fbpx

L’Italia all’Octagonal Match in Spagna

  24 Gennaio 2023 News
Condividi su:

In Spagna inizia la quinta edizione dell’Octagonal Match 2023 al quale prende parte l’Italia in un contesto che comprende le selezioni, composte da sei giocatori, di Inghilterra, Germania, Irlanda, Olanda, Portogallo, Francia e Spagna, che difende il titolo. Il torneo si svolge dal 25 al 28 gennaio sul percorso del Costa Ballena Ocean Golf Club, a Rota nei pressi di Cadice, dove difenderanno i colori azzurri Giovanni Binaghi, Biagio Gagliardi, Michele Ferrero, Luca Memeo, Luca Cavalli e Bruno Frontero. Accompagnano il team il capitano Giovanni Bartoli e gli allenatori Alessandro Bandini e Giorgio Grillo.

La formula – Le otto squadre partecipanti, divise per sorteggio in due gruppi (blu e rosso) di quattro, nelle prime tre giornate competono con girone all’italiana, ossia ognuna affronta le altre tre. Nella quarta le prime due dei raggruppamenti si contenderanno il titolo e le altre, a scendere, il terzo, il quinto e il settimo posto. I match si svolgeranno con tre doppi al mattino e sei singoli nel pomeriggio e a ogni compagine si assegnerà per ciascuno dei nove incontri un punto per il successo, mezzo per il pari e zero per la sconfitta. Per la classifica i team riceveranno due punti per la vittoria, uno per il pareggio e nessuno se battuti.

Questi gli incontri della prima giornata: Italia-Inghilterra; Olanda-Portogallo; Irlanda-Germania: Francia-Spagna.

La storia – Il torneo è nato nel 2001 come “Quadrangolare”, formula che ha mantenuto fino al 2017, quando l’Italia ha prevalso per l’unica volta. Dal 2018 le squadre in campo sono diventate otto e nelle quattro edizioni precedenti la Spagna ha conquistato tre titoli (2018, 2019, 2022) e uno è andato all’Inghilterra (2020), mentre nel 2021 c’è stato lo stop per la pandemia. Nei 16 eventi con quattro formazioni la Spagna è salita otto volte sul gradino più alto del podio, seguita dall’Inghilterra, che ha inaugurato l’albo d’oro nel 2001, con cinque allori, dalla Germania con due e dall’Italia con uno.

LIVESCORING

Nella foto: il team azzurro