti che si sono espresse con un 68, e con 137 (-5) da Cristie Kerr, dalla norvegese Suzann Pettersen e dalla tedesca Sandra Gal. Al settimo posto con 138 (-4) altre pretendenti al successo quali la cinese Shanshan Feng, la giapponese Ai Miyazato e la coreana So Yeon Ryu, che sono affiancate dalla veterana Juli Inkster, da Katie Burnett e dalla coreana Ilhee Lee. Subito dietro Paula Creamer, 13ª con 139 (-3), mentre ha perso terreno la coreana Inbee Park, leader del Rolex Rangking, 19ª con 140 (-2), e sono poco più indietro l’australiana Karrie Webb e la taiwanese Yani Tseng, 21.e con 141 (-1). La Jutanugarn, che gioca abitualmente nel Ladies European Tour dove è entrata imponendosi nella Qualifying School e dove ha già vinto un torneo (Lalla Meryem Cup), dopo un avvio scintillante in 64 (-7) ha rallentato con un 71 (par) segnando tre birdie e tre bogey. Per la Lewis e per la Stanford quattro birdie e un bogey, per la Sergas cinque birdie e due bogey. Nel 78 (+7) della Cavalleri cinque bogey e un doppio bogey. La Sergas sta conducendo un’ottima stagione con undici tagli superati in altrettanti tornei, tra LPGA Tour e LET, con quattro piazzamenti tra le top ten e altri due tra le top 20. E’ al 17° posto nella money list statunitense, al 20° in quella europea (ma nel LET gioca poco) e al quinto nella speciale graduatoria che qualifica per la Solheim Cup. E’ la prima volta che supera il taglio al River Course, un campo che non ha mai gradito molto. Dopo questo torneo tornerà in Italia per prendersi un po’ di riposo. Primo giro – Avvio lento per Silvia Cavalleri, 85ª con 73 (+2), nella foto, e per Giulia Sergas, 107ª con 74 (+3), nel Kingsmill Championship, torneo del LPGA Tour che si sta svolgendo sul percorso del River Course (par 71) al Kingsmill Resort di Williamsburg in Virginia, e che ora avranno necessità di un secondo giro piuttosto tonico per rimanere in gara. Ancora alla ribalta la 17enne thailandese Ariya Jutanugarn, neopro che vanta già un titolo nel Ladies European Tour, e che ha preso il largo con un ottimo 64 (-7). La seguono con 66 (-5) Cristie Kerr e con 67 (-4) la coreana So Yeon Ryu e l’olandese Dewi Claire Schreefel. Le migliori sono quasi tutte nelle prime posizioni e in particolare si trovano nel nutrito gruppo di tredici concorrenti al quinto posto con 68 (-3) la coreana Inbee Park, numero uno mondiale, Stacy Lewis, numero due, Angela Stanford, la giapponese Ai Miyazato e la norvegese Suzann Pettersen, Un colpo in più, 19.e con 69 (-2), per Paula Creamer, per la cinese Shanshan Feng e per la taiwanese Yani Tseng, mentre sono al 39° posto con 70 (-1) la coreana Jiyai Shin e l’australiana Karrie Webb. La Jutanugarn ha chiuso con nove birdie e un doppio bogey, la Cavalleri con due birdie e quattro bogey, la Sergas con un birdie e quattro bogey. Il montepremi è di 1.300.000 dollari. Prologo – Nuovamente in campo Giulia Sergas e Silvia Cavalleri impegnate nel Kingsmill Championship (2-5 maggio) torneo del LPGA Tour che si svolge sul percorso del River Course al Kingsmill Resort di Williamsburg, in Virginia. Come accade quasi sempre nel circuito femminile americano saranno presenti buona parte delle migliori proettes guidate dalla coreana Inbee Park, leader mondiale e vincitrice domenica scorsa del North Texas Shootout suo terzo titolo stagionale. A cercare di frenare l’attuale strapotere della Park proveranno le connazionali Na Yeon Choi e Jiyai Shin, campionessa uscente, le statunitensi Stacy Lewis, numero due del Rolex ranking, Paula Creamer e Cristie Kerr, la norvegese Suzann Pettersen, la cinese Shanshan Feng, la taiwanese Yani Tseng, l’australiana Karrie Webb e la giapponese Ai Miyazato. Susciteranno sicuramente curiosità le sorelle thailandesi, entrambe neopro, Moriya Jutanugarn, 18 anni e prima nella Qualifying School del LPGA Tour, e Ariya, 17 anni, dominatrice della Qualifying Tour del LET dove si è imposta anche in un torneo (Lalla Meryem Cup). La Sergas proverà ad allungare la striscia positiva che l’ha condotta al 17° posto nell’ordine di merito, mentre la Cavalleri, tornata alle gare dopo un anno di assenza, e alla ricerca del giusto ritmo di gara. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.   I risultati