fbpx

LPGA: per Suzann Pettersen nono titolo, 61ª Sergas

  21 Ottobre 2012 News
Condividi su:

 Giulia Sergas si è classificata al 61° posto con 224 colpi (77 72 75, +8) nel KEB HanaBank Championship, uno dei tornei a invito che concludono la stagione del LPGA Tour, disputato sul percorso dell’Ocean Course (par 72) dello Sky 72 Golf Club, a Incheon in Corea.

Ha portato a nove i titoli conseguiti nel circuito, comprensivi anche di un major, la 31enne norvegese Suzann Pettersen (205 – 63 68 74, -11), ma con parecchia fatica anche se ha fatto corsa di testa. Infatti nel giro finale la scozzese Catriona Matthew (205 – 68 70 67) ha rimontato dal sesto posto, recuperando ben sette colpi, poi però la Pettersen ha ottenuto il successo con un birdie alla terza buca di spareggio, remunerato con 270.000 dollari su un montepremi di 1.800.000 dollari. Ha mancato il playoff per un colpo la taiwanese Yani Tseng (206, -10), numero uno mondiale e campionessa uscente, che comunque ha fornito una buona prova dopo essere stata in ombra per qualche mese. In quarta posizione con 207 (-9) la coreana Se Ri Pak, in quinta con 208 (-8) la giovanissima Lexi Thompson e la tedesca Sandra Gal, in settima con 209 (-7) Brittany Lincicome, Mina Harigae, la spagnola Azahara Muñoz e le coreane Hee Young Park, Ha-Neul Kim e So Yeon Ryu. Più distaccate Cristie Kerr, 13ª con 210 (-6), la coreana Jiyai Shin, 15ª con 211 (-5), la giapponese Ai Miyazato, 20ª con 213 (-3), Stacy Lewis, 33ª con 217 (+1), la coreana Na Yeon Choi e la cinese Shanshan Feng, 39.e con 218 (+2). La Sergas ha iniziato dalla buca 10 con un birdie, poi ha perso cinque colpi in altrettante buche prima del giro di boa (tre bogey, un doppio bogey) e ha parzialmente recuperato nel rientro con tre birdie e un bogey concludendo con un 75 (+3).

 

Secondo giro – Giulia Sergas, 60ª con 149 colpi (77 72, +5), ha guadagnato sei posizioni nel secondo giro del KEB HanaBank Championship, un altro dei tornei a invito che concludono la stagione del LPGA Tour e al quale sono state ammesse 69 concorrenti. Sul percorso dell’Ocean Course (par 72) dello Sky 72 Golf Club, a Incheon in Corea, ha mantenuto la leadership la 31enne norvegese Suzann Pettersen, nella foto (131 – 63 68, -13), che vanta otto titoli nel circuito comprensivi di un major e che inizierà il giro finale con cinque colpi di margine sulla coreana So Yeon Ryu (136, -8). E’ salita dall’ottavo al terzo posto con 137 (-7) la taiwanese Yani Tseng, numero uno mondiale da qualche tempo con problemi di gioco, affiancata dalla tedesca Sandra Gal e dalla coreana Se Ri Pak, e sono al sesto con 138 (-6) la giovanissima Lexi Thompson, la scozzese Catriona Matthew, la spagnola Azahara Muñoz e la coreana Ha-Neul Kim. Mai in corsa per la vittoria la giapponese Ai Miyazato, 16ª con 141 (-3), Brittany Lincicome, Cristie Kerr e la coreana Jiyai Shin, 22.e con 142 (-2), l’altra coreana Na Yeon Choi, 28ª con 143 (-1), Stacy Lewis e la cinese Shanshan Feng, 40.e con 146 (+2). La Sergas ha segnato i 72 colpi del par con due birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di 1.800.000 dollari. Primo giro – Giulia Sergas, 66ª con 77 (+5), ha avuto notevoli difficoltà nel primo giro del KEB- HanaBank Championship, un altro dei tornei a invito che concludono la stagione del LPGA Tour, al quale sono state ammesse 69 concorrenti e dove la triestina è entrata grazie alla sua posizione (41ª) nell’ordine di merito, frutto di ottime prestazioni nel corso dell’anno. Sul percorso dell’Ocean Course (par 72) dello Sky 72 Golf Club, a Incheon in Corea, si è portata al comando con 63 (-9) la norvegese Suzann Pettersen, che ha bisogno di rilanciarsi perché rischia di uscire delle top ten del world ranking dove staziona da 280 settimane, ma il suo vantaggio è minimo sulla svedese Karin Sjodin (64, -8). Al terzo posto con 66 (-6) con la spagnola Azahara Muñoz, la giapponese Ai Miyazato e le coreane So Yeon Ryu, Ha-Neul Kim e Hyun-Hee Moon, le prime tre tra le favorite, e all’ottavo con 67 (-5) la taiwanese Yani Tseng, leader della graduatoria mondiale, in una delle sue rare apparizioni in alta classifica degli ultimi mesi. Sono un po’ in ritardo, ma in grado di recuperare, Cristie Kerr e la coreana Na Yeon Choi, 24.e con 70 (-2), l’altra coreana Jiyai Shin, 33ª con 71 (-1), Stacy Lewis e Brittany Lincicome, 38.e con 72 (par). Nel 77 della Sergas un birdie e sei bogey. Il montepremi è di 1.800.000 dollari. Prologo – Giulia Sergas torna in campo nel KEB- HanaBank Championship (19-21 ottobre), un altro dei tornei a invito che concludono la stagione del LPGA Tour, al quale sono state ammesse 69 concorrenti e dove la triestina è entrata grazie alla sua posizione (41ª) nell’ordine di merito, frutto di ottime prestazioni nel corso dell’anno. Si gioca all’Ocean Course (par 72) dello Sky 72 Golf Club a Incheon, nella Corea del Sud. Saranno particolarmente agguerrite le giocatrici di casa e, in particolare, Na Yeon Choi, Inbee Park, Jiyai Shin e So Yeon Ryu, tutte in grande condizione, ma la presenza di molte delle migliori proette del circuito rende le previsioni piuttosto incerte. Tra le altre favorite citiamo Stacy Lewis, Brittany Lincicome, Cristie Kerr, la cinese Shanshan Feng, la giapponese Ai Miyazato e la norvegese Suzann Pettersen. Difficile ipotizzare il comportamento della taiwanese Yani Tseng, numero uno mondiale, che da qualche mese è in crisi di gioco e di risultati. La Sergas punta a riscattarsi dopo la prestazione in bassa classifica della scorsa settimana nel Sime Darby LPGA Malaysia. Il montepremi è di 1.800.000 dollari.   I risultati