fbpx

The Players Championship: trionfa Smith, F.Molinari 42/o

  15 Marzo 2022 In primo piano
Condividi su:

In Florida l’australiano supera in volata Lahiri e festeggia il quinto successo in carriera sul PGA Tour

Cameron Smith vince in Florida il The Players Championship – tra i tornei più importante del PGA Tour – superando, con un totale di 275 (69 71 69 66, -13) colpi, la concorrenza dell’indiano Anirban Lahiri, secondo con 276 (-12), dopo un finale ricco di emozioni. Al TPC Sawgrass (Stadium Course, par 72) di Ponte Vedra Beach, s’è classificato 42/o con 286 (70 73 69 74, -2), Francesco Molinari. Unico azzurro in gara, il torinese nel terzo round è stato tra i protagonisti della competizione, sfiorando anche una ‘hole in one’ alla buca 17, ‘Island Green’, tra le più iconiche e difficili al mondo. A realizzare due buche in uno, nel “moving day”, sono stati invece Shane Lowry (13/o con 282, -6), che ha firmato un ace proprio alla 17 (par 3), e il norvegese Viktor Hovland (9/o con 281, -7), alla 8 (par 3).

Smith è il quinto australiano a vincere il The Players Championship, il primo dal 2016 (Jason Day). Ora numero sei al mondo, il successo ha fruttato al 28enne di Brisbane 3.600.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 20.000.000. Per lui si tratta del quinto exploit in carriera sul PGA Tour, il secondo dopo quello arrivato a gennaio nel Sentry Tournament of Champions. Che è arrivato al termine di una “maratona” golfistica lunga cinque giorni, in cui il maltempo ha messo a dura prova i giocatori e gli organizzatori, costretti a sospendere a più riprese il gioco.

A imporsi è stato dunque Smith, con Lahiri tra i più convincenti. Mentre in 3/a posizione con 277 (-11) s’è classificato l’inglese Paul Casey. Tra i big, prova da dimenticare per Jon Rahm, 55/o con 290 (+2). Lo spagnolo, nel quarto round, ha chiuso la buca 4 (par 4), con un quintuplo bogey. Mai fino ad ora, nella sua carriera sul PGA Tour, lo spagnolo aveva concluso una buca in 9 colpi.

Nella foto, Francesco Molinari