fbpx

Junior Orange Bowl: Reitan e Valenzuela non fanno sconti Migliozi 12°, Ricolfi 11ª

  31 Dicembre 2015 News
Condividi su:
Il norvegese Kristoffer Reitan e la svizzera Albane Valenzuela si sono imposti nel Junior Orange Bowl International Golf Championship, il prestigioso evento giovanile disputato sul percorso del Biltmore Golf Club (par 71), a Coral Gables in Florida.
Nel torneo maschile (52ª edizione, 55 partenti)  Reitan (279 – 70 67 72 70, -5), unico giocatore sotto par, ha lasciato a debita distanza il belga Adrien Dumont de Chassart e il cileno Joaquin Niemann (284, par). Al quarto posto con 285 (+1) il francese Adrien Pendaries e Sachir Kumar, nativo di Trinidad & Tobago e residente in Florida, al sesto con 286 (+2) il transalpino David Ravetto, che ha conquistato l’unico posto a disposizione nella qualifica dove Dylan De Prosperis è giunto quarto. Al 12° con 290 (72 73 75 70, +6) Guido Migliozzi (nella foto), che ha tenuto un buon passo nei primi due turni, poi ha accusato una leggera flessione.
Reitan ha concluso il suo commino con un 70 (-1) dovuto a quattro birdie e a tre bogey. Stesso score per Migliozzi con sei birdie, tre bogey e un doppio bogey.
Nella gara femminile (39ª edizione, 40 al via)  la Valenzuela (281 – 70 70 71 70, -3), anche lei unica concorrente rimasta sotto par, ha preso il comando nel terzo giro e poi ha contenuto gli attacchi della francese Agathe Laisne e della coreana Euikyung Shin, entrambe con 284 (par). In quarta posizione con 285 (+1) la transalpina Mathilda Cappeliez, in quinta con 287 (+3) Emilia Migliaccio, del North Carolina, in vetta nei primi due turni, e in sesta con 290 (+6) la californiana Mika Liu.
In undicesima Carlotta Ricolfi con 294 (71 80 76 67, +10), che dopo una buona partenza ha perso parecchi colpi nei giri centrali. Nel quarto ha segnato un 67 (-4 con sei birdie e due bogey), miglior score di giornata ottenuto anche dalla Laisne. Per la Valenzuela un 70 (-1) con tre birdie e due bogey. Ha accompagnato gli azzurri Stefano Sardi.
Nel 2013 Renato Paratore ha fatto sua la gara maschile, secondo italiano a conquistare il titolo dopo Marco Durante (1979) e a inserire il proprio nome in un albo d’oro nel quale figurano tanti atleti di peso quali Tiger Woods, Mark Calcavecchia, il colombiano Camilo Villegas e il giapponese Ryuji Imada. In campo femminile spiccano giocatrici come la coreana Inbee Park, la paraguaiana Julieta Granada e le statunitensi Cristie Kerr, Lexi Thompson e Christina Kim.
TERZO GIRO – Nel terzo giro del Junior Orange Bowl International Golf Championship, il prestigioso evento giovanile che si sta svolgendo sul percorso del Biltmore Golf Club (par 71), a Coral Gables in Florida, hanno perso posizioni i due azzurri in campo, Guido Migliozzi, da ottavo a 15° con 220 colpi (72 73 75, +7) nel torneo maschile (52ª edizione, 55 partenti), e Carlotta Ricolfi, da 13ª a 16ª con 227 (71 80 76, +14) in quello femminile (39ª edizione, 40 al via).
Tra i ragazzi ha mantenuto la leadership con 209 (70 67 72, -4) il norvegese Kristoffer Reitan, che inizierà il turno conclusivo con un colpo di margine su Sachir Kumar (210, -3), nativo di Trinidad & Tobago e residente in Florida. Nutrono ambizioni di successo anche il cileno Joaquin Niemann, terzo con 212 (-1), e il francese David Ravetto, quarto con 213 (par). Poche o nulle le speranze del belga Adrien Dumont de Chassart, quinto con 215 (+2), e del transalpino Jeong Weon Ko, sesto con 216 (+3).
Reitan ha rallentato con un 72 (+1) dovuto a cinque birdie, quattro bogey e a un doppio bogey, ma in pratica non ne ha subito molti danni. Migliozzi si è espresso con un 75 (+4) frutto di due birdie e sei bogey.
Nella gara femminile la svizzera Albane Valenzuela, grande favorita, ha rotto gli indugi ed è salita in vetta con 211 colpi (70 70 71, -2) sorpassando la statunitense Emilia Migliaccio (212, -1), leader per due turni, Ritardi forse incolmabili per la francese Mathilda Cappeliez, terza con 215 (+2), per la coreana Euikyung Shin, quarta con 216 (+3), e per la transalpina Agathe Laisne, quinta con 217 (+4).
La Valenzuela si è mantenuta nel 71 del par con tre birdie e altrettanti bogey e la Ricolfi è scivolata ulteriormente con un 76 (+5) dovuto a un birdie e a sei bogey. Accompagna gli azzurri Stefano Sardi.
Nel 2013 Renato Paratore ha fatto sua la gara maschile, secondo italiano a conquistare il titolo dopo Marco Durante (1979) e a inserire il proprio nome in un albo d’oro nel quale figurano tanti atleti di peso quali Tiger Woods, Mark Calcavecchia, il colombiano Camilo Villegas e il giapponese Ryuji Imada. In campo femminile spiccano giocatrici come la coreana Inbee Park, la paraguaiana Julieta Granada e le statunitensi Cristie Kerr, Lexi Thompson e Christina Kim.
SECONDO GIRO – Guido Migliozzi, ottavo con 145 colpi (72 73, +3), ha guadagnato due posizioni, e Carlotta Ricolfi, 13ª con 151 (71 80, +9) ne ha perse sette nel secondo giro del Junior Orange Bowl International Golf Championship, il prestigioso torneo giovanile che si sta svolgendo (72 buche) sul percorso del Biltmore Golf Club (par 71), a Coral Gables in Florida.
Nella gara maschile (52ª edizione, 55 partenti) è volato in vetta con 137 (70 67, -5) il norvegese Kristoffer Reitan, grazie a un 67 (-4) miglior score di giornata, lasciando a tre lunghezze Sachir Kumar nativo di Trinidad & Tobago e residente in Florida (140, -2). In terza posizione con 142 (par) il belga Adrien Dumont de Chassart e il cileno Joaquin Niemann, in quinta con 143 (+1) lo sloveno Zan Luka Stirn e in sesta, insieme a Migliozzi. il francese David Ravetto, lo statunitense Will Dickson e il belga Giovanni Tadiotto, al vertice dopo un giro insieme a Niemann.
Reitan ha marciato con quattro birdie, senza sbavature, e Migliozzi ha realizzato il 73 (+2) con quattro birdie e sei bogey.
Nel torneo femminile (39ª edizione, 40 al via)  la coreana Euikyung Shin (138 – 69 69, -4) ha raggiunto in vetta Emilia Migliaccio (138 – 68 70) del North Carolina, ma è sulle loro tracce la svizzera Albane Valenzuela, terza con 140 (-2) e una delle più accreditate candidate al titolo. Seguono altre tre agguerrite concorrenti, la francese Mathilda Cappeliez, quarta con 143 (+1), la sua connazionale Agathe Laisne e la paraguaiana Sofia Garcia, quinte con 144 (+2).
La Shin ha operato l’aggancio grazie a un parziale di 69 (-2) con cinque birdie e tre bogey e la Migliaccio ha evitato il sorpasso con due birdie e un bogey per il 70 (-1). Giornata difficile per la Ricolfi gravata di 80 (+9) colpi con un birdie, quattro bogey, un doppio bogey e un quadruplo bogey. Accompagna gli azzurri Stefano Sardi.
Nel 2013 Renato Paratore ha fatto sua la gara maschile, secondo italiano a conquistare il titolo dopo Marco Durante (1979) e a inserire il proprio nome in un albo d’oro nel quale figurano tanti atleti di peso quali Tiger Woods, Mark Calcavecchia, il colombiano Camilo Villegas e il giapponese Ryuji Imada. In campo femminile spiccano giocatrici come la coreana Inbee Park, la paraguaiana Julieta Granada e le statunitensi Cristie Kerr, Lexi Thompson e Christina Kim.
 
PRIMO GIRO  – Guido Migliozzi è al decimo posto e Carlotta Ricolfi al sesto dopo il primo giro del Junior Orange Bowl International Golf Championship, il prestigioso torneo giovanile che si sta svolgendo (72 buche) sul percorso del Biltmore Golf Club (par 71), a Coral Gables in Florida.
Nella gara maschile (52ª edizione, 55 partenti) l’azzurro ha girato in 72 (+1) e rende tre colpi ai leader, il cileno Joaquin Niemann e il belga Giovanni Tadiotto (69, -2). Al terzo posto con 70 (-1) il norvegese Kristoffer Reitan e al quarto con 71 (par) lo statunitense Will Dickson, gli zimbabwiani David Amm e Kieran Vincent, lo svizzero Robert Foley, il belga Adrien Dumont de Chassart e il francese David Ravetto, che ha conquistato l’unico posto a disposizione nella qualifica dove Dylan De Prosperis è giunto quarto.
Niemann ha realizzato quattro birdie e due bogey e Tadiotto ha risposto con cinque birdie e tre bogey. Per Migliozzi due birdie, un bogey e un doppio bogey.
Nel torneo femminile (39ª edizione, 40 concorrenti) la Ricolfi ha chiuso nel 71 del par, stesso score della svedese Linn Grant. Guida la graduatoria l’americana del North Carolina Emilia Migliaccio con 68 (-3) colpi, seguita dalla coreana Euikyung Shin, seconda con 69 (-2), e dalla paraguaiana Sofia Garcia, dalla francese Mathilda Cappeliez e della svizzera Albane Valenzuela, grande favorita, terze con 70 (-1).
Per la Migliaccio cammino un po’ accidentato, ma efficace con sette birdie e quattro bogey e per la Ricolfi due birdie e altrettanti bogey. Accompagna gli azzurri Stefano Sardi.
Nel 2013 Renato Paratore ha fatto sua la gara maschile, secondo italiano a conquistare il titolo dopo Marco Durante (1979) e a inserire il proprio nome in un albo d’oro nel quale figurano tanti atleti di peso quali Tiger Woods, Mark Calcavecchia, il colombiano Camilo Villegas e il giapponese Ryuji Imada. In campo femminile spiccano giocatrici come la coreana Inbee Park, la paraguaiana Julieta Granada e le statunitensi Cristie Kerr, Lexi Thompson e Christina Kim.
PROLOGO – Sul percorso del Biltmore Golf Club, a Coral Gables in Florida, si svolge sulla distanza di 72 buche la 52ª edizione del prestigioso  Junior Orange Bowl International Golf Championship (27-30 dicembre). Al torneo maschile prende parte Guido Migliozzi, mentre in quello femminile, che celebra la 39ª edizione, giocherà Carlotta Ricolfi. I due azzurri, che hanno ottime possibilità di porsi in evidenza, saranno accompagnati da Stefano Sardi.
Tra i possibili protagonisti della gara maschile (55 partenti) gli americani Logan Bryant e Charlie Kennerly, il norvegese Kristoffer Reitan. il canadese Charles-Eric Belanger, il giapponese Takumi Kanaya e il francese David Ravetto, che ha conquistato l’unico posto a disposizione nella qualifica dove Dylan De Prosperis è giunto quarto.
Nel torneo femminile (40 concorrenti) favorita la svizzera Albane Valenzuela, reduce dal successo nel Doral Publix Junior Classic (cat. 16/18 anni). Tra le candidate al titolo le francesi Mathilda Cappelliez e Agathe Laisne, la giapponese Hina Arakaki, la messicana Isabella Fierro, anche lei vincitrice a Miami (cat. 14/15 anni)), l’austriaca Emma Spitz e le americane Ashley Williams e Alex Wright.
Nel 2013 si è imposto Renato Paratore, secondo italiano a conquistare il titolo dopo Marco Durante (1979) e a inserire il proprio nome in un albo d’oro nel quale figurano tanti atleti di peso quali Tiger Woods, Mark Calcavecchia, il colombiano Camilo Villegas e il giapponese Ryuji Imada in campo maschile e la coreana Inbee Park, la paraguaiana Julieta Granada e le statunitensi Cristie Kerr, Lexi Thompson e Christina Kim in quello femminile.