fbpx

LPGA: Kyu Jung Baek nello spareggio a tre

  19 Ottobre 2014 News
Condividi su:

​Kyu Jung Baek ha vinto con 278 colpi (74 69 68 67, -10) il LPGA KEB HanaBank Championship (LPGA Tour) disputato sul percorso dello Sky 72 GC (par 72), a Incheon nella Corea del Sud, dove tra le 78 concorrenti in gara non vi erano proette italiane.

La diciannovenne coreana ha concluso il torneo alla pari con la connazionale In Gee Chun (278 – 76 67 69 66) e con Brittany Lincicome (278 – 70 70 72 66), nella foto, e poi le ha superate con un birdie alla prima buca di spareggio. Ha mancato il playoff per un colpo l’altra coreana Inbee Park, numero due mondiale, quarta con 279 (-9). Al quinto posto con 280 (-8) Michelle Wie e la scozzese Catriona Matthew, al settimo con 281 (-7) la coreana Hyo Joo Kim e al 12° con 283 (-5) la norvegese Suzann Pettersen. Non hanno reso come nelle attese la neozelandese Lydia Ko, numero tre del Rolex Ranking, 29ª con 287 (-1), la cinese Shanshan Feng, 30ª con 288 (par), la coreana Na Yeon Choi, 35ª con 289 (+1), la taiwanese Yani Tseng, 60ª con 295 (+7), e Paula Creamer, 66ª con 297 (+9), che aveva addirittura iniziato in ultima posizione. La Baek, leader dopo tre giri con Hee-Kyung Bae, subito in affanno e 12ª al termine, non è partita bene, ma dalla 11ª buca ha infilato cinque birdie consecutivi (67, -5 con sei birdie e un bogey) che le hanno permesso di riagganciare la Chun (66, -6 con sette birdie e un bogey). Con il sesto e ultimo bridie di giornata sull’ultima buca si è accodata per il playoff anche la Lincicome (66), ma nulla ha potuto contro la freddezza palesata nel momento decisivo dalla giovanissima vincitrice gratificata con 300.000 dollari su un montepremi di due milioni di dollari. Terzo giro – Le coreane, dopo le difficoltà palesate nel secondo giro, sono tornate all’attacco nel terzo del LPGA KEB HanaBank Championship (LPGA Tour) in svolgimento sul percorso dello Sky 72 GC (par 72), a Incheon nella Corea del Sud, dove tra le 78 concorrenti in gara non vi sono proette italiane. Conducono con 211 colpi (-5) Kyu Jung Baek (74 69 68) e Hee-Kyung Bae (70 73 68), ma sarà un turno finale da emozioni forti, perché almeno 25 concorrenti, racchiuse in quattro colpi, sono in grado di vincere. In particolare avranno qualche chance in più, oltre alla coppia di testa, le dieci proettes al terzo posto con 212 (-4): le altre coreane Inbee Park, numero due mondiale, In Gee Chun, Yoon Kyung Heo e Ilhee Lee, la norvegese Suzann Pettersen, numero quattro, la statunitense Brittany Lincicome, la thailandese Pornanong Phatlum, la tedesca Sandra Gal, la spagnola Beatriz Recari e la francese Karine Icher, leader dopo 36 buche. Proveranno a giocarsi le loro carte Michelle Wie, 13ª con 213 (-3), e la neozelandese Lydia Ko, numero tre del Rolex Ranking, 18ª con 214 (-2). Fuori gioco la cinese Shanshan Feng, 34ª con 218 (+2) e reduce da successo della scorsa settimana nel Sime Darby Malaysia, e decisamente sotto tono la coreana Na Yeon Choi, 54ª con 222 (+6), la taiwanese Yani Tseng, 60ª con 223 (+7), e Paula Creamer, 73ª con 228 (+12). Il montepremi è di due milioni di dollari. Secondo giro – Le coreane, protagoniste del turno iniziale, hanno avuto parecchie difficoltà nel secondo giro del LPGA KEB HanaBank Championship (LPGA Tour) e hanno lasciato la scena alla francese Karine Icher, leader con 139 (71 68, -5), e a Brittany Lincicome e alla spagnola Beatriz Recari, seconde con 140 (-4). Sul percorso dello Sky 72 GC (par 72), a Incheon nella Corea del Sud, dove tra le 78 concorrenti in gara non vi sono proette italiane, le prime tra le giocatrici di casa, Mi Jung Hur, Jung-Min Lee e Ilhee Lee sono al quarto posto con 141 (-3) alla pari con la norvegese Suzann Pettersen, con la tedesca Sandra Gal e con l’iberica Azahara Muñoz. E’ salita dal 28° al 10° con 142 (-2) la neozelandese Lydia Ko, è scesa dal 15° al 24° con 144 (par) la coreana Inbee Park, numero due mondiale, e stanno offrendo una prestazione in grigio Michelle Wie, 36ª con 146 (+2), la taiwanese Yani Tseng e la coreana Na Yeon Choi, 50.e con 148 (+4), e la cinese Shanshan Feng, 59ª con 150 (+6). Quasi in coda Paula Creamer, 75ª con 155 (+11). Il montepremi è di due milioni di dollari. Primo giro – Desiderose di cogliere il titolo nel torneo di casa, le coreane sono andate subito all’attacco nel LPGA KEB HanaBank Championship (LPGA Tour), che si sta svolgendo sul tracciato dello Sky 72 GC (par 72), a Incheon con la partecipazione di 78 concorrenti tra le quali non vi sono proette italiane. E’ al comando con 67 colpi (-5, con sei birdie e un bogey) Haeji Kang, 24enne di Seoul a caccia del primo titolo nel circuito, che precede di due colpi Amy Yang, campionessa uscente, Ilhee Lee e Mirim Lee (69, -3), affiancate dalla scozzese Catriona Matthew e dall’australiana Minjee Lee, appena passata al professionismo. Al settimo posto con 70 (-2) altre tre coreane, Chella Choi, Eun-Hee Ji e Hee-Kyung Bae, le americane Brittany Lincicome e Kim Kaufman, la norvegese Suzann Pettersen, la spagnola Beatriz Recari e la tedesca Sandra Gal. Sono subito dietro, 15.e con 71 (-1), la coreana Inbee Park e la cinese Shanshan Feng, reduce dal successo di domenica scorsa nel Sime Darby Malaysia. A metà classifica la taiwanese Yani Tseng, 21ª con 72 (par), e la neozelandese Lydia Ko, 28ª con 73 (+1), in bassa la coreana Na Yeon Choi, 49ª con 75 (+3), e Michelle Wie, 59ª con 74 (+4), e giornata da dimenticare per Paula Creamer, 78ª e ultima con 81 (+9). Il montepremi è di due milioni di dollari. Prologo – Ancora un torneo a numero chiuso per il LPGA Tour che si trasferisce nella Corea del Sud per la disputa del LPGA KEB HanaBank Championship (16-19 ottobre) sul tracciato dello Sky 72 GC, a Incheon. In campo 78 concorrenti tra le quali non vi saranno proette italiane. Difende il titolo la coreana Amy Yang, che pur avendo ottime qualità, avrà difficoltà a concedere il bis. Infatti il field è di alta qualità e comprende quasi tutte le migliori giocatrici del tour tra le quali vi saranno le altre coreane Inbee Park e Na Yeon Choi, la neozelandese Lydia Ko, la norvegese Suzann Pettersen, le statunitensi Michelle Wie, Paula Creamer e Lexi Thompson, la taiwanese Yani Tseng e la cinese Shanshan Feng, reduce dal successo nel Sime Darby Malaysia. Il montepremi è di due milioni di dollari. I risultati