fbpx

LET Access: in Francia sesta Diana Luna, titolo alla dilettante spagnola Luna Sobron

Diana Luna
  02 Aprile 2016 News
Condividi su:

La dilettante spagnola Luna Sobron ha vinto con  211 (67 68 76, -8) colpi, dopo una corsa di testa, il Terre Blanche Ladies Open, torneo che ha aperto la stagione del LET Access, il secondo tour femminile europeo, sul percorso del Terre Blanche Hotel Spa Golf Resort (par 73), nella città che da il nome al complesso francese.
Ha occupato la sesta posizione con 214 (72 71 71, -5) Diana Luna (nella foto), che come molte altre giocatrici del Ladies European Tour, ha preso parte all’evento preferendo mantenersi in attività in un momento in cui il massimo circuito continentale sta osservando una lunga pausa e riprenderà solo a maggio.
La Sobron ha avuto ragione della connazionale Maria Parra, anche lei dilettante, e della francese Lucie Andrè, che hanno effettuato un bel recupero rimasto corto di un colpo (212, -7). In quarta posizione con 213 (-6) le transalpine Alexandra Vilatte e Diane Baillieux e hanno affiancato Diana Luna altre due francesi, Ariane Provot e Mathilda Cappeliez, quarta amateur nei primi otto posti.
Delle altre italiane in campo Margherita Rigon si è classificata 19ª con 220 (75 70 75, +1), la dilettante azzurra Lucrezia Colombotto Rosso 23ª con 221 (76 70 75, +2), Sophie Sandolo 39ª con 226 (76 74 76, +7) ed Elisabetta Bertini 44ª con 227 (75 71 81, +8). E’ uscita al taglio Stefania Avanzo, 53ª con 151 (77 74, +), out per un colpo.
Luna Sobron, 22enne residente a Palma di Maiorca, si è allenata molto nell’isola durante l’inverno, in particolare lavorando sul gioco corto e ottenendo ottimi responsi con il  putter, fondamentale in questa occasione. Come obiettivo stagionale si era posto quello di partecipare ai tornei della sua categoria e di giocare nel LETAS per arrivare alla ‘carta’ attraverso il  circuito stesso, come aveva fatto lo scorso anno la sua connazionale e amica Natalia Escuriola. La vittoria le ha aperto praticamente la porta, ma ora dovrà decidere se cambiare i suoi piani iniziali, ossia se attendere la fine dell’anno, volendo disputare i mondiali amateur in Messico, oppure se fare subito il passo. Ha faticato molto nel giro finale, ed era prevedibile che subisse la forte pressione mancando di esperienza, ma il vantaggio accumulato nei primi due turni l’ha preservata da sorprese, sia pure come detto per un solo colpo, malgrado il 76 (+3) di chiusura dovuto a due birdie e a cinque bogey.
Diana Luna, che spera di essere presente ai prossimi Giochi Olimpici, si è dimostrata in crescendo di condizione. Ha condotto tre giri molto regolari, l’ultimo in 71 (-2) con quattro birdie e due bogey.
Per Margherita Rigon 75 (+2) colpi con cinque birdie, quattro bogey e un triplo bogey e stesso score per Lucrezia Colombotto Rosso con due birdie, due bogey e un doppio bogey, la quale può essere sicuramente soddisfatta dell’esito finale.  Un po’ meno Sophie Sandolo, che di colpi ne ha assommati 76 (+3, con due birdie, tre bogey e un doppio bogey) e giornata da dimenticare per Elisabetta Bertini,  scesa dal 19° posto con un 81 (+8, con quattro bogey, due doppi bogey e nessun birdie).
SECONDO GIRO  – Diana Luna è salita dal 12° al quinto posto con 143 colpi (72 71, -3) nel Terre Blanche Ladies Open, gara inaugurale del LET Access, il secondo circuito femminile europeo, che si sta svolgendo sul percorso del Terre Blanche Hotel Spa Golf Resort (par 73), nella città che da il nome al complesso francese.
Con il Ladies European Tour che si sta concedendo una lunga pausa, alcune proette che partecipano al circuito maggiore, come la Luna, hanno approfittato di questa opportunità per mantenersi in allenamento, ma a farla da padrone sono tre brillanti amateur, che già hanno dato prova del loro valore in campo internazionale: le spagnole Luna Sobron, che ha mantenuto la leadership con 135 (67 68, -11), e Maria Parra, la quale affronterà il giro finale con un ritardo di tre colpi (138, -8) e la francese Mathilda Cappeliez, che le segue con 140 (-6).
Ha chances di poter competere per il titolo la transalpina Lucie Andrè, quarta con 141 (-5), mentre il disavanzo di otto colpi, che in condizioni normali appare difficile da rimontare in sole 18 buche anche per una proette di classe come la Luna, con tre dilettanti al proscenio, che difettano d’esperienza, potrebbe anche venire annullato. Speranza a cui si appellano pure le quattro concorrenti che affiancano la romana, ossia, le francesi Melodie Bourdy e Diane Baillieux (am), la marocchina Maha Haddioui e la svedese Natalie Willie.
Hanno recuperato posizioni Margherita Rigon, da 27ª a 13ª con 145 (75 70, -1), Elisabetta Bertini, da 27ª a 19ª con 146 (75 71, par), e ha lo stesso score la dilettante azzurra Lucrezia Colombotto Rosso (76 70), rinvenuta dalla 44ª piazza. Ha evitato di misura il taglio Sophie Sandolo, 44ª con 150 (76 74, +4), mentre è rimasta fuori Stefania Avanzo, 54ª con 151 (77 74, +), out per un colpo.
Luna Sobron, 22enne residente a Palma di Maiorca, ha già partecipato a sette gare del LETAS nella scorsa stagione fornendo buone prestazioni e terminando undicesima nella money list a punti. Ha difeso il primato in classifica girando in 68 (-5) con sette birdie e due bogey. La Luna è scesa due colpi sotto par (71) con cinque birdie e tre bogey. Medesimo punteggio per la Bertini con quattro birdie e due bogey e cammino parallelo della Rigon e della Colombotto Rosso con un 70 (-3), frutto di quattro birdie e un bogey. Per la Sandolo e per la Avanzo un 74 (+1) con due birdie e tre bogey. Il montepremi è di 30.000 euro.
PRIMO GIRO – Diana Luna è  al 12° posto con 72 (-1) colpi dopo il primo giro del Terre Blanche Ladies Open. gara inaugurale del LET Access, il secondo circuito femminile europeo, che si sta svolgendo sul percorso del Terre Blanche Hotel Spa Golf Resort (par 73), nella città che da il nome al complesso francese.
Con il Ladies European Tour che si sta concedendo una lunga pausa, alcune proette che partecipano al circuito maggiore, come la Luna, hanno approfittato di questa opportunità per mantenersi in allenamento, ma a prendere il comando è stata la forte dilettante spagnola Luna Sobron con 67 (-6) colpi, tre di vantaggio sulle francesi Isabelle Boineau e Lucie André, sulla svedese Natalie Willie, sulla marocchina Maha Haddioui e su un’altra promettente amateur iberica, Maria Parra (70, -3). Al settimo posto con 71 (-2) le transalpine Julie Aime, Alexandra Vilatte, Justine Dreher, la scozzese Michele Thomson e la spagnola Maria Beautell.
Sono al 27° con 75 (+2), Margherita Rigon, Elisabetta Bertini e altre due giocatrici del LET, la francese Valentine Derrey e la ceca Klara Spilkova, al 44° con 76 (+3) Sophie Sandolo e la dilettante azzurra Lucrezia Colombotto Rosso e al 54° con 77 (+4) Stefania Avanzo.
Luna Sobron ha composto lo score con due eagle, cinque birdie e tre bogey. Per la Luna tre birdie e due bogey, per la Bertini tre birdie e cinque bogey, per la Rigon due birdie e quattro bogey, per la Colombotto Rosso un birdie e quattro bogey, per la Sandolo due birdie e cinque bogey e per la Avanzo due birdie, quattro bogey e un doppio bogey.
Il torneo si disputa sulla distanza di 54 buche. Il montepremi è di 30.000 euro.
PROLOGO – Inizia la stagione del LET Access Series con il Terre Blanche Ladies Open (31 marzo-2 aprile) che si disputa sul percorso del Terre Blanche Hotel Spa Golf Resort, nella città che da il nome al complesso francese. E’ la prima delle 14 gare in cui si articola il secondo tour continentale femminile, che però potrebbe crescere in corso d’opera.
Con il Ladies European Tour che si sta concedendo una lunga pausa, alcune proette che partecipano al circuito maggiore hanno approfittato di questa opportunità per mantenersi in allenamento e tra costoro ci sono Diana Luna, Margherita Rigon e Sophie Sandolo, che saranno affiancate da Stefania Avanzo, Elisabetta Bertini e della dilettante Lucrezia Colombotto Rosso.
Tra le altre giocatrici del LET che hanno fatto la stessa scelta citiamo le francesi Valentine Derrey e Jade Schaeffer e la ceca Clara Spilkova. Tra le abituali frequentatrici del LET Access da tenere d’occhio la scozzese Michele Thomson, la tedesca Karolin Lampert, la svedese Johanna Gustavsson, la spagnola Mireia Prat e le finlandesi Krista Bakker e Oona Vartiainen. Il montepremi è di 30.000 euro.