fbpx

LPGA Tour: Lydia Ko batte Stacy Lewis Molinaro e Sergas chiudono in retrovia

  28 Aprile 2014 News
Condividi su:

  La 17enne neozelandese Lydia Ko (276 – 68 71 68 69. -12), nella foto, ha sorpassato nel giro finale Stacy Lewis (277 – 69 69 68 71, -11) e si è imposta nello Swinging Skirts Classic (LPGA Tour), sul tracciato del Lake Merced Golf Club (par 72), a San Francisco in California, dove Giulia Molinaro è terminata 62ª con 298 (78 69 78 73, +10) e Giulia Sergas 76ª con 302 (72 72 83 75, +14). Ha occupato la terza posizione con 278 (-10) la coreana Jenny Shin e non è andata oltre la quarta con 282 (-6) la connazionale Inbee Park, leader mondiale, affiancata dalla danese Line Vedel e dalla cinese Shanshan Feng. In nona con 286 (-2) Michelle Wie, in 28ª con 291 (+3) la norvegese Suzann Pettersen, in 30ª con 292 (+4) l’australiana Karrie Webb, in 35ª con 293 (+5) Paula Creamer, in 49ª con 295 (+7) la giapponese Ai Miyazato e in 62ª al coreana Na Yeon Choi, stesso score della Molinaro. La Ko, passata di categoria alla fine dello scorso anno, ha ottenuto il secondo successo da professionista (dopo quello nello Swinging Skirts World Ladies Masters sul circuito coreano) e il sesto in carriera avendo battuto le proettes, nello status di dilettante, due volte nel LPGA Tour (Canadian Open 2012, 2013), una nel Ladies European Tour (New Zealand Open, 2013) e una nel tour australiano (Bing Lee Samsung Women’s NSW Open, 2012). Partita per il giro finale con un colpo di ritardo dalla Lewis, la Ko ha avuto un cammino incerto per dieci buche con tre birdie e altrettanti bogey, ma è riuscita ad agganciare la statunitense che dopo nove buche in par ha segnato un bogey alla 10ª. Un nuovo bogey della Lewis alla 13ª combinatosi con un birdie della Ko ha favorito il sorpasso, poi nelle ultime cinque buche l’americana ha reagito con tre birdie, ma la neozelandese è riuscita a mantenere un colpo di margine realizzandone a sua volta due. In totale 69 colpi per la Ko con sei birdie e tre bogey e 71 (-1) per la Lewis con tre bridie e due bogey. La Molinaro ha girato in 73 (+1) con quattro birdie, due bogey e un triplo bogey, la Sergas in 75 (+3) con tre birdie e sei bogey. Alla vincitrice è andato un assegno di 270.000 dollari su un montepremi di 1.700.000 dollari.   Terzo giro – Stacy Lewis, numero tre mondiale, ha mantenuto la leadership con 206 colpi (69 69 68, -10) e inizierà il giro finale dello Swinging Skirts Classic (LPGA Tour), sul tracciato del Lake Merced Golf Club (par 72), a San Francisco in California, con un colpo di vantaggio sulla 17enne neozelandese Lydia Ko (207 – 68 71 68, -9), numero quattro. Sono scivolate in bassa classifica Giulia Molinaro, da 38ª a 66ª con 225 (78 69 78, +9), e Giulia Sergas, da 23ª a 75ª con 227 (72 72 83, +11). E’ probabile che sarà una volata tra le prime due a decidere del titolo, poiché le altre hanno distacchi consistenti: la coreana Jenny Shin, terza con 210 (-6), ne accusa quatto,  la sua connazionale Hee Young Park, quarta con 211 (-5) ne rende cinque e sono a sei la cinese Shanshan Feng, la thailandese P.K. Kongkraphan e la francese Karine Icher, quinte 212 (-4). Malgrado la grande classe non potrà far nulla la coreana Inbee Park, leader mondiale, nona con 214 (-2), così come Michelle Wie, 13ª  con 215 (-1). Prestazioni in grigio dell’australiana Karrie Webb, 30ª con 219 (+3), di Paula Creamer e della norvegese Suzann Pettersen, numero due del Rolex ranking, 40.e con 221 (+5), della coreana Na Yeon Choi, 63ª con 224 (+8), e della giapponese Ai Miyazato, alla pari con la Molinaro. Stesso parziale di 68 (-4) per Stacy Lewis, con quattro birdie, e per Lydia Ko, con cinque birdie e un bogey. Per la Molinaro 78 (-6) colpi con un birdie, cinque bogey e un doppio bogey e per la Sergas 83 (+11) con un birdie, otto bogey e due doppi bogey. Il montepremi è di 1.700.000 dollari.   Secondo giro – Giulia Sergas, 23ª con 144 colpi (72 72, par), ha guadagnato una posizione nel secondo giro dello Swinging Skirts Classic (LPGA Tour), in svolgimento sul tracciato del Lake Merced Golf Club (par 72), a San Francisco in California. Ha fatto un gran balzo Giulia Molinaro, da 121ª a 38ª con 147 (78 69, +3) dopo un ottimo parziale di 69 (-3). E’ passata a condurre con 138 (69 69, -6) Stacy Lewis, numero tre mondiale, che ha sorpassato la neozelandese Lydia Ko e la francese Karine Icher (139, -5), quest’ultima in vetta dopo 18 buche. In risalita anche la coreana Inbee Park, leader del Rolex ranking, terza con 141 (-4) alla pari con la connazionale Ilhee Lee e con la giapponese Mika Miyazato, così come la norvegese Suzann Pettersen, numero due al mondo, che occupa la settima piazza con 142 (-2) in compagnia di altre otto concorrenti tra le quali Brittany Lang, la spagnola Carlota Ciganda e la scozzese Catriona Matthew. La cinese Shanshan Feng, la svedese Anna Nordqvist e Michelle Wie affiancano la Sergas e hanno lo stesso score della Molinaro anche l’australiana Karrie Webb e la coreana Na Yeon Choi. In bassa classifica Paula Creamer e la nipponica Ai Miyazato, 52.e con 148 (+4), e fuori al taglio, caduto a 149 (+5), la taiwanese Yani Tseng (150, +6). Non è stato proprio fluido, ma comunque efficace, il cammino di Stacy Lewis, giunta in club house con un parziale di 69 (-3) frutto di cinque birdie e di tre bogey. La Sergas ha replicato il 72 (par) del turno iniziale con due birdie e due bogey e la Molinaro ha messo insieme quattro bridie e un bogey. Il montepremi è di 1.700.000 dollari.   Primo giro – Giulia Sergas, 24ª con 72 (par) colpi alla pari con Michelle Wie e con la svedese Anna Nordqvist, ha tenuto un buon passo nel primo giro dello Swinging Skirts Classic (LPGA Tour) sul tracciato del Lake Merced Golf Club (par 72), a San Francisco in California. Molte difficoltà, invece, per Giulia Molinaro, 121ª con 78 (+6) insieme alla taiwanese Yani Tseng, che comunque ha ancora chances di evitare il taglio. Il turno è stato sospeso per l’oscurità, dopo che vi era stato un ritardo nelle partenze di due ore per nebbia, ma non vi saranno al termine sostanziali mutamenti nella classifica dove è al comando con 66 (-6) colpi la francese Karine Icher (nella foto) che ne ha due di vantaggio sulla 17enne neozelandese Lydia Ko, sulle coreane Jenny Shin e Ilhee Lee, sulla svedese Maria McBride e sull’olandese Dewi Claire Schreefel. In settima posizione con 69 (-3) Stacy Lewis e in 12ª con 70 (-2) la norvegese Suzann Pettersen, numero due mondiale al rientro dopo uno stop, mentre non ha brillato la coreana Inbee Park, numero uno, 43ª con 73 (+1). Sono più indietro la cinese Shanshan Feng, la coreana Na Yeon Choi, la giapponese Ai Miyazato e l’australiana Karrie Webb, 63.e con 74 (+2), e Paula Creamer, 96ª con 76 (+4). La Icher, 35enne di Châteauroux con cinque successi nel Ladies European Tour e nessuno nel LPGA Tour, ha condotto un giro senza sbavature e con sei birdie, gli stessi ottenuti da Lydia Ko, ma con due bogey. Per la Sergas quattro birdie, due bogey e un doppio bogey e per la Molinaro due birdie, sei bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 1.700.000 dollari.   Prologo –  Giulia Sergas e Giulia Molinaro partecipano allo Swinging Skirts Classic (24-27 aprile), torneo del LPGA Tour che si disputa sul tracciato del Lake Merced Golf Club, a San Francisco in California. Rientra nell’occasione la norvegese Suzann Pettersen, numero due mondiale che con lo stop ha perso distanza dalla leader, la coreana Inbee Park, con la quale riprenderà subito il duello nel tentativo di operare il sorpasso. Saranno le due indiscusse favorite in un field che comprende Stacy Lewis, numero tre nel Rolex ranking, Paula Creamer, Cristie Kerr e Michelle Wie, in vetta alla money list americana, le altre coreane Na Yeon Choi, Hee-Won Han e So Yeon Ryu, la cinese Shanshan Feng, le svedesi Caroline Hedwall e Anna Nordqvist, la neozelandese Lydia Ko, le giapponesi Ai Miyazato e Mika Miyazato, le spagnole Azahara Muñoz e Beatriz Recari, la taiwanese Yani Tseng e l’australiana Karrie Webb. Iscritta, ma difficilmente potrà giocare, Silvia Cavalleri, seconda riserva. Il montepremi è di 1.700.000 dollari. I risultati