fbpx

LPGA: Amy Yang prevale nel playoff scivola Giulia Sergas (49ª)

  23 Ottobre 2013 News
Condividi su:

Giulia Sergas, dopo due giri in alta classifica, ha concluso il terzo e ultimo con un deludente parziale di 79 (+7) colpi ed è scivolata dal 15° al 49° posto con 221 (70 72 79, +5) nel LPGA Keb Hanabank Championship, terzo dei tornei a invito (76 concorrenti) che chiudono la stagione del LPGA Tour e che si è svolto sul percorso dello Sky 72 Golf Club (par 72) a Incheon nella Corea del Sud. Si è imposta con 207 colpi (67 71 69, -9) la 24enne coreana Amy Yang, battendo con un birdie alla prima buca supplementare la connazionale Hee Kyung Seo (71 68 68), con la quale era in parità al vertice della graduatoria dopo le 54 buche regolamentari. E’ il primo titolo per la Yang, che aveva iniziato la carriera giovanissima le LET, vincendo tre tornei, il primo a 16 anni e 192 giorni e ancora nello status di dilettante (ANZ Masters), per poi varcare l’Oceano. Nel suo palmares anche un successo nel Korean LPGA. Il titolo le ha fruttato 285.000 dollari su un montepremi di 1.900.000 dollari. Al terzo posto con 208 (-8) Michelle Wie, la norvegese Suzann Pettersen e la coreana Sei Young Kim, al sesto con 210 (-6) la coreana Ha-Neul Ki, al settimo con 211 (-5) Brittany Lincicome. All’ottavo con 212 (-4) la coreana Jiyai Shin e la norvegese Anna Nordqvist, che era in vetta dopo due giri insieme all’australiana Katherine Hll: entrambe hanno ceduto nettamente, la Nordqvist con un 75 (+3) e la Hull con un 80 (+8) che l’ha fatta precipitare in 32ª posizione. Prestazione in chiaroscuro per Lexi Thompson e per la spagnola Carlota Ciganda, 22.e con 215 (-1), per Cristie Kerr e per la coreana Inbee Park, numero uno mondiale, 28.e con 216 (par), per la taiwanese Yansi Tseng, stesso score della Hull, e per Paula Creamer, 44ª con 220 (+4). La Yang ha girato in 69 (-3) colpi con un eagle, due birdie e un bogey, e ha riagganciato la Seo (un eagle, quattro birdie, due bogey) – che l’aveva superata – con un eagle alla buca 15, mentre ha perso l’opportunità del playoff Sei Young Kim con un bogey in chiusura. La Sergas ha segnato un birdie, sei bogey e un doppio bogey. Secondo giro – Giulia Sergas, 15ª con 142 (70 72, -2) colpi, si è mantenuta in alta classifica nel LPGA Keb Hanabank Championship, terzo dei tornei a invito (76 concorrenti) che chiudono la stagione del LPGA Tour e che si sta svolgendo sul percorso dello Sky 72 Golf Club (par 72) a Incheon nella Corea del Sud. Sono rimaste al comando con 137 (-7) colpi l’australiana Katherine Hull (67 70) e la svedese Anna Nordqvist (67 70), e sono scese al terzo posto con 138 (-6) le coreane Ju Young Pak e Amy Yang, che erano con loro dopo un giro e che sono state agganciate dalla norvegese Suzann Pettersen. In sesta posizione con 139 (-5) Alison Walshe e le coreane Sei Young Kim, Hee Kyung Seo e Na-Heul Kim, in decima con 141 (-3) l’altra coreana Jiyai Shin. Non trovano il passo giusto le coreane Na Yeon Choi e Inbee Park, numero uno mondiale, 22.e con 143 (-1), Cristie Kerr, Lexi Thompson, la taiwanese Yani Tseng e la spagnola Carlota Ciganda, 28.e con 145 (+1), e Paula Creamer, 44ª con 147 (+3). Le due leader hanno girato in 70 (-2) colpi: più lineare la Nordqvist con quattro birdie e due bogey, in altalena la Hull con un eagle, cinque birdie, tre bogey e un doppio bogey. Molto regolare l’andatura nella Sergas con un birdie e un bogey per il 72 del par. Sono in palio 1.900.000 dollari. Primo giro – Giulia Sergas, 13ª con 70 (-2) colpi, ha iniziato con il passo giusto il LPGA Keb Hanabank Championship, terzo dei tornei a invito (76 concorrenti) che chiudono la stagione del LPGA Tour e che si sta svolgendo sul percorso dello Sky 72 Golf Club (par 72) a Incheon nella Corea del Sud. In vetta si è portato con 67 (-5) colpi un quartetto formato dalle coreane Ju Young Pak e Amy Yang, dalla svedese Anna Nordqvist e dall’australiana Katherine Hull, che precede di una lunghezza la svedese Caroline Hedwall (68, -4). Al sesto posto con 69 (-3) Michelle Wie, Brittany Lang, le coreane Jiyai Shin, He-Neul Kim e Jenny Shin, la spagnola Carlota Ciganda e la norvegese Suzann Pettersen e al 13°, come la Sergas, la coreana Inbee Park, leader mondiale. Seguono al 18° con 71 (-1) Lexi Thompson, vincitrice la scorsa settimana del Sime Darby Nalaysia, e la coreana Na Yeon Choi, al 33° con 72 (par) Paula Creamer e l’iberica Azahara Muñoz e al 39° con 73 (+1) Cristie Kerr. La Sergas ha segnato cinque birdie e tre bogey. Sono in palio 1.900.000 dollari. Prologo – Giulia Sergas sarà al via del LPGA Keb Hanabank Championship (18-20 ottobre, 54 buche), terzo dei tornei a invito (76 concorrenti) che chiudono la stagione del LPGA Tour e che ha luogo sul percorso dello Sky 72 Golf Club a Incheon nella Corea del Sud, con un montepremi di 1.900.000 dollari. Malgrado qualche defezione importante il field è di ottima qualità. Difende il titolo la norvegese Suzann Pettersen, numero due mondiale, che sta avvicinandosi di molto alla leader del Rolex Ranking, la coreana Inbee Park, la quale nell’occasione proverà a ristabilire le distanze. Sul tee di partenza anche le altre coreane Na Yeon Choi, So Yeon Ryu e Jiyai Shin, la taiwanee Yani Tseng, la giapponese Chie Arimura, le americane Paula Creamer, Cristie Kerr, Michelle Wie e Lexi Thompson, vincitrice la scorsa settimana del Sime Darby Nalaysia, le svedesi Anna Nordqvist e Caroline Hedwall, le spagnole Beatriz Recari e Azahara Muñoz , la scozzese Catriona Matthew e la tedesca Caroline Masson.   I risultati