fbpx

LPGA: Mi Hyang Lee nel playoff Giulia Sergas 18ª in Giappone

  09 Novembre 2014 News
Condividi su:

LPGA TOUR: MIZUNO CLASSIC ALLA COREANA MI HYANG LEE, BEL 18ª POSTO PER GIULIA SERGAS – Giulia Sergas ha rimontato venti posizioni e ha ottenuto un bel 18° posto con 209 colpi (72 71 66, -7) nel Mizuno Classic, un altro dei tornei a numero chiuso del LPGA Tour che si è disputato, con la partecipazione di 78 concorrenti, sul percorso del Kintetsu Kashikojima CC (par 72), a Shima-Shi in Giappone. Ha vinto con 205 colpi (69 67 69, -11) la 21enne coreana Mi Hyang Lee, al primo titolo nel circuito dove è entrata nel 2012, che ha superato con un birdie alla quinta buca di spareggio le due proettes con le quali aveva terminato alla pari la gara, la connazionale Ilhee Lee (205 – 69 66 70) e la giapponese Kotono Kozuma (205 – 69 67 69). Nutrito il gruppo al quarto posto, escluso da playoff per un colpo, composto da Morgan Pressel, Jessica Korda, dalle nipponiche Saiki Fujita, Sakura Yokomine e Ayako Uehara, dalle coreane Na-Ri Lee e Chella Choi, dall’australiana Karrie Webb e dall’inglese Laura Davies (206, -10), quest’ultima leader dopo due turni insieme a Ilhee Lee e alla giapponese Ai Suzuki, terminata 13ª con 207 (-9). Ha ceduto ulteriormente Stacy Lewis, numero due mondiale, 31ª con 211 (-5) alla pari con la coreana Na Yeon Choi, e ancora bassa classifica per la taiwanese Yani Tseng, 59ª con 215 (-1). Ilhee Lee ha mantenuto la vetta fino alla 17ª buca quando con un bogey, dopo tre birdie (70, -2), si è fatta raggiungere da Mi Hyang Lee e da Kotono Kozuma, entrambe rinvenute con un parziale di 69 (-3), con quattro birdie e un bogey la prima e con cinque birdie e due bogey la seconda. Lo spareggio si è svolto alla buca 18 (par 4) dove le tre protagoniste hanno segnato tutte e tre par-par-birdie-par nei primi quattro passaggi, poi  al quinto Mi Hyang Lee ha posto la palla in bandiera con un secondo colpo da 190 yards e con il birdie ha avuto partita vinta e un assegno di 180.000 dollari su un montepremi di 1.200.000 dollari. La Sergas ha siglato con 66 (-6) il miglior punteggio di giornata, imitata dalla giapponese Junko Omote (26ª con 210, -6). La triestina ha infilato sei birdie e ha condotto le ultime 36 buche senza bogey. Nel giro centrale, infatti, aveva ottenuto un 71 (-1) con un birdie e 17 par. Secondo giro – Giulia Sergas, 38ª con 143 (72 71, -1), ha girato in 71 (-1) migliorando il suo score di un colpo rispetto al primo giro, ma ha perso undici posizioni nel Mizuno Classic, un altro dei tornei a numero chiuso del LPGA Tour che si sta disputando, con la partecipazione di 78 concorrenti, sul percorso del Kintetsu Kashikojima CC (par 72), a Shima-Shi in Giappone. Al comando si è formato un terzetto con 135 (-9) colpi composto dall’inglese Laura Davies (68 67), dalla coreana Ilhee Lee (69 66) e dalla giapponese Ai Suzuki (71 64), che precede di una lunghezza la giapponese Kotono Kozuma e le coreane Chella Choi e Mi Hyang Lee (136, -8). Al settimo posto con 137 (-7) la coreana Na-Ri Lee, all’ottavo con 138 (-6) Jessica Korda, l’australiana Karrie Webb e la nipponica Ayako Uehara e all’11° con 139 (-5) Morgan Pressel, leader dopo il turno d’avvio e autrice di un 72 (par). Ha ceduto Stacy Lewis, numero due mondiale, da ottava a 27ª con 142 (-2), e continuano a rimanere nella parte bassa della graduatoria la taiwanese Yani Tseng e la coreana Na Yeon Choi, 47.e con 144 (par). La Davies, oltre ottanta vittorie in giro per il mondo, ha assemblato sette birdie e due bogey per il 67 (-5), la Lee è filata via senza sbavature e con sei birdie per il 66 (-6) e la Suzuki di birdie ne ha realizzati nove, contro un bogey, per il 64 (-8) miglior score del turno. Cammino regolarissimo della Sergas con un birdie e 17 par. Il montepremi è di 1.200.000 dollari. Primo giro – Giulia Sergas ha iniziato al 27° posto con 72 (par) colpi il Mizuno Classic, un altro dei tornei a numero chiuso del LPGA Tour in svolgimento, con la partecipazione di 78 concorrenti, sul percorso del Kintetsu Kashikojima CC (par 72), a Shima-Shi in Giappone. Guida la graduatoria con 67 (-5) Morgan Pressel, inseguita a un colpo dalla coreana Chella Choi e dalla veterana inglese Laura Davies (68, -4), oltre ottanta vittorie in tutto il mondo, e a due dalla thailandese Pornanong Phatlum, dalla giapponese Kotono Kozuma e dalle coreane Mi Hyang Lee e Ilhee Lee (69, -3). E’ all’ottavo posto con 70 (-2) Stacy Lewis, numero due mondiale tesa ad approfittare dell’assenza della coreana Inbee Park, leader del Rolex Ranking. La statunitense ha la folta compagnia della connazionale Marina Alex, dell’australiana Karrie Webb, della coreana Sun Young Yoo e delle giapponesi Sakura Yokomine, Haru Nomura, Ayako Uehara e Saiki Fujita. Al 16° con 71 (-1) la scozzese Catriona Matthew, la spagnola Beatriz Recari e la coreana Jiyai Shin, al 45° con 74 (+2) la taiwanese Yani Tseng e la coreana Na Yeon Choi. La Pressel, 26enne di Tampa (Florida) da tempo lontana dall’alta classifica e che aveva cominciato la carriera vincendo un major (Nabisco Championship, 2007) all’età di 19 anni, dando poi seguito con un successo nel 2008 prima di rimanere nell’ombra, ha fissato il 67 con cinque birdie, senza bogey. La Sergas ha messo insieme quattro bridie e quattro bogey. Il montepremi è di 1.200.000 dollari. Prologo– Giulia Sergas torna in campo nel Mizuno Classic (7-9 novembre, 54 buche), un altro dei tornei a numero chiuso del LPGA Tour che si svolge, con la partecipazione di 78 concorrenti, sul percorso del Kintetsu Kashikojima CC, a Shima-Shi in Giappone. Per la triestina, che non prenderà parte al Lorena Ochoa Invitational della prossima settimana (13-16 novembre), potrebbe essere l’ultima apparizione stagionale se non riuscirà ad ottenere i punti necessari per partecipare al CME Group Tour Championship (20-23 novembre) che chiuderà il circuito. All’evento, infatti, saranno ammesse le prime 72 classificate di una speciale classifica a punti maturata con quelli che ciascuna concorrente ha ottenuto in ogni gara durante l’anno, graduatoria in cui la triestina è 76ª. Il Mizuno Classic, al quale hanno dato forfait quasi tutte le migliori giocatrici del tour compresa la coreana Inbee Park leader mondiale, potrebbe concedere una buona occasione a Stacy Lewis, numero due e ben intenzionata a riportarsi al comando del Rolex Ranking. Al via anche le nipponiche Ayako Uehara, Asako Fujimoto, Junko Omote e Momoko Ueda, le coreane Na Yeon Choi e Jiyai Shin, la taiwanese Yani Tseng, l’australiana Karrie Webb, la scozzese Catriona Matthew e la spagnola Beatriz Recari. Il montepremi è di 1.200.000 dollari.   I risultati