fbpx

LET: Carlota Ciganda vince un torneo anomalo Luna e Zorzi al 49° posto

  02 Giugno 2013 News
Condividi su:

Il maltempo ha reso del tutto anomalo l’UniCredit German Open (Ladies European Tour) disputato sul percorso del Golfpark Gut Häusern (par 72), nei pressi di Monaco di Baviera in Germania. Il torneo si è svolto sulla distanza di 27 buche con questa tempistica: le prime 18 giocate regolarmente, poi stop nella seconda giornata per campo allagato dopo un nubifragio, quindi la ripresa (dopo aver anticipato il taglio al primo giro)  su nove buche selezionate tra le meno disastrate del tracciato, che non sono state completate nella terza giornata essendo arrivata altra pioggia, e conclusione nella quarta per le atlete che non erano riuscite da arrivare in club house. Ha vinto la spagnola Carlota Ciganda, nella foto (101 – 68 63, -6), che ha superato con un birdie alla prima buca di spareggio l’inglese Charley Hull (101 – 67 64) dopo averla agganciata nella coda mattutina. La Ciganda, nativa di Pamplona, ha festeggiato nel miglior modo il suo 23° compleanno (è nata il 1° giugno 1990), siglando il terzo titolo nel circuito. Al terzo posto con 102 (-5) l’inglese Rebecca Hudson e al quarto con 103 (-4) l’olandese Marjet Van der Graaff, la svedese Linda Wessberg, la thailandese Nontaya Srisawang e l’austriaca Stefanie Michl. Hanno concluso al 49° posto con 108 (-1) Diana Luna (67 41), che aveva vinto questa gara nel 2011, e Veronica Zorzi (72 36). La prima aveva concluso il turno iniziale al comando con un 67 (-5) colpi alla pari con Stefanie Michl, con Charley Hull, con la danese Line Vedel e con la francese Celine Herbin. Al ritorno in campo non si è ritrovata: nelle prime sei buche ha segnato due bogey e un doppio bogey, poi alla ripresa mattutina ha aggiunto due bogey sulle altre tre buche (41, +6). Per la Zorzi un 36 (+1) con un birdie e due bogey. Il taglio a sorpresa ha messo fuori gioco Stefania Croce e Margherita Rigon, 71.e con 73 (+1), e Sophie Sandolo, 86ª con 74 (+2). Terza giornata – Il maltempo la sta facendo da padrone nell’UniCredit German Open (Ladies European Tour) sul percorso del Golfpark Gut Häusern (par 72), nei pressi di Monaco di Baviera in Germania. Dopo l’allagamento del campo e l’annullamento della seconda giornata, gli organizzatori hanno ripiegato su un turno di nove buche, ossia quelle praticabili del tracciato, anticipando il taglio sui risultati del primo giro. Non è andata bene neanche questa scelta, perché la pioggia ha obbligato a un’altra sospensione e si proverà a chiudere in qualche modo l’evento nell’ultima giornata. Estremamente penalizzata dalle condizioni ambientali Diana Luna che nelle sei buche giocate con un parziale di “+4” (ne ha ancora tre per recuperare qualcosa) ha perso il primato che condivideva con altre quattro giocatrici, ed è scivolata al 23° posto. E’ in gara anche Veronica Zorzi, 50ª con 108 (72 36, +1), mentre l’anomalo taglio ha messo fuori gioco Stefania Croce e Margherita Rigon, 71.e con 73 (+1), e Sophie Sandolo, 86ª con 74 (+2). In vetta alla classifica provvisoria si trova l’inglese Charley Hull con “meno 7” e tre buche da completare. La seguono con “meno 5” la spagnola Carlota Ciganda, fermata dopo 7 buche, e l’inglese Rebecca Hudson, stoppata dopo sei. Il montepremi di 350.000 euro. Seconda giornata annullata – A causa di un nubifragio che ha reso impraticabile il percorso del Golfpark Gut Häusern (par 72), nei pressi di Monaco di Baviera in Germania, è stato annullato il secondo giro del UniCredit German Open (Ladies European Tour). Si riprenderà con la classifica del primo turno guidata da un quintetto con 67 (-5) composto da Diana Luna (nella foto), vincitrice dei questo torneo nel 2011, dall’austriaca Stefanie Michl, dall’inglese Charley Hull, dalla danese Line Vedel e dalla francese Celine Herbin. Seguono con 68 (-4) la spagnola Carlota Ciganda, leader della money list 2012, l’inglese Rebecca Hudson, la thailandese Nontaya Srisawang e la transalpina Jade Schaeffer (68, -4). Sono tra metà e bassa classifica Veronica Zorzi, 56ª con 72 (par), Stefania Croce e Margherita Rigon, 71.e con 73 (+1), e Sophie Sandolo, 86ª con 74 (+2). Per la situazione che si è creata gli organizzatori hanno deciso di concedere l’ingresso libero al pubblico per le rimanenti giornate. Il montepremi di 350.000 euro.   Primo giro – Diana Luna ha girato in 67 colpi (-5) e si è portata in vetta all’UniCredit German Open, torneo che ha vinto nel 2011, insieme all’austriaca Stefanie Michl, all’inglese Charley Hull, alla danese Line Vedel e alla francese Celine Herbin. Sul percorso del Golfpark Gut Häusern (par 72), nei pressi di Monaco di Baviera in Germania, il quintetto ha un colpo di vantaggio su quattro agguerrite concorrenti quali la spagnola Carlota Ciganda, leader della money list 2012, l’inglese Rebecca Hudson, la thailandese Nontaya Srisawang e la transalpina Jade Schaeffer (68, -4). Sono tra metà e bassa classifica Veronica Zorzi, 56ª con 72 (par), Stefania Croce e Margherita Rigon, 71.e con 73 (+1), e Sophie Sandolo, 86ª con 74 (+2). Ottimi colpi sono stati offerti dalle quattro veterane, ricche di trofei: è in 14ª posizione  con 70 (-2) l’inglese Trish Johnson, si sono ben difese le svedesi Carin Koch ed Helen Alfredsson, 35.e con 71 (-1), e ha lo stesso score di Croce e Rigon l’inglese Laura Davies. La Luna ha fatto percorso netto con cinque birdie, la Zorzi ha segnato tre birdie, un bogey e un doppio bogey; la Rigon quattro birdie e cinque bogey; la Croce un bogey; la Sandolo tre birdie, tre bogey e un doppio bogey. Il montepremi di 350.000 euro. Prologo Il quintetto azzurro composto da Diana Luna, Stefania Croce, Veronica Zorzi, Margherita Rigon e Sophie Sandolo prende parte all’UniCredit Ladies German Open (30 maggio-2 giugno) che si disputa al Golfpark Gut Häusern, nei pressi di Monaco di Baviera in Germania con un montepremi di 350.000 euro. Particolarmente motivata la Luna, che vinse la gara nel 2011 e che proverà a ripetersi anche se ancora non si è completamente ripresa, sua piano del ritmo, dopo l’incidente muscolare subito a inizio stagione. In campo quattro veterane di gran peso quali le svedesi Helen Alfredsson e Carin Koch e le inglesi Laura Davies e Trish Johnson, delle quali solo la prima ha forse perso un po’ di competitività. Saranno comunque un bell’ostacolo per concorrenti più giovani e molto agguerrite quali la spagnola Carlota Ciganda, la sudafricana Lee-Anne Pace, le inglesi Florentyna Parker e Holly Clyburn, quest’ultima vincitrice domenica scorsa del Deloitte Open, l’australiana Stacey Keating e la tedesca Caroline Masson. Nel field anche Cheyenne Woods, nipote di Tiger Woods, che però fino ad ora non ha mostrato nulla di importante a parte il cognome, golfisticamente prestigioso.   I risultati