fbpx

Italian Pro Tour: al Cervino Open quartetto al comando con Gatti bene Donghi e Romano

  29 Agosto 2013 News
Condividi su:

Francesco Gatti, i francesi Nicolas Peyrichou e Nicolas Tacher e lo spagnolo Diego Suazo sono al comando con 63 (-5) colpi dopo il primo giro del Cervino Open, il torneo dell’Alps Tour inserito anche nel calendario dell’Italian Pro Tour, che si sta svolgendo sul percorso del Golf Club Cervino, il più alto d’Italia a quota 2.050 metri. Seguono con 64 (-4) Marco Donghi, i transalpini Romain Bechu, Johann Lopez Lazaro e Raphael Marguery e l’inglese Jason Palmer, leader della money list, e con 65 (-3) Andrea Romano, lo spagnolo Patrick Simard e l’inglese Andrew Cooley. Buona la prestazione offerta da Gregory Molteni. Mattia Miloro e da Paolo Terreni, 13.i con 66 (-2), e da Luca Galliano, Alessandro Grammatica, Pietro Ricci, Fernando Pasqualucci,Andrea Maestroni e dai dilettanti Lorenzo Magagnin e Jacopo Vecchi Fossa, 22.i con 67 (-1). In ritardo Alessio Bruschi, Aron Zemmer e Cristiano Terragni, Joon Kim e lo spagnolo Jesus Legarrea, 54.i con 69 (+1) e a rischio di taglio. Sponsor della manifestazione è Cine 1, prima piattaforma Paneuropea di distribuzione cinematografica gratuita e legale nel cui catalogo figurano circa mille film tra cartoni animati, commedie, drammatici, western, titoli inediti ed altri ancora (www.cine1freemovie.com/it), che ha fatto in tal modo il suo debutto nel mondo del grande golf continentale. Francesco Gatti, 24enne neo professionista, sta facendo esperienza nell’Alps Tour con buon profitto. Nel suo score un eagle, quattro birdie e un bogey. Marco Donghi, 44 anni, è partito molto forte con quattro birdie sulle prime nove buche, poi ha rallentato con altri bue birdie e due bogey. E’ professionista dal 1989 e all’inizio della sua carriera ha frequentato i tour continentali, poi si è dedicato all’insegnamento, ma non disegna quando può di tornare a disputare gare. Nel 2011 ha vinto il campionato di doppio della PGA Italiana insieme a Carlo Alberto Acutis. Cinque birdie e due bogey per Andrea Romano. Molteni ha messo insieme un eagle, quattro birdie e altrettanti bogey: “Questa estate – ha detto – mi sono dedicato a un lavoro particolare, perché voglio essere nella migliore condizione quando inizierà la Qualifying School per l’European Tour. Ho praticato meno e ho badato ad aspetti specifici nei quali ho bisogno di migliorare. Oggi non sono stato molto brillante, ho commesso numerosi errori anche se complessivamente il gioco non è stato così male. Nell’Alps Tour ho l’opportunità di conquistate una ‘carta’ per il Challenge Tour e quindi non mollo. Il campo non è molto semplice, perché a volte una palla che esce appena fuori fairway può creare parecchi problemi per il recupero. Complessivamente sono soddisfatto, poiché comunque vedo i frutti del tipo di scelta che ho fatto”. La giornata, con un velo di tristezza, è stata dedicata a Giorgio Bordoni, professionista molto stimato che ha dedicato sua vita all’insegnamento, ex tecnico delle nazionali azzurre, improvvisamente scomparso. Il torneo si disputa sulla distanza di 54 buche e al termine della seconda giornata verrà effettuato il taglio che promuoverà al turno finale i primi 40 in graduatoria, i pari merito al 40° posto e i dilettanti che rientreranno nel punteggio di qualifica. Il montepremi è di 40.000 euro dei quali 5.800 andranno al vincitore. Il tracciato del Golf Club Cervino, come era nelle previsioni, si sta rivelando piuttosto ostico per i concorrenti, che comunque ne apprezzano le qualità. Realizzato dall’architetto Donald Harradine all’inizio degli anni cinquanta, è stato uno dei primi quindici campi in Italia. Nel 2008 è stato ultimato l’ampliamento del percorso che può contare su 18 buche di elevata qualità tecnica, ma nel contempo offre al giocatore un panorama spettacolare al cospetto del maestoso Cervino. Il torneo, come accennato, fa parte dell’Italian Pro Tour, ossia il circuito delle gare nazionali allestite dal Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG che si dipanano durate tutta la stagione. Avranno il loro clou con l’Open d’Italia (CG Torino, 19-22 settembre) e si concluderanno con il Campionato Nazionale Open (Royal La Bagnaia, 21-24 novembre) Tutte le notizie relative ai tornei dell’Italian Pro Tour, agli sponsor e ai circoli ospitanti vengono pubblicate sul sito ufficiale del circuito all’indirizzo: www.italianprotour.com   I risultati