fbpx

LPGA: in Canada fenomenale Lydia Ko batte ancora le proettes

  25 Agosto 2013 News
Condividi su:

Ancora una impresa della sedicenne dilettante neozelandese Lydia Ko (nella foto) che ha vinto con 265 colpi (65 69 67 64, -15) il CN Canadian Women’s Open (LPGA Tour), disputato sul tracciato del Royal Mayfair Golf Club (par 70), a Edmonton in Canada. Ha anche confermato il titolo già suo nello scorso anno, bis che non si verificava in questa gara dal 1986 (doppietta di Pat Bradley). E’ la quarta volta che batte le proette a iniziare dal gennaio 2012 quando ha fatto suo in Australia il Bing Lee Samsung Women’s NSW Open (ALPG Tour). Sono seguiti i titoli nel New Zealand Open (LET) e i due in Canada. La Ko, seconda alla partenza a un colpo dalla svedese Caroline Hedwall, è partita come una furia e con cinque birdie sulle prime otto buche ha preso largo margine e si è gestita nelle successive in cui ha realizzato altri due birdie e l’unico bogey.  “E’ stato un ottimo giro – ha detto – dovuto a una grande partenza che mi ha dato il morale giusto, però quest’anno avevo fatto di meglio nell’Australian Open con un 10 sotto par. Cambiare categoria? Quanto è accaduto nelle ultime 72 ore non ha variato le mie idee, però ora è il momento di riflettere su quale sia la migliore opzione”. La vincitrice ha distanziano di ben cinque colpi la francese Karine Icher (270, -10), che comunque si è consolata perché ha ricevuto i 300.000 dollari di prima moneta, su un montepremi di 2.000.000 di dollari, in quanto alla Ko, come amateur, è andato solo il trofeo. Al terzo posto con 271 (-9) la Hedwall insieme a Brittany Lincicome, al quinto con 272 (-8) Stacy Prammanasudh e la coreana In-Kyung Kim, al settimo con 273 (-7) la tedesca Caroline Masson e la norvegese Suzann Pettersen. In altalena per tutto il torneo Paula Creamer, decima con 275 (-5), la coreana Inbee Park, numero uno mondiale, 13ª con 276 (-4), l’altra coreana Na Yeon Choi, 17ª con 277 (-3), la giapponese Ai Miyazato, 20ª con 278 (-2), la taiwanese Yani Tseng e la coreana Jiyai Shin, 24.e con 279 (-1). Non hanno superato il taglio Giulia Sergas, 103ª con 145 colpi (74 71, +5), e Silvia Cavalleri, 128ª con 149 (76 73, +9). Terzo giro – La svedese Caroline Hedwall, trascinatrice della squadra europea nell’ultima vittoriosa Solheim Cup con i suoi cinque punti su altrettante gare, record per l’evento, ha effettuato un ottimo terzo giro in 64 (-6) colpi, miglior score di giornata, ed è salita dal dodicesimo al primo posto con 200 colpi (68 68 64, -10) nel CN Canadian Women’s Open (LPGA Tour), in svolgimento sul tracciato del Royal Mayfair Golf Club (par 70), a Edmonton in Canada. La seguono con 201 (-9) la norvegese Suzann Pettersen e la 16enne dilettante neozelandese Lydia Ko, che difende uno dei tre titoli conquistati battendo le proettes, con 202 (-8) Brittany Lincicome e la coreana In-Kyung Kim e con 203 (-7) Paula Creamer, Gerina Piller e la francese Karine Icher. Sono crollate le due leader del secondo turno, la coreana Inbee Park, numero uno mondiale, 15ª con 206 (-4) e appesantita un 74 (+4), e Cristie Kerr, 20ª con 207 (-3) dopo un 75 (-7), posizione che condivide con la coreana Jiyai Shin. Al 26° posto con 208 (-2) la coreana Na Yeon Choi e al 29° con 209 (-1) la giapponese Ai Miyazato. Non hanno superato il taglio Giulia Sergas, 103ª con 145 colpi (74 71, +5), e Silvia Cavalleri, 128ª con 149 (76 73, +9). Il montepremi è di 2.000.000 di dollari. Secondo giro – Giulia Sergas, 103ª con 145 colpi (74 71, +5), e Silvia Cavalleri, 128ª con 149 (76 73, +9), non hanno superato il taglio nel CN Canadian Women’s Open (LPGA Tour), in svolgimento sul tracciato del Royal Mayfair Golf Club (par 70), a Edmonton in Canada. Ribaltone in classifica: si sono portate al comando con 132 (-8) la coreana Inbee Park (nella foto), numero uno mondiale e a caccia del settimo titolo stagionale, e Cristie Kerr (66 66), reduce dalla Solheim Cup dove con le compagne di squadra statunitensi ha subito una cocente delusione. Al terzo posto con 133 (-7) Angela Stanford e la francese Karine Icher, che invece ha fatto parte della vittoriosa compagine europea come Giulia Sergas, al quinto con 134 (-6) Paula Creamer, l’inglese Laura Davies e la 16enne dilettante neozelandese Lydia Ko, che difende uno dei tre titoli già conquistati battendo le proettes. Curiosamente al 12° con 136 (-4) sette concorrenti, tutte in campo nella Solheim Cup: Lexi Thompson, Jessica Korda, Gerina Piller, Brittany Lincicome, la scozzese Catriona Matthew, la norvegese Suzann Pettersen e la svedese Caroline Hedwall, quindi al 25° con 138 (-2) la giapponese Ai Miyazato, al 34° con 140 (par) la taianese Yani Tseng e la coreana Jiyai Shin. La Park ha girato in 65 (-5) con sette birdie e due bogey; la Kerr in 66 (-4) con sei birdie e due bogey; la Sergas in 71 (+1) con due birdie e tre bogey; la Cavalleri in 73 (+3) con due birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari. Primo giro – Giulia Sergas, reduce dalla vittoriosa prima esperienza nella Solheim Cup, ha iniziato al 113° posto con 74 (+4) colpi il CN Canadian Women’s Open (LPGA Tour), che si disputa sul tracciato del Royal Mayfair Golf Club (par 70), a Edmonton in Canada, e dove Silvia Cavalleri è al 134° con 76 (+6). E’ al comando un trio con 65 (-5) composto da Angela Stanford, dalla 16enne dilettante neozelandese Lydia Ko (nella foto), che difende uno dei tre titoli già conquistati battendo le proettes, e l’olandese Christel Boeljon, che ha segnato la sua prima “hole in one” nel circuito centrando con un solo colpo la buca 16 (par 3, yards 126) utilizzando un ferro 9. Al quarto posto con 66 (-4) Paula Creamer e Cristie Kerr che, come la Stanford, hanno fatto parte della squadra americana alla Solheim Cup, al sesto con 67 (-3) le coreane Inbee Park, numero uno mondiale, e Na Yeon Choi, numero quattro, la canadese Jennifer Kirby e la francese Karine Icher, al 10° con 68 (-2) la cinese Shanshan Feng e la svedese Caroline Hedwall, la migliore del team europeo nella sfida con le americane. Più indietro la norvegese Suzann Pettersen 20ª con 69 (-1), la giapponese Ai Miyazato 33ª con 70 (par), la taiwanese Yani Tseng 78ª con 72 (+2) e l’australiana Karrie Webb, 96ª con 73 (+3). Si è ritirata Stacy Lewis, numero due del Rolex ranking. La Stanford ha segnato cinque birdie, la Ko sei birdie e un bogey e la Boeljon ha aggiunto tre birdie all’ace. Per la Sergas quattro bogey, per la Cavalleri sei. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari. Prologo – Dopo la vittoriosa prima esperienza nella Solheim Cup, Giulia Sergas prende parte al CN Canadian Women’s Open (22-25 agosto), torneo del LPGA Tour che si disputa sul tracciato del Royal Mayfair Golf Club, a Edmonton in Canada, al quale partecipa anche Silvia Cavalleri. Insieme alla triestina scenderanno in campo le altre undici giocatrici che hanno fatto parte della compagine europea: Caroline Hedwall, Carlota Ciganda, Jodi Ewart, Charley Hull, Karine Icher, Azahara Muñoz, Caroline Masson, Catriona Matthew, Anna Nordqvist, Suzann Pettersen e Beatriz Recari. Non saranno da meno le statunitensi con undici componenti del team (unica defezione quella di Lizette Salas): Paula Creamer, Cristie Kerr, Jessica Korda, Brittany Lang, Stacy Lewis, Brittany Lincicome, Gerina Piller, Morgan Pressel, Angela Stanford, Lexi Thompson e Michelle Wie. Completano l’ottimo field le coreane Inbee Park, leader mondiale, Na Yeon Choi e Jiyai Shin, l’australiana Karrie Webb, la cinese Shanshan Feng, la giapponese Ai Miyazato e la taiwanese Yani Tseng. Difende il titolo la sedicenne dilettante neozelandese Lydia Ko che vanta già tre successi tra le proette. Il torneo sembra particolarmente favorevole alle amateur: infatti nel 1969 si impose JoAnne Carner, poi divenuta uno dei mostri sacri del LPGA Tour, che fu la prima a vincere una gara nel circuito nello status di dilettante. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari.   I risultati