fbpx

LPGA: nella Founders Cup titolo a Hyo Joo Kim Giulia Molinaro 59ª

  23 Marzo 2015 News
Condividi su:

La coreana Hyo Joo Kim  ha vinto con 267 colpi (65 69 66 67, -21) la JTBC Founders Cup (LPGA Tour), disputata sul percorso del Wildfire Golf Club (par 72) at JW Marriott Phoenix Desert Ridge Resort & Spa, a Phoenix in Arizona. Si è classificata 59ª con 283 (-5) Giulia Molinaro (70 72 72 69) nella foto,  mentre Giulia Sergas è uscita al taglio (92ª con 144 – 73 71 par).   Secondo titolo – Hyo Joo Kim, venti anni nel prossimo luglio, ha firmato il secondo titolo nel circuito dopo aver centrato un major nello scorso settembre (Evian Championship), distaccando nettamente Stacy Lewis (270, -18), numero tre mondiale. In terza posizione con 272 (-16) le coreane Ilhee Lee e Mi Hyang Lee e la thailandese Pornanong Phatlum, in sesta con 273 (-15) la neozelandese Lydia Ko, leader del Rolex ranking, Austin Ernst, la svedese Anna Nordqvist e le coreane Na Yeon Choi e Sei Young Kim. Al 17° posto con 276 (-12) la giapponese Ai Miyazato e la thailandese Ariya Jutanugarn, al 29° con 278 (-10) Paula Creamer e al 34° con 279 (-9) l’australiana Karrie Webb, che difendeva il titolo.   La Kim, nel cui palmares figurano anche otto titoli nel tour coreano e uno in quello giapponese, ha concluso la sua corsa in 67 (-5) colpi con sette birdie e due bogey. Ha ricevuto 225.000 dollari su un montepremi di 1.500.000 dollari. La Lewis ha girato in 68 (-4) con sei birdie e due bogey e la Molinaro in 69 (-3) con cinque birdie e due bogey. Da ricordare che nel primo giro l’azzurra ha realizzato una “hole in one” centrando con un solo colpo la buca 17 (par 3, yards 148), utilizzando un ferro otto. Per la prodezza è stata gratificata con un’auto Kia K900.   TERZO GIRO – La coreana Hyo Joo Kim guida la graduatoria con 200 colpi (65 69 66, -16) a un giro dal termine della JTBC Founders Cup (LPGA Tour), sul percorso del Wildfire Golf Club (par 72) at JW Marriott Phoenix Desert Ridge Resort & Spa, a Phoenix in Arizona, dove Giulia Molinaro è al 74° posto con 214 (70 72 72, -2) e Giulia Sergas è uscita al taglio (92ª con 144 – 73 71 par).   Insegue Stacy Lewis – Proverà a tornare al successo Stacy Lewis, seconda con 202 (-14) e poco fortunata nelle ultime occasioni in cui si è trovata a competere per il titolo, e hanno chances anche Kim Kaufman e Alison Lee, terze con 203 (-13), la neozelandese Lydia Ko, leader mondiale, e le coreane Ha Na Jang e Mi Hyang Lee, quinte con 204 (-12). Difficile che possano recuperare le sei concorrenti in ottava posizione con 205 (-11) tra le quali vi sono la thailandese Ariya Jutanugarn, sempre più convincente, e la cinese Xiyu Lin. Fuori gioco la coreana Na Yeon Choi, 18ª con 207 (-9), Paula Creamer, 23ª con 208 (-8), e l’australiana Karrie Webb, campionessa uscente, 43ª con 210 (-6).   Hyo Joo Kim ha realizzato sette birdie e un bogey per il 66 (-6) e Stacy Lewis ha risposto con un 67 (-5) segnando sei birdie e un bogey. Nel 72 del par Giulia Molinaro con tre birdie, un bogey e un doppio bogey. Da ricordare che nel primo giro l’azzurra ha realizzato una “hole in one” centrando con un solo colpo la buca 17 (par 3, yards 148), utilizzando un ferro otto. Per la prodezza è stata gratificata con un’auto Kia K900. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.     SECONDO GIRO – Anche il secondo giro della JTBC Founders Cup (LPGA Tour) di golf, che si sta svolgendo al Wildfire Golf Club (par 72) at JW Marriott Phoenix Desert Ridge Resort & Spa, a Phoenix in Arizona, non è stato portato a compimento, ma la classifica, pure se provvisoria, ha già emesso verdetto per Giulia Sergas, 94ª con 144 (73 71, par), che uscirà dalla gara. Dipenderà da cosa faranno le altre concorrenti il destino di Giulia Molinaro (nella foto), 64ª con 142 (70 72, -2) e in bilico sulla linea del taglio.   E’ in vetta alla graduatoria con “meno 11” la coreana Ha Na Jang, che ha ancora otto buche a disposizione per incrementare il suo vantaggio sulla connazionale Hyo Joo Kim, seconda con 134 (-10). In terza posizione con 135 Stacy Lewis, affiancata con lo stesso “meno 9” da Kim Kaufman fermata alla 12ª buca, in quinta con 136 (-8) la francese Karine Icher e le coreane Ilhee Lee e Mi Hyang Lee, in ottava con 137 l’australiana Karrie Webb, campionessa uscente, e con il medesimo “meno 7” la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, e la coreana Na Yeon Choi, entrambe stoppate dopo dieci buche.   La Sergas ha messo insieme quattro birdie e tre bogey per il 71 (-1), la Molinaro un eagle, un birdie e tre bogey per il 72 (par). Da ricordare che nel primo giro la Molinaro ha realizzato una “hole in one” centrando con un solo colpo la buca 17 (par 3, yards 148), utilizzando un ferro otto. Per la prodezza è stata gratificata con un’auto Kia K900. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.   PRIMO GIRO – Un ritardo di quattro ore dovuto alla pioggia non ha permesso la conclusione del primo giro della JTBC Founders Cup (LPGA Tour) che si sta svolgendo al Wildfire Golf Club (par 72) at JW Marriott Phoenix Desert Ridge Resort & Spa, a Phoenix in Arizona.   Buca in uno – Nella classifica provvisoria Giulia Molinaro è al 55° posto con “meno 1” dopo nove buche giocate (ha iniziato dalla 10ª) nelle quali ha messo a segno una “hole in one” centrando con un solo colpo la 17ª (par 3, yards 148), utilizzando un ferro otto, mentre Giulia Sergas, fermata alla 10ª, è al 118° con “+2”.   Sono al comando con 66 (-6) la neozelandese Lydia Ko, leader del Rolex ranking, Kim Kaufman, Tiffany Joh e la tedesca Sophia Popov che precedono di un colpo la thailandese Moriya Jutanugarn e la coreana In Gee Chin, entrambe in club house con 67, e l’olandese Dewi Claire Schreefel, che lo stesso “meno 5”, ma con ancora otto buche a disposizione per poter anche salire in vetta della graduatoria. Al 16° posto con 69 (-3) Paula Creamer e la thailandese Ariya Jutanugarn, al 33° con 70 la coreana Na Yeon Choi e con il medesimo “meno 2” Stacy Lewis e l’australiana Karrie Webb, campionessa uscente, stoppate dopo sei buche, al 71° con 72 (par) la svedese Anna Nordqvist e al 97° con 73 (+1) Michelle Wie.   Tiffany Joh e Sophia Popov hanno infilato sei birdie senza bogey, mentre Lydia Ko e Kim Kaufman hanno marciato con sette birdie e un bogey. La Molinaro all’ace ha aggiunto un birdie e due bogey. La “hole in one” le ha portato in regalo anche un’auto, una Kia K900. “Quando sono salita sul tee – ha detto – ho guardato la macchina e mi son detta che era proprio bella. Ho eseguito il colpo e vedendo la pallina finire in buca ha avuto bisogno di un momento per capire che era tutto vero. Allora mi è venuto spontaneo di urlare ‘aiuto’ in italiano. Debbo dire che è proprio una bella settimana, prima ho vinto la prova di prequalifica e ora un’auto. Niente male”. E’ stata la quarta “buca in uno” della Molinaro, la seconda da professionista. La Sergas ha segnato otto par e due bogey. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.

 

PROLOGO – Giulia Sergas e Giulia Molinaro saranno al via della JTBC Founders Cup (19-22 marzo) che si disputa al Wildfire Golf Club at JW Marriott Phoenix Desert Ridge Resort & Spa, a Phoenix in Arizona.   Calamitano l’attenzione la neozelandese Lydia Ko, leader mondiale, Stacy Lewis, numero tre, e l’australiana Karrie Webb, numero nove, che difende il titolo. Molte le assenze tra le big e lotto delle favorite  ristretto, oltre che al trio citato, a Paula Creamer e a Michelle Wie, alla cinese Xi Yu Lin, alla coreana Na Yeon Choi, alla svedese Anna Nordqvist e alla giovane thailandese Ariya Jutanugarn.   E’ attesa a una nuova buona prova Giulia Sergas dopo il 13° posto nel New Zealand Open (Ladies European Tour) , mentre sarà al debutto stagionale Giulia Molinaro, che si è guadagnata un posto nel torneo vincendo con 67 colpi la prequalifica del lunedì svoltasi al Talking Stick Golf Course. Ha preceduto Kathleen Eley (68), Lorie Kane e Kate Machado (69). Il montepremi è di 1.500.000 dollari. Nel Symetra Tour la Molinaro ha aperto l’anno con il terzo posto nel Gateway Classic.   I risultati