fbpx

LPGA Tour: alle Hawaii va a segno Minjee Lee nel Lotte Championship

  17 Aprile 2016 News
Condividi su:

L’australiana Minjee Lee (ella foto) con una gran volata finale in 64 (-8) colpi, iniziata dal sesto posto, e con uno score totale di 272 (68 66 74 64, -16), ha vinto il Lotte Championship, torneo del LPGA Tour disputato al Ko Olina Golf Club (par 72), a Kapolei nell’isola hawaiana di Oahu, dove non hanno superato il taglio Giulia Sergas (81 74) e Giulia Molinaro (78 77), entrambe 132.e con 155 (+11).
La Lee ha battuto per un solo colpo di differenza Katie Burnett, in vetta dopo tre giri e alla quale rendeva cinque colpi, e la coreana In Gee Chun (273, -15). In quarta posizione con 274 (-14) la thailandese Moriya Jutanugarn, in quinta con 275 (-13) la coreana Su-Yeon Jang, in sesta con 276 (-12) la francese Joanna Klatten e in settima con 277 (-11) Megan Khang, Mo Martin e la coreana Sei Young Kim, campionessa uscente.
In decima con 278 (-10) Lexi Thompson, numero tre mondiale, la cinese Shanshan Feng e l’emergente canadese Brooke M. Henderson e mai in partita la neozelandese Lydia Ko, leader del Rolex ranking, 23ª con 283 (-5) insieme alla norvegese Suzann Pettersen. Al 44° posto con 286 (-2) Paula Creamer, mentre ha mollato in chiusura la coreana Inbee Park, numero due nella graduatoria mondiale, 68ª con 293 (+5), dopo un 77 (+5).
Minjee Lee, nativa di Perth e vent’anni nel prossimo maggio, ha siglato il secondo titolo nel circuito dopo quello ottenuto nel Kingsmill Championship del 2015. Nel suo palmares anche un successo nel tour femminile australiano dove ha sconfitto le proettes quando era dilettante (Oates Victoria Open, 2014). Ha avuto partita vinta con un eagle e sei birdie, senza bogey e ha intascato un assegno di 270.000 dollari su un montepremi di 1.800.000 dollari.
TERZO GIRO – Katie Burnett, leader con 203 colpi (70 66 67, -13), proverà a vincere nel giro finale del Lotte Championship, torneo del LPGA Tour che si sta disputando al Ko Olina Golf Club (par 72), a Kapolei nell’isola hawaiana di Oahu.
Non sarà un’impresa facile anche se è riuscita ad allungare un po’ la classifica, per la qualità delle inseguitrici. E’ al secondo posto con 204 (-12) la coreana Su-Yeon Jang, sono al terzo con 206 (-10) la thailandese Moriya Jutanugarn e la coreana In Gee Chun e una terza coreana, Sei Young Kim, è al quinto con 207 (-9), forse la più pericolosa perché determinata a confermare il titolo conseguito lo scorso anno. Ha ceduto l’australiana Minjee Lee, da prima a sesta con 208 (-8) alla pari con la francese Joanna Klatten e con la thailandese P.K. Kongkraphan.
Sta rincorrendo Lexi Thompson, numero tre mondiale, nona con 209 (-7), ma sei colpi di ritardo sembrano troppi di recuperare. Sono fuori gioco la cinese Shanshan Feng e la canadese Brooke M. Henderson, 12.e con 210 (-6), la norvegese Suzann Pettersen, 17ª con 211 (-5), la neozelandese Lydia Ko, leader del Rolex Ranking, 32ª con 214 (-2), che sta tirando il fiato dopo le vittorie nelle due gare precedenti, la coreana Inbee Park, numero due, e Paula Creamer, 45.e con 216 (par).
Non hanno superato il taglio Giulia Sergas (81 74), e Giulia Molinaro (78 77), entrambe 132.e con 155 (+11). Il montepremi è di 1.800.000 dollari.
SECONDO GIRO – Giulia Sergas (81 74) e Giulia Molinaro (78 77), 132.e con 155 (+11) colpi, sono uscite al taglio nel Lotte Championship, torneo del LPGA Tour che si sta disputando al Ko Olina Golf Club (par 72), a Kapolei nell’isola hawaiana di Oahu.
E’ rimasta solitaria al comando con 134 (68 66, -10) Minjee Lee, 20enne australiana di Perth con un titolo nel circuito, che ha lasciato a due colpi Katie Burnett (136, -8), e a tre la coreana Su-Yeon Jang (137, -7). Al quarto posto con 138 (-6) l’altra la coreana Sei Young Kim, campionessa uscente, e la thailandese Moriya Jutanugarn, in vetta con la Lee dopo un turno, e al sesto con 139 (-5) la canadese Brooke M. Henderson.
Ha guadagnato 67 posizioni, Lexi Thompson, numero tre mondiale, da 77ª a decima con 141 (-3), grazie a un 66 (-6), e ha lo stesso score la cinese Shanshan Feng. Poco dietro Paula Creamer e la norvegese Suzann Pettersen, 18.e con 142 (-2), e ha perso terreno la neozelandese Lydia Ko, numero uno del Rolex ranking, da 13ª a 26ª con 143 (-1). Non brilla Inbee Park, numero due, 49ª con 145 (+1).
Minjee Lee ha siglato un 66 (-6) con sei birdie senza bogey. Per Giulia Sergas 74 (+2) colpi con due birdie, due bogey e un doppio bogey e per Giulia Molinaro 77 (+5) con un birdie e sei bogey. Il montepremi è di 1.800.000 dollari.
PRIMO GIRO – Inizio decisamente in salita per Giulia Molinaro, 115ª con 78 (+6) colpi, e per Giulia Sergas (nella foto), 139ª con 81 (+9), a un passo dal taglio nel Lotte Championship, torneo del LPGA Tour che si sta disputando al Ko Olina Golf Club (par 72), a Kapolei nell’isola hawaiana di Oahu.
Al proscenio proette emergenti quali l’australiana Minjee Lee e la thailandese Moriya Jutanugarn, leader con 68 (-4), e la canadese Brooke M. Henderson, terza con 69 (-3) alla pari con la connazionale Alena Sharp, con Kim Kaufman, con la tedesca Caroline Masson e con la coreana Sei Young Kim, campionessa uscente.
Ha perso poco terreno la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, 13ª con 71 (-1) insieme alla norvegese Suzann Pettersen, mentre sono in bassa classifica la coreana Inbee Park, numero due, 64ª con 74 (+2), e Lexi Thompson, numero tre, 77ª con 75 (+3). Hanno fatto meglio, pur con qualche errore di troppo, Paula Creamer, 23ª con 72 (par), e la cinese Shanshan Feng, 47ª con 73 (+1).
In una giornata molto ventosa solo 22 concorrenti sono scese sotto par. “Il vento aiuta se sei una giocatrice d’attacco – ha spiegato Minjee Lee, 20enne di Perth con un titolo nel circuito – ma devi stare molto attenta alla direzione, E’ poi occorre anche un po’ di fortuna. Io oggi credo di averne avuta in parte, ma sono riuscita comunque districarmi nel modo giusto”. Nel suo score sei birdie e due bogey.
Ariya Jutanugarn, 21enne di Bangkok,  ha detto: “Mi sono divertita. Ho avuto ragione del vento ricorrendo a diverse strategie e soprattutto alla pazienza. Sono rimasta molto soddisfatta per i sette birdie: non è facile segnarne tanti in tali condizioni”. Per lei, oltre ai sette birdie, anche un bogey e un doppio bogey.
Lydia Ko di birdie ne ha realizzati cinque, ma sono stati quasi tutti annullati da due bogey e da un doppio bogey. Per Giulia Molinaro un birdie, cinque bogey e un doppio bogey e per Giulia Sergas un birdie, otto bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 1.800.000 dollari.
PROLOGO – Dopo una settimana di pausa torna il LPGA Tour con il Lotte Championship (13-16 aprile) in programma al Ko Olina Golf Club, a Kapolei nell’isola hawaiana di Oahu.
Nuovamente in campo Giulia Sergas e Giulia Molinaro, entrambe in cerca di una prestazione convincente dopo un inizio di stagione con qualche difficoltà. Particolarmente motivata la prima che deve mantenere la sua posizione tra le prime 60 dell’Olympic Ranking, ove attualmente è 45ª, per andare ai Giochi Olimpici di Rio 2016 insieme a Diana Luna, anche lei in classifica (53ª).
Calamitano l’attenzione a Kapolei la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, in forma straripante e reduce da due successi consecutivi tra i quali uno nel primo major stagionale (ANA Inspitation), la coreana Inbee Park e Lexi Thompson, che la seguono nel Rolex ranking.
Difende il titolo la coreana Sei Young Kim e saranno tra le favorite anche la connazionale Hyo Joo Kim, le statunitensi Paula Creamer e Michelle Wie, la cinese Shanshan Feng e la norvegese Suzann Pettersen. Sarà interessante osservare alcune giovani emergenti quali Jacqui Concolino, la canadese Brooke M. Henderson, la cinese Xi Yu Lin e l’israeliana Laetitia Beck. Il montepremi è di 1.800.000 dollari.