fbpx

LET: Nuria Iturrios coglie il primo titolo Luna 53ª, Croce 65ª

  08 Maggio 2016 News
Condividi su:

​La spagnola Nuria Iturrios ha conquistato il primo sucsesso nel Ladies European Tour imponendosi con 277 colpi (70 72 70 65, -11) nella Lalla Meryem Cup, versione al femminile del Trophée Hassan II, disputata, come la gara maschile, sul percorso del Royal Golf Dar Es Salam (par 72), a Rabat in Marocco. In bassa classifica Diana Luna, 53ª con 300 (75 75 75 75, +12), e Stefania Croce (nella foto), 65ª con 304 (73 74 77 80, +16), e fuori al taglio dopo 36 buche, caduto a 150 (+6), Sophie Sandolo, 79ª con 152 (76 76, +8).

Con un gran giro finale in 65 colpi (-7, con otto birdie e un bogey) la vincitrice, 21enne di Palma di Maiorca e al primo anno tra le proette, ha sorpassato l’inglese Florentyna Parker (283, -5), in vetta per tre turni e staccata di ben sei colpi. In terza posizione con 284 (-4) la statunitense Angel Yin, in quarta  con 286 (-2) la finlandese Noora Tamminen e in quinta con 287 (-1) la danese Emily Pedersen, la francese Isabelle Boineau e la dilettante svizzera Albane Valenzuela.
Diana Luna ha siglato il quarto 75 (+3) consecutivo con tre bogey e Stefania Croce ha disceso la graduatoria di undici gradini con un 80 (+8) dovuto a due birdie, sette bogey e a un triplo bogey.
TERZO GIRO – L’inglese Florentyna Parker (210 – 67 71 72, -6) ha proseguito la sua corsa di testa nel terzo giro della Lalla Meryem Cup, torneo del Ladies European Tour e versione al femminile del Trophée Hassan II, che si sta disputando, come la gara maschile, sul percorso del Royal Golf Dar Es Salam (par 72), a Rabat in Marocco. Ha perso terreno Stefania Croce, da 33ª a 54ª con 224 (73 74 77, +8) ed è rimasta in retrovia Diana Luna, 58ª con 225 (75 75 75, +9). Dopo 36 buche è uscita al taglio, caduto a 150 (+6), Sophie Sandolo, 79ª con 152 (76 76, +8).
Florentyna Parker inizierà il turno conclusivo con due colpi di vantaggio sulla connazionale Liz Young e sulla neo pro spagnola Nuria Iturrios (212, -4) e con tre sulla francese Lucie André e sulla finlandese Noora Tamminen (213, – 3). Al sesto posto con 214 (-2), e anche loro in corsa per il titolo, la statunitense Angel Yin, la transalpina Isabelle Boineau e la finlandese Krista Bakker, mentre sono fuori gioco la danese Emily Pedersen, 11ª con 216 (par), e la francese Gwladys Nocera, 13ª con 217 (+1).
Florentyna Parker, 27enne di passaporto inglese ma nata a Henstedt-Ulzburg in Germania e vincitrice di un Open d’Italia femminile (2014), ha pensato soprattutto a controllare le avversarie e lo ha fatto con due birdie e due bogey per il 72 del par. Per Stefania Croce un pesante 77 (+5) con un birdie e sei bogey e per Diana Luna il terzo 75 (+3) di fila con un birdie e quattro bogey. Il montepremi è di 450.000 euro.
SECONDO GIRO – Stefania Croce, 33ª con 147 colpi (73 74, +3), e Diana Luna, 62ª con 150 (75 75, +6) sono rimaste in gara nella Lalla Meryem Cup, torneo del Ladies European Tour e versione al femminile del Trophée Hassan II, che si sta disputando, come la gara maschile, sul percorso del Royal Golf Dar Es Salam (par 72), a Rabat in Marocco. Out Sophie Sandolo, 79ª con 152 (76 76, +8) e due colpi di troppo nello score.
E’ rimasta al comando l’inglese Florentyna Parker con 138 (67 71, -6), che ha allungato nei riguardi delle prime inseguitrici, la connazionale Liz Young e la francese Isabelle Boineau (140, -4). In quarta posizione con 142 (-2) la transalpina Gwladys Nocera, la spagnola Nuria Iturrios e le finlandesi Krista Bakker e Noora Tamminen e in ottava con 143 (-1) le francesi Lucie André e Justine Dreher, la belga Chloe Leurquin, e due dilettanti, l’iberica Maria Parra e la svizzera Albane Valenzuela.
Florentyna Parker, 27enne di passaporto inglese ma nata in Germania (Henstedt-Ulzburg) e vincitrice di un Open d’Italia femminile (2014), ha girato in 71 (-1) colpi con due birdie e un bogey. Per Stefania Croce 74 (+2) con tre birdie, tre bogey e un doppio bogey, per Diana Luna 75 (+3) con tre birdie e sei bogey e per Sophie Sandolo 76 (+4) con due birdie, quattro bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 450.000 euro.
PRIMO GIRO – Stefania CroceStefania Croce, 27ª con 73 (+1) colpi, è l’italiana meglio classificata dopo il turno iniziale della Lalla Meryem Cup, torneo del Ladies European Tour e versione al femminile del Trophée Hassan II, che si sta svolgendo, come la gara maschile, sul percorso del Royal Golf Dar Es Salam (par 72), a Rabat in Marocco. Sono nella parte centrale della graduatoria Diana Luna, 53ª con 75 (+3), e Sophie Sandolo, 65ª con 76 (+4).
E’ al comando con 67 (-5) la 27enne inglese Florentyna Parker, vincitrice di un Open d’Italia femminile (2014), ma è tallonata dalla norvegese Marianne Skarpnord, dall’inglese Liz Young e dalla finlandese Oona Vartiainen, seconde con 68 (-4). Al quinto posto con 69 (-3) l’altra finlandese Krista Bakker e al sesto con 70 (-2) sette concorrenti tra le quali la francese Justine Dreher e la forte dilettante svizzera Albane Valenzuela. Al 13° con 71 (-1) la danese Emily Pedersen e al 27°, insieme alla Croce, la transalpina Gwladys Nocera e la danese Nicole Broch Larsen.
Florentyna Parker, che è nata in Germania (Henstedt-Ulzburg), ha messo insieme sette birdie e due bogey, Stefania Croce ha assommato cinque birdie e sei bogey. Per Diana Luna un birdie e quattro bogey e per Sophie Sandolo, che ha vinto questo torneo quando nel 2006 non faceva ancora parte del LET, due birdie e quattro bogey. Sono in palio 450.000 euro.
PROLOGO – Diana LunaDiana Luna, Stefania Croce e Sophie Sandolo prendono parte alla Lalla Meryem Cup (5-8 maggio), torneo del Ladies European Tour e versione al femminile del Trophée Hassan II, che si disputerà, come la gara maschile, sul percorso del Royal Golf Dar Es Salam, a Rabat in Marocco.
Come sempre in tale occasione, presenti le migliori esponenti del circuito comprese le inglesi Laura Davies, Melissa Reid e Holly Clyburn, le francesi Gwladys Nocera, Valentine Derrey, Anne-Lise Caudal e Jade Schaeffer, le danesi Emily Pedersen, Malene Jorgensen e Nicole Broch Larsen, la norvegese Marianne Skarpnord, le sudafricane Stacy Lee Bregman e Connie Chen, la thailandese Titiya Plucksataporn e l’australiana Stacey Keating.

Particolarmente motivata Diana Luna, tesa a conquistare un posto tra le 60 giocatrici che saranno ammesse alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, dove al momento andrebbero Giulia Sergas e Giulia Molinaro, mentre Sophie Sandolo proverà a onorare con una bella prova il suo successo in questo torneo quando nel 2006 non faceva ancora parte del LET. E’ al debutto stagionale Stefania Croce. In palio 450.000 euro.

I risultati