fbpx

LPGA Tour: Sei Young Kim una rookie al proscenio

  09 Febbraio 2015 News
Condividi su:

La 22enne coreana Sei Young Kim, (nella foto) al primo anno nel LPGA Tour, ha vinto con 278 colpi (70 68 72 68, -14) il Pure Silk Bahamas Classic, secondo torneo stagionale del circuito che si è svolto all’Ocean Golf Club Course (par 73) di Paradise Island alle Bahamas, dove Giulia Sergas, 75ª con 148 (72 76, +2), è uscita al taglio per un colpo. La vincitrice ha agganciato con un birdie in chiusura la connazionale Sun Young Yoo (278 – 70 69 69 70) e la thailandese Ariya Jutanugarn (278 – 69 70 70 69) e poi le ha sconfitte con un birdie alla prima buca supplementare. Il primo titolo nel tour, dove è approdata con il sesto posto nella Qualifying School e che ha arricchito un palmares nel quale figurano cinque successi nel Korean LPGA, ha fruttato a Sei Young Kim 195.000 dollari, su un montepremi di 1.300.000 dollari. In una gara particolarmente avversata dal maltempo, il trio di testa ha preceduto Brittany Lincicome, quarta con 279 (-13), Danielle Kang e la coreana Inbee Park, quinte con 280 (-12), Lexi Thompson, Gerina Piller, la spagnola Azahara Muñoz e la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, settime con 281 (-11). All’11° posto con 282 (-10) Stacy Lewis, al 24° con 285 (-7) la giapponese Ai Miyazato, al 27° con 286 (-6) la norvegese Suzann Pettersen, al 38° con 289 (-3) Jessica Korda, campionessa uscente, e al 47° con 290 (-2) Paula Creamer.

 

Terzo giro – Giulia Sergas, 75ª con 148 colpi (72 76, +2), è uscita al taglio nel Pure Silk Bahamas Classic, secondo torneo stagionale del LPGA Tour che si sta svolgendo all’Ocean Golf Club Course (par 73) di Paradise Island alle Bahamas. La gara è in ritardo sulla tabella di marcia a causa del maltempo che ha impedito prima la conclusione dei due turni iniziali e poi anche del terzo dove si è portata al comando Gerina Piller con un “meno 10” dopo nove buche.

Sono al secondo posto con “meno 9” Lexi Thompson (fermata alla 16ª buca), Kelly Shon (10ª), Brooke Pancake (7ª), la francese Perrine Delacour (12ª), la tedesca Sandra Gal (9ª) e la coreana Sei Young Kim (7ª) e all’ottavo con “meno 8” Stacy Lewis (15ª), Brittany Lincicome (13ª), la thailandese Ariya Jutanurgan (10ª) e le coreane Inbee Park (7ª), Hee Young Park (12ª) e Sun Young Yoo (9ª). Non brillano la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, 32ª con “meno 4” (15ª), la norvegese Suzann Pettersen, 45ª con “meno 2” (13ª), Paula Creamer, 50ª con “meno 1” (12ª), e Jessica Korda, che non ha più possibilità di difendere il titolo, 70ª con “+2” (11ª). Il montepremi è di 1.300.000 dollari.   Secondo giro Giulia Sergas, 69ª con 148 colpi (72 76, +2), è in bilico sulla linea del taglio nel Pure Silk Bahamas Classic, secondo torneo stagionale del LPGA Tour che si sta svolgendo all’Ocean Golf Club Course (par 73) di Paradise Island alle Bahamas. Il destino della triestina dipenderà dalle 60 giocatrici che dovranno concludere il turno sospeso, come già era avvenuto per il primo, a causa della sopravvenuta oscurità. Guidano la classifica provvisoria la coreana Sun Young Yoo con 139 (70 69) e Brittany Lincicome che con appena cinque buche giocate (due birdie) ha lo stesso “-7” e ampie possibilità di sopravanzarla. Al terzo posto con 140 Kelly Shon, Dori Carter e la coreana Jenny Shin, mentre ha ancora tredici buche a disposizione per migliorarsi l’altra coreana Inbee Park, che ha il medesimo “-6”. Hanno recuperato qualche posizione la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, 18ª con 143 (-3, e Stacy Lewis, 24ª con 144 (-2), ed è retrocessa Suzann Pettersen, 46ª con 146 (par). Non ha più possibilità di difendere il titolo Jessica Korda, 56ª con 147 (+1). La Sergas ha girato in 76 (+3) colpi con tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.   Primo giro Non si è concluso il primo giro giro iniziale del Pure Silk Bahamas Classic, secondo torneo stagionale del LPGA Tour in svolgimento all’Ocean Golf Club Course (par 73) di Paradise Island alle Bahamas. E’ al comando con 67 (-6) colpi Brooke Pancake, seguita a un colpo da Brittany Lincicome, Natalie Gulbis e dalla coreana Inbee Park, numero due mondiale (68, -5), e a due da Gerina Piller, dalla spagnola Azahara Muñoz, dalla thailandese Ariya Jutanugarn (69) e dalla francese Joanna Klatten, che ha lo stesso “-4” con 12 buche giocate. Alla stessa buca si è fermata anche Giulia Sergas, 65ª con il par (tre birdie e tre bogey) insieme a Jessica Korda (8ª), campionessa uscente, e a Lexi Thompson (7ª). Non hanno completato il turno nemmeno la norvegese Suzann Pettersen 20ª con “-2” (stop all’8ª), la neozelandese Lydia Ko (8ª), leader del Rolex Ranking, e Stacy Lewis (7ª), numero tre, 34.e con “-1”. Deludente Michelle Wie, 110ª con 76 (+3). Il montepremi è di 1.300.000 dollari.   Prologo – Secondo impegno stagionale per Giulia Sergas nel LPGA Tour, che propone il Pure Silk Bahamas Classic (5-8 febbraio) all’Ocean Golf Club Course di Paradise Island alle Bahamas. Vi prendono parte quattro tra le “top 5” del Rolex Ranking: le prime tre, nell’ordine la neozelandese Lydia Ko, la coreana Inbee Park, appena spodestata, e Stacy Lewis, insieme alla numero cinque, la norvegese Suzann Pettersen. Hanno buone chances di recitare un ruolo di rilievo anche Jessica Korda, che difende il titolo, Paula Creamer, Cristie Kerr, Lexi Thompson e Michelle Wie, la coreana Na Yeon Choi, vincitrice nella scorsa settimana del Coates Golf Championship, la thailandese Pornanong Phatlum, la svedese Anna Nordqvist e le spagnole Azahara Muñoz e Beatriz Recari. La Sergas è reduce dal 74° posto in Florida, dove ha avuto un netto cedimento nell’ultimo giro. Lydia Ko, con il secondo posto Coates Golf Championship, è divenuta leader mondiale, la più giovane in assoluto, tra uomini e donne, con i suoi 17 anni, nove mesi e nove giorni. In precedenza il primato era di Tiger Woods, numero uno a 21 anni, cinque mesi e sedici giorni, seguito dalla coreana Jiyai Shin con 22 anni e cinque giorni.   I risultati