fbpx

LPGA: la Corea domina nell’UL International Crown

Corea vincitrice
  07 Ottobre 2018 News
Condividi su:

La Corea (So Yeon Ryu, In-Kyung Kim. Sung Hyun Park, In Gee Chun) era la grande favorita e ha vinto con 15 punti lUL International Crown, sfida tra otto selezioni nazionali disputata sul percorso del Jack Nicklaus Golf Club, a Incheon in Corea. Le vincitrici hanno avuto ragione di Stati Uniti e Inghilterra (11 punti), Thailandia (p. 10), Svezia (p. 9), Australia (p. 7), Giappone (p. 5) e Taiwan (p. 0).

La formula – Le prime otto giocatrici di nazioni diverse nel Rolex Ranking al 3 giugno hanno qualificato il proprio Paese, poi le squadre sono state composte dalle prime quattro atlete di quella nazione nella graduatoria mondiale al 1° luglio, con sostituzione a scalare di chi ha dato forfait. Le otto formazioni sono state divise in due gruppi di quattro.

Nelle prime tre giornate si è giocato con girone all’italiana, ossia ogni compagine ha incontrato le altre tre in due match di fourballs, ricevendo due punti per la vittoria, uno per il pareggio e zero per la sconfitta. Al termine dei tre turni i primi due team in graduatoria (Corea e Inghilterra nel girone A, Stati Uniti e Svezia nel B) hanno avuto accesso al quarto in cui si sono svolti i singoli. Ammessa anche una quinta formazione, uscita da un playoff tra le terze qualificate con la Thailandia che ha prevalso su Giappone, terzo pari merito con la stessa Thailandia nel gruppo B, e l’Australia.

La gara – Dopo una giornata di stop per maltempo si è svolto il terzo turno eliminatorio e il quarto finale. Nel gruppo A Corea ha battuto l’Inghilterra (4-0) la cui sconfitta è stata indolore, perché ha comunque ha occupato la seconda piazza ai danni dell’Australia avendo prevalso nello scontro diretto (3-1). Nel Gruppo B gli Stati Uniti hanno pareggiato con il Giappone (2-2) e la Svezia ha salvato la seconda piazza impattando con la Thailandia (2-2).

Nei singoli, in cui le cinque formazioni sono partite con i punti acquisiti nella prima parte della gara, la Corea ne ha raccolti cinque che l’hanno resa irraggiungibile, con le vittorie di In-Kyung Kim (2 up sull’inglese Bronte Law), e di In Gee Chun (1 up sulla svedese Anna Nordqvist) e con il pari di Son Yeon Ryu, numero tre mondiale (con l’americana Lexi Thompson, numero cinque), mentre Sung Hyun Park, leader del Rolex Ranking, ha ceduto alla thailandese Ariya Jutanugarn (2/1) numero due.

I RISULTATI