fbpx

LET: nel Suzhou Taihu Open cede Veronica Zorzi (9ª) per Gwladys Nocera titolo n. 12

  02 Novembre 2013 News
Condividi su:

Veronica Zorzi (nella foto), leader nei primi due giri, ha ceduto nel turno finale con un 75 (+3) e si è dovuta accontentare del nono posto con 208 colpi (65 68 75, -8), alla pari con le sudafricane Lee-Anne Pace e Stacy Lee Bregman, nel China Suzhou Taihu Open (Ladies European Tour). Al 46° con 215 (70 73 72, -1) Stefania Croce. Sul percorso del Suzhou Taihu International Golf Club (par 72), a Suzhou in Cina, si è imposta la 38enne francese di Moulins Gwladys Nocera (201 – 69 67 65, -15), al secondo titolo stagionale e al 12° in carriera, che ha sbaragliato la concorrenza con cinque birdie nelle ultime sei buche con cui ha fissato il 65 (-7) vittorioso (in totale otto birdie e un bogey). In seconda posizione con 203 (-13) la spagnola Carlota Ciganda, in terza con 204 (-12) l’ottima dilettante cinese Jing Yan, in quarta con 205 (-11) la francese Joanna Klatten, in quinta con 206 (-10) l’inglese Charley Hull e la thailandese Patcharajutar Kongkrapan, in settima con 207 (-9) la transalpina Anne-Lise Caudal e la sudafricana Ashleigh Simon. La Zorzi ha iniziato con un bogey, ma si è poi ripresa con due birdie passando al giro di boa in 35 (-1) colpi, però nel momento della volata finale si è smarrita prima con un doppio bogey alla buca 11, che di fatto l’ha messa fuori gioco e poi segnando altri due bogey, figli sicuramente della delusione. Per la Croce un 72 (par) con tre birdie, un bogey e un doppio bogey. La Nocera è stata gratificata con un assegno di 60.000 euro su un montepremi di 400.000 euro Secondo giro – Veronica Zorzi è rimasta da sola al comando con 133 colpi (65 68, -11) e inizierà il giro finale del China Suzhou Taihu Open (Ladies European Tour) con due di vantaggio sulla sudafricana Ashleigh Simon, sulla francese Anne-Lise Caudal e sulla spagnola Carlota Ciganda (135, -9). Sul percorso del Suzhou Taihu International Golf Club (par 72), a Suzhou in Cina, hanno chances di competere per il titolo anche l’inglese Charley Hull, la thailandese Nontaya Srisawang, l’australiana Beth Allen, la transalpina Gwladys Nocera e la cinese Na Zhang, quinte con 136 (-8), l’inglese Holly Clyburn e la brillante dilettante cinese Jing Yan, decime con 137 (-7). Più difficile un recupero delle giocatrici al 12° posto con 138 (-6) tra le quali si trovano la sudafricana Lee-Anne Pace e la thailandese Patcharajutar Kongkrapan. E’ in bassa classifica l’altra italiana in gara, Stefania Croce, 51ª con 143 (70 73, -1). La Zorzi ha tenuto con autorità il comando e quando è stata raggiunta sul “meno 10” dalla Ciganda, ha subito messo a segno il sesto birdie di giornata (contro due bogey) per ristabilire le distanze (68, -4). La spagnola, invece, è incappata in un bogey dopo cinque birdie (68). La Caudal ha girato in 65 (-7) con otto birdie e un bogey e la Simon in 70 (-2) con tre birdie e un bogey. “E’ stata una giornata abbastanza buona – ha detto la veronese, 33 anni e due successi nel circuito, entrambi nell’Open de France (2005-2006) – ho colto 16 green su 18, il gioco lungo è stato ottimo e anche sul green mi sono ben difesa con 30 putt, pure se ho segnato due bogey. Ci sono tante ottime giocatrici in corsa per il titolo e io non mi creo particolari problemi di tattica o altro. Non voglio mettermi pressione addosso: farò il mio gioco e poi tireremo le somme sull’ultima buca. Però è bello essere leader dopo tanto tempo”. Per la Croce 73 (+1) colpi con tre birdie e quattro bogey. Il montepremi è di 400.000 euro. Primo giro – Veronica Zorzi ha iniziato al comando con 65 (-7) colpi, alla pari con l’inglese Holly Clyburn e con la sudafricana Ashleigh Simon, il China Suzhou Taihu Open, torneo del Ladies European Tour che si sta svolgendo sul tracciato del Suzhou Taihu International Golf Club (par 72), a Suzhou in Cina. E’ in buona posizione l’altra italiana in gara, Stefania Croce, 22ª con 70 (-2). Il trio di testa precede di un colpo l’australiana Nikki Garrett (66, -6) e di due la spagnola Carlota Ciganda, la svedese Lina Vedel, la thailandese Patcharajutar Kongkrapan e la dilettante cinese Jing Yan (67, -5). In buona posizione anche la francese Gwladys Nocera, la thailandese Nontaya Srisawang e la gallese Becky Brewerton, 13.e con 69 (-3), la transalpina Anne-Lise Caudal e l’australiana Sarah Kemp, che sono alla pari con la Croce. La Zorzi, 33anni e sul circuito dal 2002, ha ottenuto due successi in carriera, entrambi nell’Open de France (2005, 2006). Ha fatto cammino parallelo con le sue due compagne di cordata: per tutte e tre sette birdie e nessun bogey sullo score. “E’ stato un gran giro – ha detto la veronese – e sono particolarmente soddiisfatta per aver colto 17 green su 18 e per aver effettuato solamente 29 putt. Non ho avuto particolari problemi con il dito infortunato e mi sono trovata a mio agio su un percorso che si addice alle mie caratteristiche. Ho affrontato la gara con l’intenzione di rimanere molto concentrata su quello che voglio fare, pensando a un colpo alla volta. E ci sono riuscita”. Per la Croce tre birdie e un bogey. Il montepremi è di 400.000 euro. Prologo – Veronica Zorzi e Stefania Croce prendono parte al China Suzhou Taihu Open (1-3 novembre), torneo del Ladies European Tour in programma sul tracciato del Suzhou Taihu International Golf Club, a Suzhou in Cina. Spiccano nel field i nomi dell’inglese Laura Davies, delle francesi Gwladys Nocera, Cassandra Kirkland e Anne-Lise Caudal, delle sudafricane Ashleigh Simon e Lee-Anne Pace, reduce dal successo nel Sanya Open, della gallese Becky Brewerton e della spagnola Carlota Ciganda. In campo vi saranno 35 giocatrici cinesi, tra le quali la più accreditata è Xi Yu Lin, e numerose altre orientali comprese le thailandesi Nontaya Srisawang e Titiya Plucksataporn e l’indiana Smriti Mehra. E’ terza riserva Margherita Rigon, ma ha scarse possibilità di giocare. Il montepremi è di 400.000 euro.   I risultati