fbpx

Solheim Cup: le sorelle Korda guidano gli Usa, tre inglesi nel team Europe

  23 Agosto 2021 In primo piano
Condividi su:

Un mix tra esperienza e gioventù. Una miscela tra classe ed entusiasmo. Sarà una Solheim Cup tutta da vivere quella che vedrà sfidarsi, dal 4 al 6 settembre 2021 a Toledo (Usa), in Ohio, gli Stati Uniti ed il team Europe.

Il Vecchio Continente, capitanato da Catriona Matthew, difenderà la coppa vinta nel 2019 a Gleneagles. E si affiderà alla svedese Anna Nordqvist (alla settima apparizione e reduce dal trionfo all’AIG Women’s, quinto e ultimo Major del 2021), alla tedesca Sophia Popov (al debutto assoluto), all’inglese Charley Hull e alla spagnola Carlota Ciganda che si sono guadagnate un posto in squadra grazie al Rolex World Golf Rankings. Con loro si sono qualificate automaticamente, attraverso la Solheim Cup Points Standings, anche la danese Emily Kristine Pedersen e l’inglese Georgia Hall.

Sei le wild card a disposizione della Matthew assegnate alle debuttanti Nanna Koerstz Madsen (danese), Leona Maguire e Matilda Castren, queste ultime due rispettivamente prima irlandese e prima finlandese a giocare la Solheim Cup. E ancora: alla svedese Madalene Sagstrom, alla francese Celine Boutier e alla inglese Mel Reid.

A capitanare gli Stati Uniti ci sarà Pat Hurst che potrà contare su un roster di assoluto livello. Per gli Usa ecco le sorelle Korda, Nelly (numero 1 mondiale e medaglia d’oro ai Giochi di Tokyo) e Jessica. E poi Danielle Kang, Ally Ewing, Austin Ernst, Lexi Thompson e Megan Khang. Con loro hanno staccato il pass pure Lizette Salas e Jennifer Kupcho (al debutto) quali migliori americane nel world ranking non tra le sette qualificate attraverso la Usa Solheim Cup Team Standings. Le tre wild card a disposizione la Hurst le ha assegnate a Brittany Altomare (per lei sarà la seconda apparizione) e alle debuttanti Mina Harigae e Yealimi Noh. Come terzo “Assistant Captain” ecco invece Stacy Lewis (nata a Toledo) che va ad aggiungersi alle già annunciate Angela Stanford e Michelle Wie.

Nella foto (credit Ladies European Tour), Catriona Matthew