fbpx

World Junior Girls Championship alla Spagna, 13ª Italia

  16 Ottobre 2022 In primo piano
Condividi su:

Le iberiche si sono imposte anche nella classifica individuale con Cayetana Fernandez Garcia-Poggio. Le azzurre dal secondo giro sono rimaste in due (Diana Maria Casartelli e Ginevra Coppa) perché Francesca Fiorellini è stata costretta al ritiro

La Spagna (Cayetana Fernandez Garcia-Poggio, Andrea Revuelta, Paula Martin) ha sorpassato nel giro finale la Svezia e ha vinto il World Junior Girls Championship, il campionato del mondo a squadre della categoria, sul percorso dell’Angus Glen Golf Club (par 72), a Markham, in Canada, dove l’Italia si è classificata tredicesima. Iberiche che hanno fatto doppietta, poiché si sono imposte anche nell’individuale con Cayetana Fernandez Garcia-Poggio.

Le spagnole hanno concluso con 575 (140 143 146 146, -1), uniche ad aver battuto il par del campo, recuperando nel round conclusivo il colpo di ritardo che avevano dalla Svezia e poi distaccandola di cinque. Argento per le nordiche con 580 (+4) e bronzo per Chinese Taipei (582, +6). Al quarto posto con 589 (+13) la Colombia, al quinto con 595 (+19) la Germania, al sesto con 598 (+22) la prima delle due compagini che ha potuto schierare per regolamento il Canada e al settimo con 600 (+24) la Francia.

Particolarmente sfortunata l’Italia (622 – 154 156 154 158, +46), che dal secondo giro ha perso Francesca Fiorellini, costretta al ritiro, e che ha dovuto proseguire con due sole concorrenti, Diana Maria Casartelli e Ginevra Coppa, e quindi non ha potuto più contare sulla possibilità di poter scartare il punteggio più alto di giornata (i migliori due su tre in ciascun giro validi per la graduatoria dei team), un handicap notevole in una gara di questo tipo. Casartelli e Coppa non si sono risparmiate pur giocando in condizioni ambientali difficili, con due giornate di pioggia e una di vento molto forte, con freddo e temperatura massima di 10 gradi, e una sola di tempo buono. Resta in ogni caso una buona esperienza utile per il futuro.

Sorpasso finale anche nella classifica individuale dove a Cayetana Fernandez Garcia-Poggio (282 – 70 70 72 70, -6) è bastato un 70 (-2, quattro birdie, due bogey) a chiudere per prevalere, approfittando del cedimento della svedese Meja Ortengren, leader dopo tre turni e terza la traguardo con 285 (-3), sorpassata anche dalla colombiana Maria José Marin (284, -4). Il 76 (+4) della Ortengren ha certificato la giornataccia delle svedesi con le sue due compagne che hanno fatto peggio. Fuori dal podio per due colpi Ting-Hsuan Huang, quarta con 287 (-1), e quinte con 295 (+7) l’altra svedese Nora Sundberg e la belga Savannah De Bock. Diana Maria Casartelli è terminata 26ª con 309 (79 79 74 77, +21) e Ginevra Coppa 43ª con 322 (84 77 80 81, +34). Ha assistito le azzurre l’allenatore Alex Senoner.

Le azzurre, in precedenza, hanno vinto la gara nel 2018 con Caterina Don, Emilie Alba Paltrinieri e Alessia Nobilio e sono salite sul podio anche nel 2019, terze con Carolina Melgrati, Alessia Nobilio e Benedetta Moresco.

Nella foto: il trio azzurro