fbpx

LPGA: Stacy Lewis vince a Singapore, 49ª Giulia Sergas

  03 Marzo 2013 News
Condividi su:

Giulia Sergas ha concluso al 49° posto con 295 colpi (75 72 72 76, +7) l’HSBC Women’s Champions svoltosi sul tracciato del Sentosa Golf Club (par 72) di Singapore, ultimo torneo a invito del LPGA Tour nel quale 61 delle 63 concorrenti in campo (due sono state invitate) si erano qualificate con i risultati della scorsa stagione. Si è imposta con 273 colpi (67 66 69 71, -15)) Stacy Lewis, nella foto, che, sia pure con un po’ d’affanno, è riuscita a staccare di un colpo nel giro finale la coreana Na Yeon Choi (274 – 69 66 67 72, -14), numero due mondiale, con la quale era al comando dopo 54 buche. A terzo posto con 275 (-13) Paula Creamer, al quarto con 278 (-10) la sempre più convincente 16enne thailandese Ariya Jutanugarn, che ha ‘carta’ per il Ladies European Tour e che ha usufruito di uno dei due inviti degli sponsor. In quinta posizione con 279 (-9) Jessica Korda, Danielle Kang e la taiwanese Candie Kung, in ottava con 280 (-8) Lexi Thompson e la coreana Chella Choi, in 14ª con 283 (-5) Moriya Jutanugarn,  sorella di Ariya, 17 anni e vincitrice della Qualifying School del LPGA Tour. Al 18° posto con 284 (-4) la spagnola Azahara Muñoz, l’australiana Karrie Webb e la coreana Jiyai Shin, mentre ha offerto ancora una prova sotto tono la taiwanese Yani Tseng, 28ª con 286 (-2), che rischia il sorpasso da parte di Na Yeon Choi nel Rolex ranking, di cui è leader da 108 settimane. Più indietro la norvegese Suzann Pettersen, 32ª con 289 (+1), e Michelle Wie, altra invitata all’evento, 45ª con 292 (+4). La Lewis ha firmato il sesto titolo in carriera (nel suo palmares anche un major) che le ha fruttato un assegno di 210.000 dollari su un montepremi di 1.400.000 dollari. La 28enne dell’Ohio dopo un eagle, due birdie e un bogey, ha rimesso in gioco le inseguitrici con due bogey quasi in chiusura (71, -1), ma la Choi (due birdie e due bogey per il 72 del par) non ha saputo approfittarne e la Creamer ha vanificato l’inseguimento, che sembrava fosse sul punto di riuscirle, con due bogey alle buche 15 e 16. La Sergas ha segnato 76 (+4) colpi con un birdie, tre bogey e un doppio bogey. Terzo giro – Giulia Sergas, 47ª con 219 (75 72 72, +3) colpi, ha guadagnato altre quattro posizioni nell’HSBC Women’s Champions in svolgimento sul tracciato del Sentosa Golf Club (par 72) di Singapore, ultimo torneo a invito del LPGA Tour per il quale 61 delle 63 concorrenti in campo (due sono state invitate) si erano qualificate con i risultati della scorsa stagione. La coreana Na Yeon Choi (202 – 69 66 67, -14), numero due mondiale e ben decisa a sorpassare la leader Yani Tseng, ha raggiunto al vertice Stacy Lewis (202 – 67 66 69), ma nella volata per il titolo la coppia dovrà tener conto anche di Paula Creamer, terza con 204 (-12). Hanno poche probabilità di dire la loro Danielle Kang, la 16enne thailandese Ariya Jutanugarn, la coreana Sun Young Yoo e la spagnola Azahara Muñoz, quarte con 207 (-9). Sono invece fuori gioco la coreana Jiyai Shin, 13ª con 210 (-6), e la taiwanese Yani Tseng, 19ª con 212 (-4), che dovrà comunque tentare di recuperare il più possibile per limitare i danni nel Rolex ranking in caso di successo della Choi. Sotto tono le prestazioni dell’australiana Karrie Webb e della norvegese Suzann Pettersen, 33.e con 215 (-1), della cinese Shanshan Feng, 41ª con 218 (+2), e di Michelle Wie, 51ª con 223 (+7), una delle due invitate insieme alla Jutanugarn. La Choi ha viaggiato in 67 (-5) colpi con sei birdie e un bogey; la Lewis è partita male con due bogey, poi ha rimesso in piedi lo score con cinque birdie (69, -3). La Sergas ha segnato il secondo 72 (par) consecutivo con tre birdie e tre bogey. Il montepremi è di 1.400.000 dollari. Secondo giro – Giulia Sergas, da 54ª a 51ª con 147 (75 72, +3) colpi, ha fatto tre piccoli passi avanti nell’HSBC Women’s Champions in svolgimento sul tracciato del Sentosa Golf Club (par 72) di Singapore, ultimo torneo a invito del LPGA Tour per il quale 61 delle 63 concorrenti in campo si erano qualificate con i risultati della scorsa stagione. E’ passata a condurre con 133 (67 66, -11) Stacy Lewis, 28enne dell’Ohio con cinque titoli nel circuito comprensivi di un major, ma è braccata da sei concorrenti con 135 (-9): Paula Creamer, le coreane Na Yeon Choi, Chella Choi e Sun Young Yoo, la spagnola Azahara Muñoz, leader dopo un giro, e la sempre più sorprendente 16enne thailandese Ariya Jutanugarn una delle due giocatrici ammesse all’evento con un invito degli sponsor. Quest’ultima, che ha la ‘carta’ per il Ladies European Tour, domenica scorsa ha perso l’Honda Thailand per un triplo bogey sull’ultima buca. All’ottavo posto con 137 (-7) Danielle Kang, al nono con 138 (-6) la thailandese Pornanong Phatlum, al 13° con 140 (-4) la coreana Jiyai Shin. Ha ceduto la taiwanese Yani Tseng, numero uno mondiale, da settima a 21ª con 141 (-3), e sono in media classifica la cinese Shanshan Feng e l’australiana Karrie Webb, 28.e con 142 (-2), la norvegese Suzann Pettersen, 35ª con 143 (-1), e Michelle Wie, l’altra invitata, 47ª con 146 (+2). La Lewis ha girato in 66 (-6, con sei birdie) miglior score di giornata ottenuto anche dalla Jutanugarn (sei birdie anche per lei) e da Na Yeon Choi (sette birdie e un bogey). Per Sergas 72 (par) colpi con due birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di 1.400.000 dollari. Primo giro – Giulia Sergas, 54ª con 75 (+3) colpi, ha iniziato a ritmo lento l’HSBC Women’s Champions sul tracciato del Sentosa Golf Club (par 72) di Singapore, ultimo torneo a invito del LPGA Tour per il quale le 63 concorrenti in campo si erano qualificate con i risultati della scorsa stagione. E’ andata invece a pieni giri la spagnola Azahara Muñoz, una delle giovani più promettenti delle ultime leve, in vetta con 65 (-7) colpi dovuti a sette birdie senza bogey. La 25enne di Malaga, lo scorso anno vincitrice del Sybase Match Play, precede di due colpi Stacy Lewis, Lizette Salas, la svedese Karin Sjodin, la thailandese Pornanong Phatlum e la coreana Sun Young Yoo (67, -5). Al settimo posto con 68 (-4) Paola Creamer, Danielle Kang, la coreana Chella Choi e la taiwanese Yani Tseng, numero uno mondiale, che vuole tornare quanto prima al successo per ribadire la sua leadership nel Rolex ranking dove è insidiata dalla coreana Na Yeon Choi, che comunque la segue a un colpo (11ª con 69, -3) insieme a Brittany Lincicome, alla cinese Shanshan Feng e alla 16enne thailandese Ariya Jutanugarn.  Hanno perso subito terreno la coreana Jiyai Shin e l’australiana Karrie Webb, 29.e con 71 (-1), e la norvegese Suzann Pettersen, 44ª con 73 (+1). Si è ritirata la giapponese Ai Miyazato. La Sergas ha segnato due birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 1.400.000 dollari. Prologo – Giulia Sergas prende parte all’HSBC Women’s Champions (28 febbraio-3 marzo), in programma al Sentosa Golf Club di Singapore, ultimo torneo a invito del LPGA Tour per il quale le 63 concorrenti si erano qualificate con i risultati della scorsa stagione. In particolare la triestina è stata ammessa grazie al 39° posto nell’ordine di merito finale del 2012. Nell’occasione proverà a riscattare l’opaca prestazione della settimana scorsa (64ª nell’Honda Thailand) cercando di ottenere un bel risultato in una gara che non prevede taglio e che quindi assicura dollari per la money list a tutte le contendenti. Come sempre in tali circostanze il field è di ottima qualità. Favorita d’obbligo la taiwanese Yani Tseng, in vetta nel Rolex ranking, che sebbene non abbia ancora ritrovato continuità di rendimento ha ripreso a frequentare l’alta classifica dopo un periodo di appannamento che le ha fatto perdere numerosi punti nella graduatoria mondiale mettendo a rischio la leadership insidiata nello specifico dalla coreana Na Yeon Choi, anche lei sul tee di partenza. Tra le candidate al titolo le altre due coreane Inbee Park, vincitrice dell’Honda Thailand, e Jiyai Shin, le statunitensi Paula Creamer, Stacy Lewis e Cristie Kerr, la spagnola Beatriz Recari, la norvegese Suzann Pettersen, la scozzese Catriona Matthew, la giapponese Ai Miyazato e l’australiana Karrie Webb. Grazie a un invito degli sponsor giocherà pure la 16enne thailandese Ariya Jutanurgan, con ‘carta’ del Ladies European Tour e grande protagonista in Thailandia (seconda), dove ha perso il titolo con un triplo bogey sull’ultima buca, Il montepremi è di 1.400.000 dollari.   I risultati