fbpx

World Challenge: Rahm e Stenson leader, Woods non decolla

rahm-jon
  30 Novembre 2018 In primo piano
Condividi su:

Lo spagnolo Jon Rahm (134 – 71 63, -10) e lo svedese Henrik Stenson (134 – 68 66) hanno sorpassato Patrick Cantlay (135, -9), ora terzo con Dustin Johnson, nel secondo giro dell’Hero World Challenge (PGA Tour), giunto alla 20ª edizione e in svolgimento sul percorso dell’Albany Golf Course (par 72) ad Albany, nel distretto di New Providence alle Isole Bahamas. Il torneo, al quale prendono parte 18 selezionati giocatori tra i quali ve ne sono tredici dei primi 18 al mondo di cui sei tra i top ten, è promosso da Tiger Woods, attraverso la sua Fondazione. L’ex numero uno mondiale è in 14ª posizione con 142 (73 69) insieme a Patrick Reed (al vertice con Cantlay dopo un turno), Bubba Watson e al giapponese Hideki Matsuyama.

In una classifica che si sta decisamente allungando è al quinto posto con 136 (-8) Tony Finau e occupano il sesto con 138 (-6) Gary Woodland e lo svedese Alex Noren. Non stanno brillando Rickie Fowler, campione in carica, ottavo con 139 (-5), e l’inglese Justin Rose, numero due mondiale, nono con 140 (-4), che vuol sfruttare l’occasione per sorpassare Brooks Koepka al vertice del world ranking, assente nell’occasione.

Jon Rahm (nella foto)ha rimontato dalla decima piazza con nove birdie, senza bogey, per il 63 (-9), miglior score di giornata ed Henrik Stenson ha raggiunto la vetta partendo dalla terza con sette birdie e un bogey per il 66 (-6).

Tiger Woods, cinque volte a segno nell’evento, ha tenuto un bel ritmo per 17 buche in cui è sceso di cinque colpi sotto il par con cinque birdie, poi l’inatteso scivolone con un doppio bogey sull’ultimo green (69, -3) che l’ha riportato al penultimo posto. Il montepremi è di 3.500.000 dollari.

I RISULTATI